Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 15 novembre 2018  
  ...in Toscana Annunci Economici e lavoro Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Degrado lucchese Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Comics & Games 2018 Mediavalle Necrologi Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Gazzarra di S. Paolino, si replica sabato 14 e domenica 15

Festeggiato il Santo Patrono con i tradizionali spari a gazzarra si replica sabato 14 e domenica 15 dal baluardo di San Frediano

Giovedì 12 luglio, giorno del Santo Patrono di Lucca, si è svolta, la rievocazione della tradizionale Gazzarra delle Artiglierie delle Mura.
I soci dell’associazione Historica Lucense, con la collaborazione della Vicaria della Val di Lima, della Comagnia delle Bande Nere e della Fondazione dell’Antica Zecca di Lucca, hanno ricostruito nella piazza bassa destra del baluardo di San Donato, una sezione di artiglieria storica di fine cinquecento con pezzi a mascolo e ad avancarica che, dopo il mezzodì, si sono esibiti nei tradizionali spari a salve.
Pochi minuti dopo le 12.00, alla presenza del Sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, e di un nutrito pubblico di turisti, il “comandante della piazza” ha ordinato l’inizio della gazzarra, proferendo la tradizionale formula in onore della “Libertas” e del Santo Patrono (San Paolino). Al successivo comando del fuoco, i tre pezzi serviti dai Bombardieri dell’Historica Lucense hanno sparato 12 salve di artiglieria, suscitando l’applauso dei presenti.
Gli spari a gazzarra si ripeteranno sabato 14 e domenica 15, questa volta dal Baluardo di San Frediano, alle ore 12.00 e dalle ore 17.00.
Con questa manifestazione, iscritta anche all’albo toscano delle rievocazioni e ricostruzioni storiche, l’Historica Lucense intende ricordare ai cittadini lucchesi un piccolo pezzo della loro storia antica, dove le nuove mura concepite secondo i criteri delle “fortificazioni alla moderna” ed equipaggiate con artiglierie in bronzo, realizzate in massima parte nella fornace cittadina, costituirono un valido deterrente militare, senza il quale, nei secoli dal XVI al XVIII, diplomazia e denaro ben poco avrebbero potuto per preservare la nostra città da guerre e devastazioni.
Mario Parensi – Associazione Historica Lucense

Anonimo - inviato in data 13/07/2018 alle ore 15.48.03 - Questo post ha 1 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- gazzarra,,,, - da Anonimo - inviato in data 15/07/2018 alle ore 22.46.22
L'unico risultato di questo stupido scoppio di cannonate è quello di terrorizzare tutti i cani di Lucca. Perchè certe cavolate non se le fanno in casa propria?

---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it