Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 27 maggio 2019  
  ...in Toscana Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Degrado lucchese Elezioni 2019 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Mediavalle Necrologi Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
V edizione Festival Regionale di Teatro Amatoriale “IL Toscanello”

V edizione Festival Regionale di Teatro Amatoriale “IL Toscanello”
Teatro Comunale “IDELFONSO Nieri” - Ponte a Moriano (Lucca)

Periodo di svolgimento: sabato 02/03/2019 - sabato 13/04/2019 (8 serate)

Inizierà sabato 2 marzo e proseguirà fino a metà aprile, la quinta, ricchissima edizione del Festival Regionale di Teatro amatoriale “Il ToscaNello” organizzato dalla F.I.T.A. - Federazione Italiana Teatro Amatori - Provinciale di Lucca e dalla F.I.T.A. Regionale della Toscana, in collaborazione con il Comune di Lucca, al Teatro Comunale “Idelfonso Nieri” di Ponte a Moriano.
Il Presidente della F.I.T.A. Lucca, prof.ssa Mariella Cuomo, a nome del Direttivo provinciale e delle 40 Compagnie affiliate, ringrazia sentitamente il Sindaco, prof. Alessandro Tambellini, il Capo di Gabinetto, dott. Luca Galli, il Dirigente dell’Ufficio Cultura, arch. Giovanni Marchi, il Funzionario dell’Ufficio Cultura, dott. William Nauti, e l’Amministrazione Comunale tutta, per l’opportunità data di valorizzare uno spazio importante della cultura cittadina e per la grande attenzione prestata, in tanti anni di proficua collaborazione, agli appassionati praticanti del Teatro, gli “amatori”, che a Lucca e in Toscana sono davvero molti.
Un vivo ringraziamento va anche alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.
Il Festival “Il ToscaNello” nasce dall’esigenza di confronto con le altre realtà teatrali della Regione, nell’ottica di un potenziamento della circuitazione delle Compagnie e vedrà l’alternarsi di spettacoli divertenti e godibilissimi della classica commedia brillante internazionale a testi di autori contemporanei, sempre con un taglio divertente, per soddisfare i diversi gusti di un pubblico che ha sempre dimostrato grande attenzione e competenza nei confronti delle proposte del teatro amatoriale.
“Il ToscaNello” si aprirà sabato 2 marzo con uno spettacolo che attinge a piene mani alla Commedia dell’Arte e che ci racconta la storia di un personaggio incredibile della storia teatrale toscana e non solo, il pistoiese Francesco Andreini.

Di seguito l’intero programma del Festival.

Sabato 2 marzo 2019 - ore 21:15
Compagnia G.A.D. Città di Pistoia / Pistoia
“Francesco Andreini, pistoriense e la Compagnia de I Comici Gelosi - ovver commedia in discorsi e fatti a dir poco noti, versi ed accomodate sguerguenze che ci portonno via orsù tempo e intelletto” due atti di Enrico Melosi
Genere: commedia

Venerdì 8 marzo 2019 - ore 21:15
Compagnia Le Formiche / Lucca
“Incontro al sole” liberamente ispirato al romanzo “L’ultimo giorno di sole” di Giorgio Faletti
Genere: monologo a due voci

Sabato 16 marzo 2019 - ore 21:15
Compagnia del Grano / Pistoia
“Il prigioniero della seconda strada” di Neil Simon
Per gentile concessione della MTP Concessionari Associati s.r.l. (Roma)
Genere: commedia

Sabato 23 marzo 2019 - ore 21:15
Compagnia I Pinguini / Firenze
“La colpa è del giardino” di Edward Albee
Genere: commedia

Venerdì 29 marzo 2019 - ore 21:15
Compagnia dell’Accademia / Siena
“Donne in corriera - spettacolo comico andata e ritorno” di Barbara Civitelli
Genere: commedia

Serata di beneficenza
Sabato 30 marzo 2019 - ore 21:15
Compagnia dei Sognatori / Lucca
“Processo a Susanna Strip” di Mariaraffaella Lanzara
Incasso devoluto al Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (CISOM)
Genere: commedia

Sabato 6 aprile 2019 - ore 21:15
Compagnia Laboratorio Teatrale Ridi Pagliaccio / Grosseto
“INFERNO” dalla “Divina Commedia” di Dante Alighieri
Genere: monologo

Serata di premiazione fuori concorso
Sabato 13 aprile 2019 - ore 21:15
F.I.T.A. Comitato Provinciale Lucca
“Italia anni dieci o dieci anni di Italia” drammaturgia collettiva a cura della F.I.T.A. Lucca
Genere: drammatico

Al termine dello spettacolo, si terrà la cerimonia di premiazione del quinto concorso regionale “Il ToscaNello”

Informazioni di servizio
Gli spettacoli avranno inizio alle ore 21:15 e, per chi lo desidera, sarà possibile effettuare la prenotazione (o ricevere maggiori informazioni) telefonando a Rita al numero 320/6320032 oppure scrivendo all’indirizzo mail fitalucca@gmail.com.
Il costo dell’ingresso è di € 8,00 (ridotto € 6,00 per i bambini tra i 6 e i 12 anni e speciale, per i tesserati F.I.T.A., mediante l’esibizione della tessera in corso di validità, € 4,00).
Solo per la serata di beneficenza di sabato 30 marzo, a favore del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (CISOM), ingresso unico € 10, gratuito per bambini fino a 8 anni.

Il programma completo di questa e di tutte le rassegne organizzate dalla F.I.T.A. è consultabile sul sito www.fita-lucca.it.

Il dettaglio del primo spettacolo IN CONCORSO.

Sabato 2 marzo 2019 - ore 21:15
Teatro Comunale “Idelfonso Nieri”
Compagnia G.A.D. Città di Pistoia / Pistoia
“Francesco Andreini, pistoriense e la Compagnia de I Comici Gelosi - ovver commedia in discorsi e fatti a dir poco noti, versi ed accomodate sguerguenze che ci portonno via orsù tempo e intelletto” due atti di Enrico Melosi

Lo spettacolo
La formazione artistica e letteraria di Francesco Andreini fu portentosa e avventurosa come la sua vita. Nato a Pistoia dalla nobile e agiatissima famiglia Cerracchi Dal Gallo, preferì assumere in arte il più semplice nome di Andreini, senza motivo dicono gli storici, ma io oso dire che questo testimonia ancor di più la sua pistoiesità e infatti Andreini è un nome molto pistoiese.
Avido di avventure, si arruolò a 23 anni nella flotta medicea dei Cavalieri di Santo Stefano che nelle galee pisane spazzavano il Mediterraneo infestato da pirati algerini e turchi. Purtroppo per lui in un’aspra battaglia navale con i Saraceni, il valoroso marinaio fu catturato e messo in una prigione, da cui riuscì a evadere dopo otto anni.
Ritornato in patria emerse improvvisamente sulle tavole dei teatri ambulanti, applaudito autore e interprete di diverse opere sceniche, curatore e animatore di tipi originali e divertentissimi, come il Dottor Siciliano, anticipatore di Dulcamara e come il picaro negromante Falsirone, che alternava il nativo linguaggio con il francese, lo spagnolo, il portoghese, lo slavo, il greco o il turco, tutte lingue imparate durante gli otto penosissimi anni di prigionia.
Pupillo e favorito della corte dei Gonzaga di Mantova, rifondò su solide basi la Compagnia dei Comici Gelosi, chiamò a sé la moglie Isabella e raggiunse l’apice del successo recitando le mirabolanti avventure del Capitan Spavento da Valle Inferna, temuto perfino dalla morte.
Ma, nel 1604, sulla strada di Lione, venne a mancare, durante un ennesimo parto, l’adorata moglie Isabella, senza la quale Francesco non seppe e non volle continuare la sua vita scenica e si dedicò, nei suoi ultimi anni, alla scelta e alla pubblicazione dei suoi numerosi scritti.
Morì a Mantova, nel 1624.
Spettacolo voluto dal direttore artistico Franco Checchi per omaggiare dovutamente un pistoiese nell’anno di Pistoia capitale della cultura.
Lo spettacolo narra le vicende di una compagnia di comici erranti: i Comici Gelosi e del loro regista, appunto Andreini, tra quotidianità di attori in erba e vissuti, vecchie attrici, litigi, gelosie, rancori e forse amori. Un giorno la compagnia riceve una lettera dai Medici di Firenze che richiedono una loro recita in occasione di un principesco matrimonio a Palazzo Pitti; è l’occasione di tutta una vita per Francesco Andreini.

PERSONAGGI / INTERPRETI
Francesco Andreini, capocomico in arte Capitan Spavento da Valle Inferna / Elvio Norcia
Isabella Andreini, in arte Isabella / Irene Pieraccini
Settimia, vecchia attrice in arte Notaro / Marisa Schiano
Volpina, comica gelosa in arte Fioretta / Antonella Ferro
Egidia, comica gelosa in arte Flaminia / Raffaella Maino
O’ Surdo, in arte Pulcinella / Gennaro Criscuolo
Nunziatina, balia in arte Moglie di Pulcinella / Lucia Del Gatto
Caterina, figlia di Isabella e Francesco / Marina Criscuolo
Lorenzo, musico e cantore in arte Flavio, Ardeo / Edoardo Desideri
Lupo, comico geloso in arte Trappola, Fileno / Andrea Gonfiantini
Donna Violante in arte Vittoria / Cinzia Cedrola
Burchiello in arte Arlecchino / Nicola Buti

Con la partecipazione del Gruppo di Ballo Rinascimentale “L’Aura” di Castellina con Annalisa Ceccarelli, Roberto Fontani, Sara Cappellini

Scene e costumi: Fabio Gonfiantini
Sarta: Gioia Ciardi
Tecnico delle luci: Pino Capozza
Tecnico del suono: Mariella Biagini

Regia di ENRICO MELOSI

Spettacolo prodotto in occasione della nomina di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017

Redazione - inviato in data 01/03/2019 alle ore 18.16.38 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it