Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
sabato 30 luglio 2016  
  Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Garfagnana In-Decoro cittadino La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa LuccAffari Mediavalle  
  NO PUBBLICITA' Politica Racconti Lucchesi Religioni Satira Società Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni Web & dintorni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Il Summer Festival di Lucca e la sua importanza per la città

Il Summer Festival di Lucca e la sua importanza per la città: l’analisi della struttura Confcommercio
Prende posizione la Struttura di Confcommercio Lucca, in difesa del Summer Festival. Una difesa, quella dell’associazione di Palazzo Sani, dei suoi sindacati e dei suoi organismi, fondata su oggettive motivazioni di natura turistica, economica e occupazionale, a ribadire ancora una volta i tanti vantaggi che la manifestazione produce per la città nel suo insieme. “Credo – afferma Pietro Bonino, presidente di Federalberghi Lucca – che basti un solo dato per spiegare cosa significhi il Summer per il turismo: su 10 prenotazioni che riceviamo mediamente per le nostre strutture, 5 sono riferite al periodo di Lucca Comics & Games, 3 per i concerti del Summer e 2 per tutto il resto. A Lucca c’è una disponibilità ricettiva di circa 1600 camere e 3000 posti in totale: va da sé, dunque, che il Summer smuova numeri importanti”. “La manifestazione – aggiungono Benedetto Stefani e Samuele Cosentino, presidente e vicepresidente provinciale di Fipe ristoratori – ha un impatto forte sul settore della ristorazione: ci sono persone che chiamano da tutta Italia e dall’estero per prenotare con mesi di anticipo un tavolo. Questo fenomeno, atipico e inusuale nel nostro settore, accade sempre ogniqualvolta esca una nuova data di un concerto del Summer e dà la dimensione dell’importanza di cui goda la manifestazione al di fuori dei confini della Lucchesia. I turisti, quando pensano al Summer, hanno la percezione che se non si muovono con mesi di anticipo rischieranno di rimanere senza un posto dove mangiare o dormire, e ciò dimostra l’enorme considerazione di cui gode l’evento”. “A intervalli più o meno irregolari – insistono Giovanni Martini, presidente della Commissione centro storico, e Simona Barsotti, presidente del Centro commerciale Città di Lucca – arrivano critiche al Summer Festival. Ognuno libero di pensarla come meglio crede, ma è innegabile l’impatto che la manifestazione abbia su una città che fino a una ventina di anni fa era poco conosciuta nel mondo, a differenza di oggi. E se questa metamorfosi in termini di notorietà e lustro è avvenuta, non c’è dubbio che uno dei motivi più importanti dal punto di vista promozionale sia proprio il Summer, evento di punta per Lucca capace di creare un indotto annuo di circa 15 milioni di euro e garantire sia pure in modo temporaneo qualcosa come 1200 posti di lavoro. Certo, non si può non rimarcare come talune critiche risultino ancora più curiose, proprio a seguito di quella che è stata, nel 2015, l’edizione con maggior successo di sempre del Summer Festival”.

Redazione - inviato in data 01/02/2016 alle ore 18.19.58 - Questo post ha 4 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- LUCCA NEL MONDO: BASTA FARE UNA INDAGINE - da Anonimo - inviato in data 02/02/2016 alle ore 23.12.13
certo, ma non commissionata da Mimmo...
Allora vedrete le sorprese.
Poi sapete nel 2016 ci sono prove ben più tangibili che non le parole di uno di Casoria o dei suoi amichetti mangiatori di pane a ufo.
Mettete Lucca su un motore di ricerca e vediamo che salta fuori.
Poi le malelingue dicono che le foto del promoter con gli artisti si fanno solo se c'è la bottiglia di Sassicaia in mano, argomento a cui i cantanti sono sempre molto attenti. e non è certo un vino lucchese... Perché non la fai con una bottiglia di Merlo della Topa Nera 1998 e vediamo se la fanno lo stesso la foto.

Perché, nota bene, a parte quelle foto vinicole, il beneamato Mimmo di foto abbracciato con i 'suoi' artisti, specie gli internazionali, non ne ha e non ne mostra. Chissà perché. Se volete, chiedetelo alla Marshall Music di Londra, ve lo spiegano loro. Mimmo è solo l'ennesimo sensale che vende ciò che compra da terzi: dunque siamo sicuri che sia l'unico fornitore e che i suoi prezzi siano i più competitivi?


---------------------------------------
- Sia pure in modo temporaneo ... - da Anonimo - inviato in data 02/02/2016 alle ore 17.39.06
Già. Un rigurgito di decenza !
Tutto temporaneo ed effimero. I 1200 posti di lavoro, poi, saranno 1200 giornate lavorative pagate per lo più a voucer.
Non diciamo che il gioco non vale la candela (ma la vale poi?), ma smettiamola di esaltare una manifestazione che rivoluziona la città per oltre un mese. E fa bene a qualcuno mentre danneggia e disturba altri.
Gli argomenti a sostegno, poi, davvero miseri. E' non è mancato l'argomento principe: il prestigio per la città. Una città che sarebbe conosciuta , oltre le Mura solo da quando esiste il Festival! Una argomentazione davvero imbarazzante, che dà la misura della fondatezza e della veridicità di tutte le altre.


---------------------------------------
- PIETRO BONINO? - da Anonimo - inviato in data 01/02/2016 alle ore 20.11.34
MA chi? Quello che portò a Lucca l'agenzia di Cuneo che aveva garantito 5000 pacchetti di presenza ai Puccini Days 2014?
Lullì?
Che è lì solo perché suo padre era albergatore e apre anche bocca?
Comunque siccome siamo democratici rispondiamo: ME LO METTETE PER ISCRITTO CHE A LUGLIO PER IL SUMMER SIETE TUTTI ESAURITI, MAGARI GIA' ADESSO?
Io lo voglio vedere scritto da voi adesso che il Summer vi riempie per un mese di concerti alberghi e ristoranti. Lo voglio certificato e scritto una volta per tutte. E siccome ci sono 3000 posti letto, gli altri 86mila spettatori dove minchia vanno a dormire? Quali provincie esauriscono come posti letto o come posti ristorante. Ce lo dite? Ce lo mettete formalmente per iscritto così almeno abbiamo un dato certo che non siano discorsi o di gente che ci gudagna direttamente (leggi Giovanni Martini che ha il baretto a 30 metri: ANDATE A SENTIRE COSA PENSANO I BAR DELLA PIAZZA, CHIUSI COME ACCESSO PER 45 GIORNI...), o gente che tiene il bordone di Mimmo solo per poi mangiarne e goderne della squisitissssima ospitalità (tipo il buon direttore ascom che capisce di commercio quanto capisce di Turismo: cioè una mazza e infatti è dirigente Luccapromos...Roba da terzomondo), o gente che parla solo per opposizione politica perché c'è di mezzo il M5S
Ce ne fosse uno che risponde con numeri verificabili. Uno, dico uno, sottolineo uno. Martini spara 15milioni di indotto: benissimo, ma dicci da dove, spiegacelo da dove vengono sennò noi non capiamo e poi siamo cattivi.
I dati sono un optional. Eppure snocciolandone di veri ed esplicativi, i pentastellati avrebbero al bocca tappata in quattro e quattro otto e invece nulla. Che starno comportamento, cari Marchetti e compagni vari, ambo destri e sinistri...


---------------------------------------
- se è vero che il Summer Festival è costato tutti quei milioni - da Anonimo - inviato in data 01/02/2016 alle ore 19.48.19
Allora sarebbe proprio roba da matti.
va bene che quei pochi che ci guadagnano devono difendere i loro introiti perché devono portare il pane a casa, ma con tutti quei milioni ci portano anche il companatico e perfino lo champagne.
Tutti quei milioni di danaro pubblico?
Ma nessuno prova vergogna?
Perché come dice la Giorgi non si è fatta una struttura permanente per tutto l' anno con tutti quei soldi. Allora si che gli hotel e i ristoranti avrebbero lavorato a più non posso e non solo per un mese.
Qualcuno ha ancora il coraggio di parlare o forse meglio dire sparlare?
Suvvia un po' di dignità vi prego....


---------------------------------------
Loading
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 01835240464
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it