Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 2 aprile 2020  
  ...in Toscana Altopascio - Porcari -Capannori - Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Mediavalle Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Visita informale dell'Arcivescovo Mons. Giulietti alla Croce Rossa Italiana

Visita informale quella che l'Arcivescovo ha compiuto ieri (7 dicembre) presso la sede del Comitato di Lucca della Croce Rossa Italiana. Mons. Giulietti era stato inviitato a far visita alla sede del Comitato dal Presidente Fasano che lo ha accolto con un piccolo gruppo di Volontari. Una visita che ha fatto sì che l'Arcivescovo facesse conoscenza con la realta della CRi a Lucca, iniziata dal Centro odontoiatrico Solidale. Una realtà di eccellenza, come ha sottolineato il responsabile dott. Alessandro Casturegli che ha illustrato nei dettagli tutte le strumentazioni dell'ambulatorio che dalla sua inaugurazione più di due anni fa ha effettuato oltre 1200 prestazioni. Poi la visita alla struttura nei moduli abitativi al centralino, uffici, sala ricreativa e dormitorio per poi soffermarsi con i volontari e le Crocerossine presenti in sala Buttiglione per uno scambio di impressioni.
Il presidente Fasano ha ringraziato il Vescovo Giulietti per la sua presenza ribadendo la crisi che affronta da qualche tempo il volontariato in generale ma fiducioso che la Croce Rossa continua nonostante tutto a prestare il suo servizio verso gli ultimi, gli invisibili coloro che la società mette ai margini e a tutti coloro che quotidianamente lottano per esistere in ogni parte del mondo.
Il Vescovo Giulietti nel suo intervento ha detto che 'L'accesso dei giovani al mondo del volontariato che fino a qualche anno fa era spontaneo, oggi è diventato una cosa abbastanza rara e oggi ha bisogno di una proposta atta a incentivare, formare i giovani e la loro attenzione verso il mondo degli altri. Bisogna immaginare dei percorsi di avvicinamento, di promozione, di educazione anche in età abbastanza precoce dato che la cultura individualista in cui oggi tutti viviamo non predispone i giovani ad impegnarsi in favore del prossimo' ha proseguito il Vescovo 'Una seconda sfida è quella sulle motivazioni di chi fa volontariato. c'è bisogno di compiere un lavoro per richiamare sempre le motivazioni più nobili, più altruistiche del servizio per gli altri che fanno digerire gli aspetti più problematici sempre presenti. Una terza cosa - ha concluso Mons. Giulietti - è che stiamo assistendo ad un incattivimento della gente. Lo sguardo sul povero sta diventando sempre più negativo quasi che la povertà sia una colpa e quindi chi fa cose per i poveri vienga criticato, non capito. C'è bisogno quindi di fare cultura. Ci siamo illusi che la cultura del popolo italiano fosse fondamentalmente una cultura di accoglienza e oggi stiamo vedendo che non è così e quindi chi fa volontariato deve impegnarsi a fare cultura, a comunicare il bene,, condividere le ragioni di certe cose che si fanno, far toccare con mano le situazioni che non sono numeri, statistiche ma che sono storie, volti, persone, famiglie, quartieri. Bisogna fare cultura della solidarietà.'
Il vescovo ha poi fatto notare come oggi ci sia la tendenza ad equiparare 'chi fa il bene ad una qualsiasi attività commerciale e quindi si tende a non aiutare o a non considerare le attività in favore degli altri come un di più e quindi a non porre in atto una serie di meccanismi legislativi in loro favore'.
Poi il Vescovo è stato accompagnato presso ai Macelli dove ha sede il Centro di ascolto e i magazzini per lo stoccaggio e la distribuzioni delle derrate alimentari ACEA e del magazzino vestiario che viene distribuito ai non abbienti. La Delegata Area 2 (Supporto ed inclusione sociale) Maria Cristina Cammilli ha presentato i volontari e le volontarie scambiando con il vescovo impressioni e illustrando le attività del Centro.
Una visita che è terminata con l'invito da parte del Presidente Fasano che ha ringraziato il Vescovo Giulietti per la sua prolungata presenza e con la speranza per un futuro appuntamento, magari in un momento di festa che veda tutti i volontari presenti.

Claudio Dell'Amico

Redazione - inviato in data 08/12/2019 alle ore 17.47.46 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it