Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 30 maggio 2016  
  Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Garfagnana In-Decoro cittadino La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa LuccAffari Mediavalle  
  Politica Racconti Lucchesi Religioni Satira Società Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni Web & dintorni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Perché a Lucca non si misura i?l PM 2,5

Il PM 2,5 è la componente piú insidiosa del PM 10 in quanto, a causa delle sue minime dimensioni riesce ad arrivare fino agli alveoli polmonari.
Un altro motivo che rende pericoloso il PM 2,5 è dovuto al fatto che viene prodotto dai processi industriali (compreso il motore delle auto) ed è un grosso veicolante di elementi cancerogeni.
Nonostante la accertata pericolosità di questo inquinante, a Lucca il PM 2,5 non viene misurato.
Questo viene giustificato con il fatto che la misurazione del PM 2,5 è realizzata a Capannori e che, per un assunto mai provato nella realtà dei fatti, tutti i comuni della Piana sono caratterizzati dallo stesso tipo di inquinamento.
Noi ci permettiamo di far osservare che le differenze ci sono perché il numero di superamenti annuali di PM 10 nelle centraline di Capannori, S.Micheletto e S.Concordio sono molto diversi fra di loro.
Addirittura a Settembre (senza riscaldamenti accesi) S.Micheletto superava il limite, mentre Capannori era ampiamente al di sotto di questo.
Nelle giornate di nebbia a Capannori si avverte un evidente odore di legna bruciata, mentre allo stesso tempo a Lucca sulla circonvallazione, l’ odore che si avverte è quello della benzina e del diesel .
La composizione dell’ inquinamento di Capannori è stato efficacemente analizzata diversi anni fa con lo studio Patos, mentre a Lucca tale analisi dettagliata di inquinanti non è mai stata realizzata e quindi manca la conferma tecnica circa la “identità ” degli inquinanti nella piana.
Tra le altre cose Lucca è l’unico capoluogo di provincia in Toscana privo di misurazione di PM 2,5.
Per questi motivi la nostra associazione ha richiesto alla Regione di voler predisporre il rilevamento di PM 2,5 in una delle centraline lucchesi, perché, anche se è vero che le centraline non rappresentano la soluzione definitiva del problema, queste sono comunque uno strumento importantissimo per valutare nei dettagli la situazione e quindi individuare le soluzioni veramente efficaci.
Il Comune di Lucca è stato informato della nostra richiesta e quindi, se vuole, potrà appoggiarla in Regione nell’ ottica di quella tutela della salute pubblica che, per dovere istituzionale, è chiamato a svolgere.
http://vivereilcentrostorico.blogspot.com


Anonimo - inviato in data 08/01/2016 alle ore 17.21.07 - Questo post ha 4 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- Pm 2,5.... - da Anonimo - inviato in data 09/01/2016 alle ore 12.01.06
...mettere le centraline per i pm2,5 non servirebbe, così come purtroppo si è visto che non servono a niente le centraline per pm10.

Per carità, il motivo delle installazioni è nobile, è giusto che ci siano, almeno si ha un'idea del livello di inquinamento, però non stimolano nessuna iniziativa per ridurre l'inquinamento.
NESSUNA.
Ai sindaci basta non incorrere in omissioni d'atti d'ufficio se non bloccano il traffico al momento giusto.
E non serve a niente.

Tutto qua.

Per il resto se ne fregano altamente, così come se ne fregano altamente i commercianti che temono la riduzione degli incassi nel caso di spostamenti senza auto.

Niente si muove, tutto ingessato.
Figurati se cambia qualcosa installando le centraline per pm2,5.
Soldi buttati.

E si dà la colpa ai caminetti accesi, che con il loro ridotto contributo vanno solo ad aggiungere 'quella goccia che fa traboccare il vaso' provocando gli sforamenti, dovuti percentualmente di più al traffico dei mezzi e alle attività industriali.

Ma siccome le attività industriali non si toccano e il traffico pure, si dà addosso liberamente ai caminetti a legna: e vedrete che si arriverà a vietarne l'uso, tanto quelli che contesteranno non hanno alcun peso economico-sociale, sono dei paria.
E poi chi controlla?
Ahahahahah, è una barzelletta.

Ovvio che si dovrebbe lavorare ALMENO sulla riduzione del traffico degli automezzi, preferendo il trasporto su rotaia delle merci e l'uso dei mezzi pubblici per spostarsi.
Ma non vedo alcuna dico alcuna REALE VOLONTA' di muoversi su questa strada, solo tanti discorsi.
Anzi il trasporto pubblico è finito per ridursi, con le LAM multicolor.

La strada da percorrere è chiara: prima ripristinare un trasporto pubblico efficiente, poi IMPORRE con la forza ai cittadini di lasciare a casa l'auto, facendo multe senza pietà.
Sì con la forza, perché siamo un popolo cui le cose vanno imposte con la forza sennò non le facciamo.
Ci vuole determinazione e serietà da parte dei politici e da parte della Polizia Municipale, roba che è scomparsa da tempo, se mai c'è stata.

Stiano tranquilli lorsignori, che niente verrà intrapreso, solo interminabili bla bla bla bla fra politici e sindaci dei comuni limitrofi, ognuno intento a difendere il proprio orticello e a danneggiare possibilmente quello dei vicini.

L'aviatore.


---------------------------------------
- BUFALE - da Anonimo - inviato in data 09/01/2016 alle ore 4.56.50
1950. Aspettativa di vita per un quarantenne di sesso maschile: altri 30 anni.

2006. Aspettativa di vita per un quarantenne di sesso maschile: altri 45 anni

15 anni di allungamento della vita media!!!!!

Tumori ai polmoni in calo tra gli uomini (fumano meno di 50 - 60 anni fa), in aumento tra le donne (fumano di più)

E le polverine??? Le polverine certo un po' incideranno. Ma non sono un'emergenza. Convincete la gente a non fumare, invece di sprecar soldi in centraline del menga!


---------------------------------------
- PS Azoto... - da Anonimo - inviato in data 08/01/2016 alle ore 21.12.53
PS.
Nel gasolio mi risulta un contenuto di azoto dallo 0,7 all'1,7%
contro lo 0,15% della legna e lo 0,6% dell'olivagnolo...
E quei tubi turbo di venti centimetri sulla circonvallazione che continuano a sparar margherite...


---------------------------------------
- Ma... - da Anonimo - inviato in data 08/01/2016 alle ore 20.22.08
Con tutto lo smog che circola si può benissimo dire la trasparenza non è di questo mondo!
Spiattellassero tutto anche gli scheletri nell'armadio!
Come consiglio anche economico, rottamate gli impianti a gasolio della villetta, ma specialmente nei condomini, e fatevi delle belle passeggiate.
E comunque guardatevi chi stà anche peggio, sui livelli di biossido di azoto NO2 sopra l'Europa (tra il gennaio 2003 ed il giugno 2004) legato a doppio filo al PM10 (ved. Principali sorgenti emissive, e considerate che nel legno mi risulta che il contenuto di azoto è dell'ordine dello 0,15%). Strano che in Puglia e Grecia con tutti gli olivi che hanno, sembra non brucino neppure un rametto, e la Pianura Padana, altro che se bruciano! Sembra pure che brucino il fieno ai conigli! Per non parlare di Belgio, Olanda e Germania occidentale, lassù si che ci danno dentro!:
http://www.esa.int/spaceinimages/Images/2004/10/NO2_levels_over_Europe_-_zoom_for_detail


---------------------------------------
Loading
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 01835240464
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it