Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
domenica 26 giugno 2016  
  Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Garfagnana In-Decoro cittadino La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa LuccAffari Mediavalle  
  Politica Racconti Lucchesi Religioni Satira Società Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni Web & dintorni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Oggi gay prime a Lucca.

Sfileranno per le strade di Lucca, con striscioni e megafoni, per rivendicare il loro orgoglio omosessuale, grideranno i loro diritti e la gene che assisterà alla sfilata, si schiererà chi a favore chi contro, sento già alcuni commenti, non proprio favorevoli, froci, finocchi, culattoni e via di seguito, altri invece applauderanno, la gente è fatta così, non c'è una via di mezzo, o sei con me o contro di me, la tolleranza per il diverso non esiste. Diamo loro i diritti che vogliono, nessuno ci rimetterà e vivremo in pace.

Anonimo - inviato in data 23/01/2016 alle ore 16.10.29 - Questo post ha 3 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- BERNARDO MOSCHENI - da Anonimo - inviato in data 24/01/2016 alle ore 2.01.00
All'epoca in cui Lucca fu annessa dalla Toscana, la gran parte della classe dirigente lucchese non volle collaborare con gli occupanti. Naturalmente qualcuno collaborò. Tra di essi Bernardo Moscheni, già funzionario borbonico, che il Granduca volle nominare prefetto di Lucca. Negli anni seguenti alla rivoluzione del '48 il governo lorenese era assai guardingo e timoroso di sommovimenti, per cui si richiedevano ai prefetti frequenti note informative in materia di possibili manifestazioni anti granducali. Il Moscheni rispondeva sempre ai suoi capi fiorentini: 'tranquilli, Lucca non è città che si muova mai per prima, Lucca si muove sempre di conseguenza. Anche qui abbiamo delle teste calde, ma state certi, non faranno nulla se non dopo che sarà successo qualcosa altrove, a Firenze, a Livorno o a Pisa...'.

Lucca in 150 anni non è cambiata. Ecco qua la prima manifestazione pubblica LGBT. Decenni dopo le prime del genere negli USA. Sapete che vuol dire se a Lucca si fa una manifestazione LGBT???? Vuol dire che ormai LGBT è cosa SDOGANATA. Quindi chi pensa di poter impedire il riconoscimento delle unioni civili e di tutto il resto è FUORI TEMPO MASSIMO.


---------------------------------------
- Unioni civili ed adozioni gay giuridicamente impossibili - da Anonimo - inviato in data 23/01/2016 alle ore 19.08.41
Dura presa di posizione del segretario di Forza Nuova Lucca Giuseppe Baglio contro la manifestazione a favore dei matrimoni e delle adozioni da parte di gay, lesbiche e transessuali, tenutasi oggi in città.

'Il matrimonio omosessuale non può esistere giuridicamente e non è necessario. Da Costituzione, in Italia, non si può introdurre il matrimonio gay, ma non per questo gli omosessuali sono discriminati nei loro diritti fondamentali, nonostante le menzogne messe in circolazione dalle comunità lgbt e sinistre varie. Dobbiamo fare un distinguo d'obbligo, - prosegue Baglio - quello tra i diritti fondamentali, attribuiti ad ogni persona in quanto tale, come l'integrità fisica, la libertà o l'educazione, e i diritti accessori, che sussistono in determinate circostanze, come per esempio il diritto al voto compiuti i diciotto anni.'

'Agli omosessuali è quindi negato il 'diritto' di coniugio perché incapaci giuridicamente di contrarre matrimonio, che ricordo essere un’istituzione che prevede per sua stessa natura complementarietà sessuale, procreazione ed educazione dei figli'.

Baglio inoltre accusa Arcigay e comunità LGBT di egoismo e progressismo da fantascienza: 'Un bambino è un soggetto di diritto e non un oggetto di diritto. Nemmeno una coppia etero può affermare che un bambino sia un diritto, perché esso è un dono; figuriamoci una coppia gay, che per sua stessa natura è sterile. Inoltre la convenzione ONU per i diritti dell'infanzia afferma il principio superiore dell'interesse del bambino, che in questo caso è l'avere una madre ed un padre. I ‘crociati’ che parificherebbero la famiglia natale con quelle frutto della neo-ingegneria sociale cosa rispondono? Il nuovo mondo da loro promosso - conclude Baglio - passa per la cancellazione dei dualismo maschio/femmina, naturale/innaturale, morale/immorale. A queste storture ideologiche lo stato dovrebbe rispondere con la tutela sociale per il rilancio della natalità nazionale, altro che 'fanta' diritti'.

Ufficio Stampa Forza Nuova Lucca
Giuseppe Baglio

Fb: Forza Nuova Lucca
Mail: lucca@forzanuova.info


---------------------------------------
- NORMALI PRIDE - da Anonimo - inviato in data 23/01/2016 alle ore 18.46.41
Se gli omosessuali non volessero essere discriminati, eviterebbero queste buffonate.
Nessuno chiede a me da che parte stò sessualmente e sono orgoglioso di fare quello che mi pare.
IO


---------------------------------------
Loading
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 01835240464
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it