Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 23 maggio 2019  
  ...in Toscana Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Degrado lucchese Elezioni 2019 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Mediavalle Necrologi Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
'Il Teatro del Giglio diventa fiore all'occhiello del fallimento della giunta'

'Anche il Teatro del Giglio diventa un fiore all'occhiello del fallimento di Tambellini e della sua giunta'. Lo sottolineano in una nota i gruppi di SìAmoLucca, Lucca in Movimento, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega a margine della commissione di controllo sugli enti chiesta dalle opposizioni. 'In questi anni il Comune ha continuamente sbandierato il miglioramento dei conti del Giglio e il pareggio di bilancio, ma il 2018 si chiude con una perdita di 214 mila euro - attaccano partiti e civiche di centrodestra - ancora una volta dunque si devono fare i conti con la realtà e con un risanamento che non c'è, nonostante il sostanzioso contributo economico che ogni anno garantisce Palazzo Orsetti. Come se non bastasse, nel corso della commissione si è ammesso che le dimissioni del direttore Ferrucci sono legate proprio a divergenze con il Comune e in particolare sul bilancio in rosso. E si è ammesso anche che al Teatro c'è un problema di organizzazione interna. Insomma, cioè che veniva spacciato per virtuoso si è rivelato un mezzo disastro'. Da qui alcune domande che partiti e civiche di opposizione rivolgono all'amministrazione: 'Perché si sta giocando con i soldi dei cittadini lucchesi, visto che il Giglio è un'azienda speciale totalmente pubblica? E perché, se le cose dentro la struttura non funzionano, dallo scorso settembre è stata riconosciuta ad un dipendente un'indennità forfettaria complessiva in più rispetto al suo stipendio di 14mila euro l'anno, dunque oltre mille euro in più al mese, proprio per occuparsi fra l'altro anche di gestione del personale? Perché si continua a pagare questo super minimo se le cose non vanno? E come è possibile che non si sia tenuto conto per tempo dei maggiori costi della lirica, delle spese in piu' per il rinnovo del contratto nazionale dei dipendenti e della diminuzione dei fondi arrivati dal Fus, fondo unico spettacolo?'. Poi un'ultima considerazione: 'Finora l'amministrazione Tambellini ha giocato sulla propria capacità di rimettere in sesto le finanze dell'ente e delle sue aziende partecipate - conclude l'opposizione di centrodestra - in realtà sta collezionando figure barbine anche su questo fronte. Tutto questo mina ulteriormente la credibilità dell'esecutivo'.

SìAmoLucca, Lucca in Movimento, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega

Redazione - inviato in data 17/05/2019 alle ore 17.47.55 - Questo post ha 2 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- PROBLEMI COMPLESSI - da Anonimo - inviato in data 18/05/2019 alle ore 2.31.45
Il Signor Ferrucci fu messo lì su suggerimento di ambienti 'regionali'. Tutto il settore teatrale è centralizzato e diretto da Firenze. Essere autonomi è difficile e questa giunta è meno autonoma di altre.

In ogni caso la gestione di un teatro non può essere in attivo. Se vuoi prosa e opere devi metterci dei soldi. Questo vale ovunque in Europa.

Il livello culturale di quel che si fa dipende da chi dirige la baracca, ma se chi dirige la baracca è obbligato a mettere in scena quel che viene prodotto o acquistato a livello regionale, allora il suo ruolo è totalmente depotenziato.

Senza autonomia dal circuito regionale fare gestione teatrale è impossibile.


---------------------------------------
- alcuni spunti di dibattito - da Anonimo - inviato in data 18/05/2019 alle ore 1.35.47
a) è giusto che una struttura per pochi si ciucci 1,4 milioni di euro per dare sollazzo ai ricchi? E tutto dietro il mantello falso della 'casa culturale' di tutti i lucchesi...
b) è giusto che ci siano quasi 30 contratti a tempo indeterminato e che il teatro si e no sia aperto per proprie iniziative per 40 sere?
c) è giusto che ci sia un direttore artistico, ovviamente non lucchese ma ammanicato col partito a Firenze, che prende 50mila euro l'anno per non fare nulla visto che tutte le scelte per la lirica sono già state fatte e sono state fatte dai teatri di Pisa e Livorno, di cui siamo comunque succubi?
d) è giusto che non si sappia il nome di questa dipendente - che si dice molto legata a nome di nota e potente famiglia di lucca bella - che ciuccia questi soldi mentre il teatro affonda nei debiti?
e) è giusto non solo pagarle soldi extra e tanti, a questa dipendente, ma anche non spostarla o rimuoverla dal suo posto di lavoro, specie se ci sono fondate voci che sia anche lei responsabile in tutto o in parte della malagestione del teatro?
f) è giusto che il teatro resti aperto quando ci sono FORTI SOSPETTI che la struttura sia non solo non agibile ma a rischio grave per il pubblico?
g) è giusto che tutte le volte che qualcuno mette le mani nella mota del Teatro, tipo il direttore dimissionario, chissà perché si trova sempre il modo di allontanarlo in qualche modo, tanto il teatro va avanti lo stesso con i soldi di tutti?
Fosse per me, il Giglio chiuderebbe domani. Magari per i lavori di messa a norma urgente visti i rischi, che io conosco, della struttura e il pericolo assurdo per il pubblico.
Fosse per me, prenderei il sindaco e i suoi assessori e gli chiederei se sono al corrente di questo: se lo sono, sono dei delinquenti che giocano con le vite dei cittadini. Se non lo sono, forse è meglio che cambino lavoro.
Il Giglio è sempre stato il giocattolino di quattro intellettualetti falliti e tre ricchi scontenti: pensate che noi lucchesi tollereremo ancora chi lo foraggia con ballini di soldi nostri? Il 26 il calcio nel culo aspettatevelo. Prima a Bruxelles. Poi vi arriva a Lucca.


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it