Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 6 aprile 2020  
  ...in Toscana Altopascio - Porcari -Capannori - Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Mediavalle Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Come ha fatto la nostra generazione

A volte mi chiedo:
come ha fatto la nostra generazione
a sopravvivere ai cibi contenenti lattosio ?
Come siamo potuti crescere senza omogenizzati, integratori, ormoni e multivitaminici ?
Come siamo vissuti senza Coca zero, Red Bull, aperitivi e long drink, se aspettavamo la domenica per bere l’acqua gasata con polverine disciolte ?
Come abbiamo superato gli inverni rigidi
col panino nella cartella, senza le merendine, la nutella e gli immunostimolanti ?
Come ci siamo accontentati della merenda del pomeriggio fatta di pane, burro e zucchero, senza ricorrere ai centrifugati di frutta e verdura ?
Come abbiamo superato le sere d’estate
con una fetta di anguria per strada,
senza la baldoria degli happy hour ?
Come abbiamo sopportato la punizione di un professore, e abbracciato incontrandolo dopo tanti anni, senza aggredirlo con l’approvazione dei genitori ?
Come abbiamo potuto corteggiare la compagna di banco senza epilazione sul petto, e un fisico da bodybuilding ?
Come abbiamo potuto fare a meno del personal trainer, avendo giocato solo a calcetto sui terreni sterrati, mentre il compagno più sfigato faceva da arbitro ?
Come siamo sopravvissuti alle ginocchia sbucciate e disinfettate con la sola saliva, senza ricorrere ad antibiotici
antisettici e medicazioni ?
Come siamo riusciti ad incontrarci con la ragazza se non esisteva il cellulare
e gli unici sms erano un bigliettino nel diario e un bacio rischiato ?
Come accettava di uscire con noi, se andavamo a prenderla a piedi sapendo che volevamo regalarle le ali ?
Come abbiamo potuto scrivere poesie
e comporre canzoni senza l’uso del computer ?
Come siamo riusciti ad aspettare un tempo infinito per dare il primo bacio,
se ora è l’ultimo ad arrivare dopo un amplesso ?
Eppure, la nostra generazione che non faceva l’alba, ha saputo sognare.
Perché il cibo più sano che l’ha nutrita,
era la speranza.

Anonimo - inviato in data 12/01/2020 alle ore 4.48.36 - Questo post ha 4 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- Come ha fatto la nostra generazione... - da Anonimo - inviato in data 13/01/2020 alle ore 16.24.44
...semplicemente ...Non c'è tempo per sognare...
Il giornale lo compriamo quasi mai e lo sfogliato in tre minuti
Alla cassa del supermercato insacchiamo e paghiamo alla cassa veloce
Al telefono rispondiamo. .no grazie prima di sapere cosa ci chiedono
Gli acquisti li facciamo via Internet..In due giorni arriva il pacco
Pure in bagno cerchiamo di sbrigarcela al più presto. ..
CONCLUSIONE. ..ABBIAMO FRETTA di andare....ma dove mai?


---------------------------------------
- Pane, burro e zucchero... - da Anonimo - inviato in data 12/01/2020 alle ore 13.55.08
Giusto che me lo ha ricordato, tra poco me ne faccio una fetta, lo sento già al palato.
Si potrebbe benissimo dire
Che vi siete persi!
Per non parlare del lattosio
per me adesso senza sarebbe tortura.
Le ginocchia sbucciate, le gambe tute rigate da pruni e ortica,
al ritorno dalle spedizioni nelle foreste vicine.
Oggi neppure possibile perchè più di metà scomparse, quelle rimanenti, mezze abbandonate o piene di recinzioni, muri, reti, cancelli e cancelletti.
Poi il frutteto con le pesche più buone del Mondo, divorate sul baroccio!
Un paese, il mio paese,
che non esste più.


---------------------------------------
- Simplicio - da Anonimo - inviato in data 12/01/2020 alle ore 10.52.13
Pensi lei come sarà sembrata viziata la sua generazione agli occhi degli Etruschi, e come questi saranno sembrati dei fighetti per gli uomini delle caverne. Eppure, andavano avanti e sognavano anche loro.

---------------------------------------
- Grazie !! - da Anonimo - inviato in data 12/01/2020 alle ore 10.27.35
Lei ha scritto tutte quelle cose che avrei voluto saper dire ma non riuscivo a trovare le parole giuste senza diventare retorico o patetico.
Grazie
CC


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it