Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 21 ottobre 2019  
  ...in Toscana Altopascio - Porcari -Capannori Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Degrado lucchese Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  LUCCA COMICS & GAMES Mediavalle Necrologi Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
‘Un canto per l’Europa: oltre le frontiere’

Le Conversazioni in San Francesco 2019, promosse dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, quest’anno dedicate al tema “Conquiste. Rivoluzioni oltre i muri”, proseguono sabato 19 ottobre, con una matinée per le scuole. Alle ore 10.00, nella Chiesa di San Francesco si terrà un incontro tra narrazione e musica, dal titolo ‘Un canto per l’Europa: oltre le frontiere’. Il giornalista e scrittore Paolo Rumiz con il Maestro Igor Coretti Kuret racconterà la storia di ESYO, European Spirit of Youth Orchestra, insieme ad alcuni ragazzi che ne fanno parte.

L’orchestra, fondata nel 1994 dal triestino Igor Coretti Kuret, è un progetto unico nel panorama internazionale, composta esclusivamente da giovanissimi musicisti (tra gli 11 e i 18 anni) selezionati nei Conservatori e nelle Scuole di musica di 21 paesi europei. Con la musica e le parole, loro che per stare insieme hanno superato ogni barriera linguistica e territoriale, raccontano, contro il rinascimento di ogni muro, di chi si è trovato e si trova tuttora a oltrepassarli: per lavoro, per paura, per fame o a volte semplicemente per curiosità, amore e inquietudine.



Dal 2015 i ragazzi di Esyo, accompagnati dalla voce narrante di Paolo Rumiz, stanno girando il paese raccontando storie. La collaborazione nata con il progetto Tamburi di pace, è un sodalizio che vede i testi di Rumiz dialogare con la musica, ogni anno su un tema diverso.



In questo evento, ideato per Lucca, i testi, recitati dallo stesso scrittore, si intrecceranno con le musiche di compositori quali Korsakov, Ravel e Beethoven eseguite da alcuno dei musicisti senior dell’orchestra.



«Non conosco nessuna metafora più perfetta di ciò che potrebbe essere l’Europa». Ci dice Rumiz a proposito dell’ensamble di Esyo. «Un'Europa fatta di giovani che parlano tra loro con la freschezza e il potere della musica. Un'Europa diversa, ben più importante di tante relazioni ministeriali».



Paolo Rumiz è giornalista e scrittore triestino, attento cultore delle storie del passato dimenticate volutamente o per convenienza è stato inviato del quotidiano «Il Piccolo» negli anni dei grandi cambiamenti a Est di Trieste, e poi di «Repubblica», esperto del tema Heimat e delle identità in Italia e in Europa, dal 1986 ha seguito gli eventi dell’area balcanico- danubiana, coprendo gli anni difficili della guerra jugoslava, specializzandosi poi in reportage di viaggio. Nel novembre 2001 è stato inviato a documentare l’invasione dell’Afghanistan. Da quindici anni realizza ogni agosto un lungo feuilleton di esplorazione negli spazi più arcani d’Italia e dello spazio euro-mediterraneo.



Si ricorda che l’ingresso e gratuito. I biglietti, da quest’anno, sono prenotabili online, fino ad esaurimento dei posti, sul sito www.fondazionecarilucca.it. Sarà quindi sufficiente presentarsi all’ingresso della chiesa una stampa della prenotazione (o con il biglietto visualizzato su smartphone) dove sono indicati numero e posizione dei posti prenotati.

Le Conversazioni in San Francesco, volute e promosse dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, sono realizzate da una piccola ‘task force culturale’ con l’obiettivo di proporre un programma ricco di contenuti e prospettive differenti, e, come sempre, di fare rete. E proprio in quest’ottica, anche quest’anno, si rinnova la collaborazione con la biennale d’arte fotografica Photolux Festival, che dedica questa edizione al tema dei ‘muri e, più in generale, dei confini e delle barriere. Questa VI edizione delle Conversazioni offre l’occasione, attraverso la storia, l’attualità, la cultura e la memoria, per parlare di muri che dividono e muri che uniscono, di Europa e di pagine oscure della nostra storia, ma anche di futuro e di speranza.

Redazione - inviato in data 12/10/2019 alle ore 13.24.13 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it