Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
sabato 23 luglio 2016  
  Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Garfagnana In-Decoro cittadino La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa LuccAffari Mediavalle  
  Politica Racconti Lucchesi Religioni Satira Società Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni Web & dintorni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
“Puccini and the Others” al Musikverein

“Puccini and the Others” al Musikverein: ecco la lettera dell’Istituto Italiano di Cultura a Vienna indirizzata al Sindaco di Lucca
“Grande promozione e celebrazione della città di Lucca e delle sue eccellenze culturali”


“Il grande concerto Puccini and the others great opera gala in Vienna ha costituito non solo un omaggio a Giacomo Puccini, ma anche un importante momento di celebrazione delle eccellenze musicali viennesi. Nonché una promozione e celebrazione della città di Lucca e delle sue eccellenze culturali (…) mi congratulo con Lei per il grande spessore artistico di questa straordinaria Associazione lucchese”. Questo è soltanto un piccolo estratto della lettera redatta dalla direttrice dell’Istituto italiano di cultura a Vienna, dott.ssa Clara Bencivenga Trillmich, indirizzata al Sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e alle altre autorità cittadine per segnalare il grandioso successo artistico e promozionale del concerto del 19 dicembre scorso, al Musikverein di Vienna.
Una missiva - la terza in tre anni consecutivi - che riempie di soddisfazione: “Ringraziamo a nome del nostro Festival l'Ambasciata d'Italia e l'Istituto Italiano di Cultura di Vienna - commenta Andrea Colombini - le cui parole ci riempiono di orgoglio e di gioia. E ci danno agio di iniziare una nuova battaglia per Puccini e per Lucca. Noi oggi siamo davvero orgogliosi: noi che facciamo grande cultura e promozione del territorio senza costare un euro, noi che nemmeno veniamo coinvolti nel calendario degli eventi del Comune di Lucca - e poco ci importa vista la nostra promozione - noi che costiamo un terzo di ciò che costano gli altri produttori di cultura e produciamo non solo otto volte quello che gli altri fanno, ma lo facciamo senza soldi pubblici mentre gli altri costano eccome alle tasche di tutti i lucchesi”.

Il Presidente e Direttore artistico dell’unico Festival permanente su Giacomo Puccini prosegue così: “Noi produciamo cultura gratis per tutti i lucchesi ed i residenti della Provincia di Lucca, noi promuoviamo Puccini e Lucca nel mondo da soli e soli. Questi siamo noi”.

Poi ecco l’annuncio di nuove entusiasmanti iniziative, perché il Festival non si ferma mai: “La settimana prossima - ricorda Colombini - come per altro già annunciato, lanceremo il nostro programma dei Puccini Days 2016 e lo proporremo pubblicamente a Lucca ed agli enti che governano Lucca, con 11 mesi di anticipo per renderlo davvero un’esperienza di promozione turistica vera. Inoltre invitiamo tutto il pubblico lucchese e non al grande evento di domenica 6 marzo, per il dodicesimo anniversario del Festival”.

L’evento si terrà alle 16,30 nella chiesa di San Giovanni (a Lucca), dove il Festival è nato ed opera ininterrottamente, producendo più di 4300 concerti, con l’Orchestra Filarmonica di Lucca diretta da Colombini e la presenza di quasi 30 solisti del Festival. Su un grande maxischermo, nel frattempo, verranno proiettati gli auguri registrati da tutti i grandi artisti che hanno collaborato e collaborano con il Festival da 12 anni per rendere Puccini e Lucca un binomio di grande promozione del territorio nel mondo, una promozione che non costa un soldo pubblico ai lucchesi e alla lucchesità.

Redazione - inviato in data 04/02/2016 alle ore 12.52.45 - Questo post ha 2 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- da una Lucchese - da Anonimo - inviato in data 05/02/2016 alle ore 5.21.57
Una eccellenza lucchese che si fa onore, ecco cosa significa una lettera scritta dall'ente culturale italiano in un paese straniero. Da Lucchese, non posso che esserne contenta. Perché poi far spostare Colombini a Vienna non lo capisco se non con l'invidia. A chi dovremmo lasciarla questa città martoriata. A vari campioni tutti rigorosamente non lucchesi che l'hanno ridotta in questo stato?
Parlo in ispecial modo del settore culturale. Vogliamo lasciare Lucca in mano ai Tarabella, alle Ravenni, agli Angelini, ai Moretti che hanno fatto banco regio stipendiati a peso d'oro negli ultimi quaranta anni e si vede con che risultati. Ben venga un giovane che si fa onore e con i soldi suoi e il cui onore è riconosciuto super partes. Magari se quella lettera aveva come oggetto qualcun altro, ci scappava anche la cittadinanza onoraria della vecchia Lucca. Non so più se ridere o piangere a leggere certi commenti grondanti di invidia.
PIERA


---------------------------------------
- SI FA ANCHE SCRIVERE LE LETTERINE DI RACCOMANDAZIONE - da Anonimo - inviato in data 04/02/2016 alle ore 22.51.43
Bella. Che roba è?? Una lettera di raccomandazione??? La Signora si preoccupa di avvertire il Sindaco di Lucca del fatto che il Colombini furoreggia a Vienna?? Ma Signora, suvvia, il Colombini ce lo ha detto in tutte le salse che lui è stato a Vienna. Presto metterà anche gli avvisi sui muri!

Signora, non importa che Lei ci avverta di quanto è bravo il Colombini. Il Colombini lo conosciamo ed è talmente bravo da farci sperare che a Vienna ci si trasferisca. Per il bene suo e per il nostro.


---------------------------------------
Loading
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 01835240464
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it