Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
domenica 28 agosto 2016  
  Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Garfagnana In-Decoro cittadino La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa LuccAffari Mediavalle  
  Politica Racconti Lucchesi Religioni Satira Società Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni Web & dintorni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
La religione olocaustica sancisce l’asservimento dell’Europa agli USA

Il punto essenziale sta in ciò, che la religione olocaustica sancisce l’asservimento dell’Europa agli USA. Non è neppure così difficile capirlo. Hitler è morto nel 1945, il nazismo non ha alcuna possibilità di ritornare, ma la Germania (chiave geopolitica dell’Europa) deve restare inchiodata per i secoli dei secoli alla colpa originaria. Persino l’allievo sciocco e politicamente corretto dei suoi ben migliori maestri francofortesi Jürgen Habermas è costretto a sostenere che la Germania, essendo colpevole del crimine unico e incomparabile di Auschwitz, non potrà avere mai più un “patriottismo” nazionale, ma soltanto un “patriottismo della costituzione”, e cioè una totale mancanza di legittimo patriottismo nazionale. E perché, di grazia, in un’ottica di razionalismo universalistico di matrice illuministica, l’Inghilterra, l’Olanda e Israele possono essere “patriottiche” e la Germania no? Perché c’è stato Hitler dal 1933 al 1945? Ma tutti i paesi, nessuno escluso, hanno avuto personaggi criminali nella loro storia (persino i socialdemocratici scandinavi hanno schiavizzato la gente per un millennio nel loro periodo vichingo-normanno-variago).
E allora? Forse che le giovani generazioni nate dopo devono esservi inchiodate?
Certo. Devono esservi inchiodate. E devono esservi inchiodate perché la nuova religione imperiale USA deve poter giustificare il mantenimento delle basi militari in Europa e la trasformazione della NATO da alleanza difensiva europea a mercenariato militare occidentalistico globalizzato (Afghanistan, eccetera) press’a poco con questo ragionamento: “Voi Europei siete come bambini incoscienti che vi fareste male da soli, se noi vi lasciassimo fare a modo vostro. Avete fatto la mattanza della prima guerra mondiale, avete permesso che la diarchia Hitler-Stalin vi dominasse, ed avete soprattutto permesso Auschwitz, incomparabile con qualsiasi altro evento (Hiroshima è stato uno spiacevole mezzo per salvare le vite dei nostri ragazzi). E allora meritate di essere occupati in sæcula sæculorum. Se poi qualcuno vi dice che lo facciamo per ragioni geopolitiche, sappiate che si tratta di un fanatico antiamericano e certamente anche antisemita.

Costanzo Preve, da “Eurasia. Rivista di studi geopolitici” anno VI, numero 2, maggio-agosto 2009, pp. 176-177.

Anonimo - inviato in data 28/01/2016 alle ore 12.38.24 - Questo post ha 1 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- NON SI PARLA DI DANNI PROVOCATI DALLA GUERRA - da Anonimo - inviato in data 28/01/2016 alle ore 23.15.41
Nessuno accusa la Germania dei morti che ha prodotto in guerra con bombe, missili o altre armi lanciate su obbiettivi militari o civili. Queste cose sono comparabili con Hiroshima o con i bombardamenti inglesi sulla Germania stessa, bombardamenti feroci sui civili in risposta al lancio di missili sulle città britanniche. In questo caso poi non si accusa la Germania nemmeno delle rappresaglie punitive e mirate sui civili. In altri contesti, specie gli italiani, rinfacciano alla Germania tali rappresaglie, dimenticando quello che il loro stesso esercito fece in Croazia, Grecia e prima ancora in Etiopia. Le rappresaglie sui civili ci sono in tutte le guerre, possono essere classificate come crimini di guerra o meno, ma alla Germania questo non sarebbe stato fatto pesare in modo sistematico. Qui si accusa la Germania di aver pianificato e messo in atto uno sterminio di 10 - 12 milioni di individui, non solo ebrei. Tutta gente che non fu uccisa per via della guerra, ma a freddo, solo perché appartenente a comunità non gradite ai capi del Reich. Una tale macchia storica peserà per secoli sulla Germania e deve pesare sulla Germania. La Germania ha già avuto la possibilità di recuperare, dopo il collasso del Comunismo, una parte del suo territorio. Si tratta già di una concessione importante e forse esagerata. può darsi che altri, ad esempio la Turchia, abbiano fatto cose simili e che le si lasci in pace. Ma la Germania è in piena Europa e in Europa, dopo milioni di morti, il patriottismo nazionale tedesco non lo vogliamo più. Come contrastiamo quello russo, che anch'esso ha in passato prodotto morte, morte e morte.i

---------------------------------------
Loading
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 01835240464
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it