Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 23 maggio 2019  
  ...in Toscana Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Degrado lucchese Elezioni 2019 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Mediavalle Necrologi Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
C'è un film che non vorrebbero farvi vedere.

Si chiama Unplanned -- è la storia (vera) di una donna che ha lavorato per anni nella più grande azienda americana di aborti, ma dopo aver visto coi suoi occhi che cos'è davvero un aborto è entrata in crisi di coscienza, e da allora difende il diritto alla Vita di tutti i bambini concepiti.

In America hanno provato in tutti i modi a boicottare il film. Ma quando è uscito è stato un successo: 6 milioni di incassi solo il primo fine settimana! Le persone hanno sete di verità.

Aiutaci a chiedere ai cinema italiani di favorire la distribuzione di Unplanned in Italia! I controllori del 'politicamente corretto''proveranno in ogni modo a insabbiarlo e a far sì che le persone non ne vengano a conoscenza e non lo vedano.

Non vogliono che le coscienze si risveglino. Ma c'è qualcosa che può impedirlo: la tua firma.



c'è un film che non devi vedere, o meglio, che non vogliono che tu veda.

Le persone non lo devono sapere. Non si deve diffondere la voce. È troppo pericoloso. Non si deve vedere la verità. Troppi interessi possono essere messi in crisi. Soprattutto, troppe coscienze possono essere risvegliate.

Di che film sto parlando? Sto parlando di Unplanned (significa: non pianificato), un film uscito a marzo negli Stati Uniti che ha incassato solo nel primo fine settimana ben 6 milioni di dollari, nonostante l'enorme campagna politica per contrastarlo.

Il film che ti nascondono: http://www.citizengo.org/it/md/170033-vogliamo-vedere-unplanned-italia

Unplanned racconta la storia vera di Abby Johnson, una ex-dipendente della più grande azienda di aborti di massa del mondo che nel 2009 è entrata in una profonda crisi di coscienza per aver assistito coi suoi occhi a un aborto praticato nella clinica dove lavorava.

Da quel momento, Abby difende il diritto dei bambini di vedere la luce. Lei conosce l'enorme e miliardario mercato che gravita intorno alle aziende che promuovono e praticano aborti. Lei sa che la retorica dei 'diritti delle donne' non è la verità. Che c'è un essere umano di mezzo, i cui diritti sono sistematicamente violati.

Portate Unplanned in Italia, firma: http://www.citizengo.org/it/md/170033-vogliamo-vedere-unplanned-italia

Vorresti vedere Unplanned al cinema in Italia un giorno?

Allora devi aiutarci a chiederlo a gran voce. È altissimo, infatti, il rischio che le catene cinematografiche possano impedire od ostacolare la distribuzione del film a causa di veti politici e ideologici che spesso controllano il mondo della cultura e dello spettacolo, e che certamente non vorrebbero che il pubblico scoprirre la verità sul mercato degli aborti.

Questa petizione è rivolta alle principali sigle italiane di categoria cinematografica. Facciamogli sapere che siamo tantissimi ad essere pronti ad andare al cinema e comprare il nostro biglietto per vedere Unplanned. Facciamogli capire che accogliere e favorire la distribuzione di Unplanned gli conviene!


Filippo Savarese

PS: Firma la petizione qui sotto per sostenere questa campagna:



Firma per vedere Unplanned in Italia: http://www.citizengo.org/it/md/170033-vogliamo-vedere-unplanned-italia

Anonimo - inviato in data 17/04/2019 alle ore 13.21.59 - Questo post ha 1 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- CINEMA??? - da Anonimo - inviato in data 18/04/2019 alle ore 2.04.36
Ma oggi i film si possono vedere in rete. Se ci tenete tanto che la gente lo veda mettetelo in rete.

---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it