Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
domenica 24 marzo 2019  
  ...in Toscana Annunci Economici e lavoro Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Degrado lucchese Elezioni Capannori Garfagnana La Tradizione Lucchese  
  l'Altra Stampa Mediavalle Necrologi Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
“Idee in movimento”, parte lunedì da Colle, Castelvecchio e Ruota la campagna di ascolto nei paesi .

Un questionario per tutti i cittadini: le istruzioni per inviarlo al candidato sindaco del centrodestra
Bartolomei: “paesi desertificati, la nostra idea per ridare vita e favorire l'occupazione: contributi a fondo perduto e incentivi fiscali per chi apre o rinnova una attività commerciale. ‘vieni in bottega’ è il nostro progetto per riportare nelle frazioni i negozi prossimità”
Capannori, 16 marzo 2019, Da lunedì 18 marzo il candidato sindaco del Centrodestra, Salvadore Bartolomei, aprirà la campagna d’ascolto “Idee in Movimento” da Colle di Compito, Castelvecchio e Ruota. Il tour proseguirà fino al 12 aprile con #unpaeseognigiorno. Ecco gli orari e i luoghi di ritrovo di lunedì 18 e martedì 19: lunedì 18, dalle 10 alle 11.30 giro per Colle di Compito con ritrovo e partenza dal bar Centoni; dalle 15 alle 18 giro per Castelvecchio di Compito con ritrovo e partenza dal bar Castello; dalle 18 alle 20 giro per Ruota con ritrovo e partenza dal parcheggio all’ingresso del paese; martedì 19, dalle 10 alle 11.30 giro per San Leonardo in Treponzio con ritrovo e partenza dal bar Gattino; dalle 18 alle 20 giro per Pieve di Compito con ritrovo e partenza dalla pizzeria Tre Tigli.
Ai cittadini sarà consegnato un questionario con alcune domande relative a problemi e priorità che più avvertono come urgenti. I cittadini (per i quali sono garantite tutela della privacy e anonimato) potranno restituire di persona i questionari compilati oppure scattare una foto e inviarla, tramite whatsapp, al numero 389.6391096, via mail all’indirizzo bartolomeisindaco@gmail.com oppure alla pagina facebook del candidato Salvadore Bartolomei.
Il tour quotidiano nelle frazioni, che si concluderà il 12 aprile, ha l’obiettivo, spiega Bartolomei, “di arricchire il nostro programma di governo per Capannori. Problemi e criticità del nostro territorio ci sono ben chiari da tempo. Abbiamo idee e soluzioni da proporre, ma vogliamo in questo coinvolgere i cittadini, perché riteniamo che tutti possano dare un contributo e aiutarci a migliorare. Ogni cittadino è per noi un patrimonio di esperienze e di suggestioni”.
L’inizio di #Unpaeseognigiorno, “Idee in Movimento”, è anche l’occasione per Bartolomei di lanciare l’idea “Vieni in bottega”, una delle proposte cardine del suo programma elettorale e che riguarda commercio, sociale e occupazione. “Da anni assistiamo alla desertificazione non solo del centro di Capannori, caso macroscopico e di tutta urgenza, ma anche allo svuotamento di tutti i nostri paesi a causa della veloce e inesorabile chiusura di botteghe e di negozi di prossimità che hanno impoverito le frazioni privando le nostre comunità di servizi essenziali, importanti soprattutto per le famiglie e per gli anziani, di posti di lavoro e di presìdi di socialità. Noi – prosegue Bartolomei – istituiremo a Capannori un fondo a sostegno di chi vuole aprire attività commerciali o ristrutturarle. Sull’esempio di altre città toscane e italiane ben amministrate dal Centrodestra, creeremo un bando per distribuire contribuiti a fondo perduto finalizzato a incentivare il commercio nei nostri paesi: seimila euro per ogni nuova attività commerciale e incentivi importanti per chi vorrà rinnovarla. Vogliamo migliorare l’offerta commerciale e artigianale, contribuire alla creazione di nuovi posti di lavoro, combattere desertificazione dei centri e aumento dei fondi sfitti”. “A chi ci chiede dove troveremo i soldi, rispondiamo che partiremo dall’eliminare gli sperperi di danaro, come quello, ad esempio, del concertone del Primo Maggio, che un anno fa ci è costato la spropositata cifra di quasi 50mila euro e che l’amministrazione Menesini si ostina a proporre in modo ideologico come molte altre iniziative”.
“Vogliamo sostenere il coraggio di chi vuole continuare a tenere aperto un servizio, come quello dei negozi di prossimità – conclude Bartolomei -, che ha ancora un risvolto non solo commerciale ma anche sociale. Prima i nostri centri erano vivibili e vivaci anche grazie alla presenza di piccoli negozi come le botteghe. Oggi non esistono quasi più e nulla ha fatto in questi anni la giunta Menesini per sostenere chi non ha avuto altra scelta che chiudere”. 

Redazione - inviato in data 16/03/2019 alle ore 20.01.19 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it