Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 23 maggio 2019  
  ...in Toscana Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Degrado lucchese Elezioni 2019 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Mediavalle Necrologi Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
L'Illuminismo dei fratelli Passalia convince il Giglio

Presentata anche la stagione del Settecento musicale a Lucca di Animando

Una pièce teatrale con musica da tutto esaurito. È stata premiata la scelta di Animando di puntare sulla prima di un testo inedito, Oh, Rameau!, scritto dalla musicologa Elisabetta Torselli. In scena ieri (9 marzo) al ridotto del Teatro del Giglio, il pianista Giovanni Passalia nei panni del filosofo Denis Diderot, e suo fratello Ferdinando Passalia, che ha dato voce al nipote del grande Jean-Philippe Rameau. “Un dialogo affascinante e divertente, raffinato e universale al tempo stesso – commenta Paolo Citti, presidente di Animando – che ha saputo ricreare le atmosfere sagaci e fervide dei dibattiti parigini dell'Illuminismo. I fratelli Passalia hanno dimostrato una grande professionalità e intesa, nell'usuale botta e risposta tra voce e pianoforte. E il testo sul quale abbiamo scommesso è stata una rivelazione, per grazia e ritmo: non potevamo iniziare meglio i mesi che ci vedranno impegnati con otto concerti e due conversazioni nel palinsesto del Settecento musicale a Lucca”.
Gli appuntamenti proposti da Animando sono stati presentati ieri al pubblico.
Inizio con una due giorni dedicata a Rossini: il 21 marzo alle 17,30, in San Micheletto, il direttore editoriale della Fondazione Rossini di Pesaro terrà una conferenza dal titolo Gioacchino racconta Rossini; il giorno successivo, 22 marzo, alle 21 in sala Tobino a Palazzo Ducale sarà eseguita l'integrale delle sei sonate a quattro nell'edizione critica di Matteo Giuggioli. Alla casermetta San Colombano, il 2 aprile alle 17,30, si terrà una conversazione con il direttore del Centro studi Boccherini Marco Mangani in preparazione al concerto del 5 aprile alle 21, in sala Tobino, quando gli Archos Quartet si esibiranno su brani di Boccherini, Haydn e Brahms. Il 19 aprile tornerà nella chiesa di San Michele in Foro la musica per sacra rappresentazione del Venerdì Santo, con l'esecuzione – tra gli altri – dello Stabat mater di Vivaldi: in scena, l'ensemble Nuove Assonanze e il mezzosoprano Alessia Nadin. La giovane violinista Lucilla Rose Mariotti sarà protagonista del concerto per violino e orchestra in programma per il 27 aprile alle 18 nella chiesa di Santa Maria dei Servi, su musiche di Geminiani, Pugnani e Slavík. Il 18 maggio alle 21, all'auditorium del Boccherini, appuntamento con la 'musica ritrovata': quella di Giuseppe Maria Carretti e dei suoi allievi Giacomo e Antonio Puccini. Il 26 maggio alle 18, nella chiesa di Santa Maria dei Servi, ancora l'ensemble Nuove Assonanze, diretto da Gianmaria Griglio, in un viaggio Da Lucca all'Europa su musiche di Boccherini, Albéniz, Ravel, Barsanti, Wassenaer e Geminiani. Un concerto tutto dedicato al genio di Ludwig van Beethoven è in programma per il 2 giugno alle 18 in San Micheletto. Infine, il 27 luglio alle 21, al Casinò di Bagni di Lucca, si esibirà il quartetto d'archi vincitore del premio dedicato ad Adolfo Betti istituito da Animando nell'ambito del festival Virtuoso&Belcanto.


www.animandolucca.it
https://www.facebook.com/animandolucca/

Redazione - inviato in data 10/03/2019 alle ore 19.21.10 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it