Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
venerdì 1 luglio 2016  
  Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Garfagnana In-Decoro cittadino La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa LuccAffari Mediavalle  
  Politica Racconti Lucchesi Religioni Satira Società Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni Web & dintorni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Gli studenti “incontrano” fratel Arturo Paoli e don Lorenzo Milani

Gli studenti “incontrano” fratel Arturo Paoli e don Lorenzo Milani dal 25 al 29 gennaio il progetto interesserà studenti di Lucca e Firenze.

Conoscere fratel Arturo Paoli e don Lorenzo Milani attraverso le loro parole, i luoghi in cui hanno operato e le testimonianze dirette. È questo l’obiettivo del progetto scolastico che il Fondo Arturo Paoli - Fondazione Banca del Monte di Lucca proporrà ai giovani di tre classi di istruzione secondaria superiore di Lucca e Firenze dal 25 al 29 gennaio, in concomitanza con il Giorno della Memoria.

I 60 alunni provenienti dall’Isi E. Fermi di Lucca e dall’istituto di formazione professionale “Opera Madonnina del Grappa” di Firenze parteciperanno a una “tre giorni” rivolta a scoprire il pensiero e l’esempio di Paoli e Milani: entrambi sacerdoti, educatori di giovani, scrittori, esponenti di una Chiesa impegnata nella difesa dei poveri e della giustizia, operatori di pace e promotori di uguaglianza.

Il percorso si aprirà lunedì 25 gennaio a Lucca, con una giornata dedicata ad Arturo Paoli, al suo impegno durante la guerra e in America Latina. A parlare non saranno solo conoscitori e amici di fratel Arturo, ma anche numerose immagini e soprattutto i luoghi lucchesi più significativi. Dopo una tappa al Villaggio del Fanciullo, che accoglierà i giovani per il pranzo, si proseguirà con una rappresentazione teatrale su Arturo Paoli e don Aldo Mei, curata da due giovani attori di teatro di Altopascio, Sara Pennati e Stefano Giuntini.




La giornata di martedì 26 gennaio sarà dedicata a don Lorenzo Milani, con la visita all’Opera Madonnina del Grappa di Firenze Rifredi (un tempo seminario in cui studiò don Milani) e a Barbiana, piccolo paese sulle montagne del Mugello, dove don Milani fondò la famosa scuola da cui nacque “Lettera a una professoressa”.




Venerdì 29 gennaio il percorso si concluderà a Sant’Anna di Stazzema. La visita ai luoghi dell’eccidio e al Museo della Pace, l’incontro con esperti e con un testimone, consentiranno di conoscere direttamente uno dei momenti più dolorosi e atroci della storia recente che hanno interessato la provincia lucchese.




Il progetto è stato possibile grazie alla collaborazione degli operatori del Museo della Pace di S. Anna di Stazzema, della Fondazione don Lorenzo Milani di Barbiana e del Villaggio del Fanciullo di Lucca, nonché delle professoresse Paola Paoli e Daniela Dal Colletto dell’Isi E. Fermi di Lucca e della professoressa Antonella Randazzo dell’Opera Madonnina del Grappa di Firenze.




www.fondazionebmlucca.it/fondopaoli/

Redazione - inviato in data 21/01/2016 alle ore 14.57.30 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Loading
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 01835240464
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it