Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 18 dicembre 2017  
  ....aboutfood ...in Toscana ...si viaggiare...! Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Garfagnana La Tradizione Lucchese  
  l'Altra Stampa LuccAffari Mediavalle Politica Racconti Lucchesi Satira Società Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Gli scritti più importanti di Romano Silva raccolti in un libro

Si presenta venerdì (1 febbraio) il volume dell’Accademia in memoria del professore lucchese

Gli scritti più importanti di Romano Silva raccolti in un libro. Si presenta venerdì 1 febbraio alle 17,30 nella suggestiva cornice della Cappella Guinigi nell’ex Convento di San Francesco in via della Quarquonia, “Imitatio Romae”, il prezioso volume realizzato dall’Accademia Lucchese di Scienze Lettere ed Arti per onorare la memoria del professor Romano Silva, dopo la sua prematura scomparsa nell’ottobre 2011.

Edita su iniziativa dell’Accademia Lucchese di Lettere Scienze ed Arti della quale era Socio Ordinario e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca per i tipi di Maria Pacini Fazzi Editore, l’opera curata da Jacopo Lazzareschi Cervelli raccoglie gli articoli e gli scritti più importanti che testimoniano la qualità e l’impegno di ricerca a cui Silva si è dedicato per tutta la vita: non soltanto un libro destinato a costituire un punto di riferimento per gli studiosi che intendono approfondire alcune tematiche rilevanti di storia e di arte, con particolare riguardo al territorio di Lucca, ma anche una raccolta di testi accessibili e godibili anche per i non specialisti, grazie al modo di spiegare la storia dell’arte e allo stile estremamente chiaro ed efficace che ha sempre contraddistinto il professore.

La raccolta di scritti presentati in questo libro rappresenta una selezione assai ampia della produzione scientifica di Romano Silva, pubblicata su riviste, in atti di convegni di studio volumi miscellanei dal 1971 al 2008, e che permette di seguire lo sviluppo, l’approfondimento e l’intrecciarsi delle molte tematiche approfondite dall’autore nel corso della sua vita.

Come evidenzia Marco Paoli nella premessa al volume, dagli scritti raccolti si evince il progressivo affinamento di un metodo di indagine pluridisciplinare del professore lucchese che aveva infine orientato i suoi interessi verso l’argomento che lo ha caratterizzato all’interno della comunità scientifica: lo studio dell’architettura romanica toscana, e in particolare di quella lucchese, emerso soprattutto nelle ricerche sulla basilica di San Frediano (è del 2010 il volume “La basilica di San Frediano a Lucca. Immagine simbolica di Roma cristiana”, Maria Pacini Fazzi Editore).

“L’individuazione nelle scelte costruttive lucchesi di una vera e propria imitazione di Roma, che si è nutrita della linfa della riforma gregoriana – scrive Paoli ‒, rappresenta in effetti un’importante acquisizione scientifica che Silva avrebbe ampiamente articolato, al pari dell’altra, della Lucca civile che guarda all’Impero e si esprime nell’arte secondo un’iconografia politica sempre più criptica e dissimulata.”

Alla presentazione del volume interverranno Arturo Lattanzi, presidente della Fondazione CRL, Raffaello Nardi, presidente dell’Accademia di Scienze Lettere e Arti, Marco Paoli, direttore della Biblioteca Statale di Lucca, Luigi Ficacci, Soprintendente per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le provincie di Bo, Fe, Fc, Ra e Rn, e Max Seidel, direttore emerito del Kunsthistorisches Institut di Firenze.




NOTA BIOGRAFICA


Romano Silva

Nato nel 1945, il professor Silva si era laureato in Lettere con lode all’Università di Pisa, dove era stato alcuni anni assistente per l’insegnamento di Storia dell’Architettura presso l’Istituto di Storia dell’Arte. Aveva dunque svolto attività didattica e di ricerca presso l’Università di Pisa collaborando con Carlo Ludovico Ragghianti alla rivista “Critica d’arte”. Ideatore e organizzatore di convegni internazionali sulle arti visive in Italia e all’estero, è stato l’autore, insieme a Max Seidel, del volume “Potere delle immagini, immagini del potere”, edito da Marsilio. Ultimamente aveva lavorato ad un volume sul Castello della Manta per Silvana editoriale. Nel corso della sua poliedrica attività, si è anche dedicato allo studio dell'organo e del clavicembalo e alla ricerca organologica, eseguendo la schedatura dei 222 organi dal XV al XIX secolo ancora esistenti nella Diocesi di Lucca.

Redazione - inviato in data 26/01/2013 alle ore 21.17.23 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Loading
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it