Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
sabato 21 settembre 2019  
  ...in Toscana Altopascio - Porcari -Capannori amare gli animali Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Degrado lucchese Garfagnana La Tradizione Lucchese  
  l'Altra Stampa Mediavalle Necrologi Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Asilo Isola di Lammari, tutto da rifare.

Asilo Isola di Lammari, tutto da rifare; Marchetti (FI)

«Dal Pd capacità di valutazione dei progetti di livello dilettantistico»

Il Capogruppo di Forza Italia Maurizio Marchetti: «La bioedilizia marcisce

al costo di 800mila euro dalla Regione e un totale di 1 milione e 300mila»

«Quello che doveva essere un modello di bioedilizia al servizio dei più piccini, ovvero l’asilo Cosimo Isola di Lammari a Capannori, è lì a marcire da poche settimane dopo la sua inaugurazione in grande spolvero. L’alzata d’ingegno è costata 800mila euro di cofinanziamento da parte della Regione Toscana e un importo complessivo di 1 milione e 300mila euro. Oggi l’esimio sindaco di Capannori pensa a una sua riprogettazione? Beh, fare e disfare è tutto un lavorare e si sa: se i nastri da tagliare son pochi la papera del consenso non galleggia. E quindi quei nastri bisogna inventarseli»: l’attacco arriva dal Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti per l’asilo della frazione capannorese inaugurato l’8 maggio 2014 e di cui si sta occupando da vicino anche il Capogruppo azzurro nel Comune di Capannori Matteo Scannerini.

«Il plesso – ricorda Marchetti – è stato propinato come la scuola che avrebbe dovuto essere esempio dei più avanzati canoni della bioedilizia e autosufficienza energetica. Aperto ai bambini a settembre 2015 dopo i costi di realizzazione appena rammentati, già a ottobre dello stesso anno iniziò ad essere inutilizzabile per il cedimento delle tubazioni che provocò le prime infiltrazioni d’acqua. Tempo sette mesi, il nido chiude i battenti perché non più agibile: si dice che sarebbe stato costruito su una falda acquifera profonda 30 centimetri appena. Il 13 aprile 2016, infine, la procura di Lucca dispone l’apposizione dei sigilli e procede ad acquisire la documentazione relativa a progettazione e costruzione dell’edificio. Il 16 settembre è il giorno del dissequestro, che fa seguito alla chiusura delle indagini peritali».

Tre anni, da allora: «Tre anni e nessuna azione. La struttura marcisce e a pagare sono i cittadini sia in termini di soldi pubblici con cui l’opera è stata realizzata e con cui ora secondo le indicazioni che leggo giungere da parte del sindaco di Capannori potrebbe essere riprogettata e rimaneggiata – sottolinea Marchetti – sia in termini di mancato servizio. La verità è che l’asilo Cosimo Isola di Lammari rimane il totem della totale incapacità da parte del Pd di soppesare le spese e valutare i progetti. Livello dilettantistico. Un disastro. Come possono adesso i cittadini fidarsi delle future valutazioni dei medesimi uffici tecnici?»

Redazione - inviato in data 13/09/2019 alle ore 12.56.33 - Questo post ha 1 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- Biodilizia - da Anonimo - inviato in data 13/09/2019 alle ore 20.42.27
O Marchetti, sembri Salvini ( a te vicino ) speculate sempre sulle disgrazie della collettività
Allora come la mettiamo con le casine berlusconiane costruite a L’Aquila?
Impianti congelati , infiltrazioni!
Già ma quelle sono un’altra cosa
Fare politica vuol dire essere al sevizio della collettività mentre tu e quelli come te siete avvoltoi pronti a buttarvi sui cadaveri , perché sui vivi siete troppo vigliacchi
Ugo bianchi Lucca


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it