Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
sabato 21 maggio 2022  
  Altopascio e Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Capannori - Porcari Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport Venti di guerra a oriente VERSILIA  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
L'Ostello San Frediano CHIUSO !!!!

In questi ultimi giorni mi sono dato un po' da fare per cercare di capire perché l'Ostello S.Frediano, adiacente alla Basilica da cui prende il nome, è chiuso e non si vedono neanche possibilità di riaperture più o meno prossime.


Innanzitutto diciamo che la struttura è forse la più bella d'Italia sia per l'importanza dell'immobile che per la posizione; In questi anni, poi si è guadagnata la palma della qualità per i servizi erogati dal personale e dalla struttura stessa.

L'Ostello è vincolato da un contratto di affitto diretto con AIG (associazione che gestisce numerosi ostelli) il quale a sua volta lo dette in gestione ad un Responsabile (Renato Stasi) che lo ha manificamente gestito fino a fine anno quando ha deciso di lasciare. I motivi mi sono ignoti ma pare, dico pare, ci siano problemi legati ad un aumento di canone (in un momento difficile per tutto il settore come questo).

Comunque l'Ostello è chiuso ed una ventina di persone sono senza lavoro.

Comunque l'Ostello è chiuso e a Lucca ci sono alcune decine di migliaia di persone (ragazzi ma anche famiglie) che prendono la via per altre città. Il calcolo delle persone perdute per strada mi porta prudentemente ad un numero di circa 25.000 unità perché anche volendoci stare proprio stretti stretti sono 140 posti (la capienza) X 30 giorni al mese X 6 mesi porta a questa cifra (senza tener conto di giorni particolarmente affollati fuori periodo come i comicx che sono altre migliaia di persone.

Ora 25 o 30.000 persone che vengono a Lucca, ci mangiano, e spendono (non sono tutti giovani squattrinati come si vuol far pensare anzi, la maggior parte sono famiglie e turisti che girano il mondo tramite queste strutture e, in più, portano il nome di Lucca sul palmo della mano quando tornano a casa.... producono alla città un reddito mica da ridere. Spendiamo decine o centinaia di migliaia di euro per attrarre visitatori che si fermino almeno una notte a dormire e poi poi sprechiamo questa possibilità di accoglienza facendoli andare in Versilia o a Pisa ? ?

Per cui.....?

per cui non riesco a comprendere questo stallo. Il Comune non ha fatto trapelare alcun comunicato per spiegare cosa sta facendo (forse perché non fa nulla ?) come vuol risolvere il problema, .... vuol lasciare tutto così, in stato di abbandono ? una struttura così, se non viene conservata tutti i giorni con l'uso quotidiano dopo sei mesi va restaurata e poi chi paga ?

L'AIG, ho purtroppo conosciuto un paio di dirigenti 'derroma' dell'associazione ed ho trovato delle teste di travertino che non solo non sanno quello che dicono e fanno (in questo caso era per la struttura di Firenze) ma sono ignoranti e arroganti come solo alcuni romani sanno esserlo, l'AIG dicevo non ha alcun interesse a risolvere il problema Lucca per alcuni motivi: il primo è che lucca è troppo bello (detto da loro) per la loro organizzazione, poi perché porta via utenti ad altri ostelli vicini evidentemente più politicamente vicini ed infine perché è obbiettivamente difficile, per loro, trovare un degno sostituto.

Quello che non capisco è perché il Comune che vista la grave inadempienza (interruzione di servizio pubblico) dell'associazione dovrebbe rescindere istantaneamente il contratto e chiedere i danni per il danno provocato alla città ed alle ategorie economiche. O quanto meno dovrebbe fissare un termine (i Aprile) per la riapertura con un a penale di 2000 euro al giorno.

Questi qui 'derroma' solo questi argomenti capiscono.

Se poi ho scritto delle scicchezze non sarebbe male che il comune si prendesse il disturbo di informare i lucchesi (compresi tutti coloro che hanno perso il lavoro) che hanno a cuore il problema.

Ci siamo avventurati in cause civili per molto meno. Una volta tanto rischiamo qualcosa per una cosa che ne valga la pena.

C.Cristofani - inviato in data 22/03/2015 alle ore 12.28.18 - Questo post ha 4 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- Scusi Cristofori - da Anonimo - inviato in data 17/05/2015 alle ore 10.12.31
Ma ormai non l' hanno riaperto?

---------------------------------------
- Ancora? - da Anonimo - inviato in data 19/04/2015 alle ore 22.42.36
È ancora chiuso?

---------------------------------------
- NON FACCIAMOLA TROPPO FACILE - da Anonimo - inviato in data 23/03/2015 alle ore 4.03.04
AIG ebbe l'ostello in quanto associazione forte politicamente. Quindi il Comune le dette la struttura in affitto. Se il comune vuol rescindere il contratto bisogna vedere (far vedere da esperto) quali sono le regole e se il Comune deve pagare qualcosa a AIG. Anche il fatto che il Comune possa erogare penali è da vedere. Altrettanto da vedere è se si configuri il reato di interruzione di pubblico servizio. Comunque una soluzione andrà trovata.

---------------------------------------
- Occhio.... - da Anonimo - inviato in data 22/03/2015 alle ore 19.20.59
che poi ci fanno una casa di accoglienza per rom, sinti, immigrati più o meno regolari....

una domanda: ma perché quando c'è di mezzo il comune (questo comune) va sempre tutto in vacca ?


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it