Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 2 aprile 2020  
  ...in Toscana Altopascio - Porcari -Capannori - Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Mediavalle Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
I fossi dell'arte Lucca 2020 non si faranno

Buongiorno,

Ho appena ricevuto la spiacevole notizia che quest'anno non si terrà l'evento 'i Fossi dell'Arte' organizzato da Arci Lucca - Versilia e il pittore Fabrizio Barsotti che hanno portato successo cercando la riqualificazione di una zona che sta lentamente marcendo.

In primis è stata data la scusa relativa alla compilazione errata della domanda, quando la stessa era stata approvata in fase di rilascio, dopo è stata data la scusa per un eventuale disagio generato dal blocco del traffico, lo stesso (il traffico) è ogni giorno la continua causa di problemi legati sia alla disgregazione del manto stradale che delle possibili rotture agli argini del centenario fosso che attraversa questa bellissima città.
E' quasi un paradosso che venga reso possibile il transito quotidiano nel tratto di Via del fosso tra il n.129 ed il 177 e non un evento che possa giovare alla riqualificazione di quel tratto in quanto quella stessa via è stata abbandonata da artigiani, negozianti, e altri ancora per il problema causato dallo stesso traffico.
Se l'amministrazione comunale facesse una stima di tutti i fondi non attivi/abbandonati di quella via si renderebbe conto di tale stato di abbandono.
Tale zona è un bene ultramilionario sia per il turismo che per la città stessa in quanto se venisse riqualificata potrebbe diventare come i navigli di Milano o Venezia.
L'iniziativa di Fabrizio Barsotti ha portato migliaia tra turisti e Lucchesi a rivivere con gioia un pomeriggio in quell'antica via, per poi ritornare alla quotidianità del traffico che l'amministrazione comunale desidera tanto.
Vi scrivo in quanto da Genovese mi sono innamorato di Lucca, ma sto vedendo che l'amministrazione comunale si appella alla burocrazia e non al buonsenso, lo stesso (il buonsenso) non deve appartenere a nessuna parte politica, visto che si sta parlando di riqualificare Lucca e di ARTE.
Spero che possiate effettuare un articolo in merito tale da recapitare la comunicazione al sindaco Alessandro Tambellini, che anch'egli partecipò a tale evento tagliando il famoso nastro.

https://www.youtube.com/watch?v=tRmsX4U6JLI

Sinceri saluti.

Andrea Madaro.

Redazione - inviato in data 17/01/2020 alle ore 16.40.39 - Questo post ha 12 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- iFossi dell'arte 2020 non si faranno - da Anonimo - inviato in data 19/01/2020 alle ore 17.16.53
Lucca.Peccato per i Fossi dell'arte è semplicemente vergognoso che un iniziativa così bella venga boicottata con delleotivazioni tanto puerili da fare riflettere ,lo stato di salute mentale dei nostri amministratori.Ci sarà modo di tornare a parlare di come un tratto di strada del centro storico e detta a tutti trascurata e bisognosa di rilancio sia diventata motivo di attrazione per cittadini e turisti.

---------------------------------------
- i fossi dell'Arte non si Faranno- - da Anonimo - inviato in data 19/01/2020 alle ore 11.27.47
Fabrizio Barsotti - Venite a dimmele di persona queste cose, l'iniziativa era nata per promuovere e rilanciare dal punto di vista culturale, e artistica- Non è colpa mia se lasciano i fondi a marcire i proprietari, ma li in via del Fosso c'è storia e tradizione , con Lucca industriosa che dal 1376 era conosciuta per l'importanza della lana e Seta, il successo c'era la gente è rimasta male-

---------------------------------------
- @qui non dipende dalla politica ma di arte - da Anonimo - inviato in data 19/01/2020 alle ore 1.02.39
Almeno quando scrivi caro Barsotti puoi anche firmarti. L'elenco che hai fatto è veramente misero, oltretutto in molte strade del centro puoi trovare questi professionisti e artigiani.

Non sò se ti sei accorto che in molte strade ci sono fondi commerciali vuoti al contrario di via del fosso che sono tutti garage.. è nata li dove ? davanti il tuo studio o in via del Fosso che è lunga quasi un kilometro ???

Se volete far conoscere via del Fosso, è lunga, e come ho già scritto cè una parte chiusa al traffico, mi sembra piu logico farla li.

Poi se volete trovare delle scuse perchè li ce lo studio di Barsotti allora fate pure, ma sicuramente cè gente che farà le sue osservazioni e devono essere prese in considerazione.


---------------------------------------
- i fossi dell'Arte non si Faranno- - da Anonimo - inviato in data 18/01/2020 alle ore 18.40.23
Lucca- L'evento deve essere fatta in via del Fosso perché è nata li per fare conoscere la zona , fondi vuoti, che c'entra Piazza San Francesco, che centra Barsotti , ci sono 2 ristoranti, un falegname, il fotografo, studio Architetti- sono favorevole per un Si. qui non dipende dalla politica ma di Arte-

---------------------------------------
- Sì ok, però - da Anonimo - inviato in data 18/01/2020 alle ore 13.28.09
secondo voi perchè il comune ha detto no alla manifestazione?
A chi dà noia?
Non dite ai residenti, perché non è vero.


---------------------------------------
- Ma fatelo in San Francesco no? - da Anonimo - inviato in data 18/01/2020 alle ore 13.15.26
Barsotti vole la rassegna davanti al suo studio. Se il macellaio di Via Nuova volesse fare una sagra della bistecca gliela dovremmO concedere? Se l''ortolano di Piazza della Pupporona facesse la sagra del Finocchio si dov rebbe chiudere la Piazza? Bisognerebbe essere imparziali.!!!
Sappiano tutti chi c'era dietro Barsotti. Basta con queste sponsorizzazioni politiche. Cominciate davvero a pensare ai diritti e alla giustizia. Questo è quello che manca la sinistra di oggi: la sinistra dei raccomandati.


---------------------------------------
- Io sono per il NO - da Anonimo - inviato in data 18/01/2020 alle ore 12.48.17
Mi dispiace per Barsotti, ma io sono contrario perchè la volontà di Barsotti è di chiudere definitivamente Via del Fosso per farla diventare pedonale.
Perchè ? Perchè ha il suo studio li.
Vi pongo un'latra domanda, perchè questa manifestazione non viene fatta lungo il fosso dalla parte di Villa Bottini dato che è già chiusa di per se al traffico ???

Ricordatevi che quando si istituisce una zona pedonale bisogna anche pensare come si ripercuote sulla vita della città, se siete favorevoli allora possiamo chiudere la città e farla diventare pedonale a partire dalle porte di accesso.
Ma questo mi sembra che non lo vuole nessuno, e perchè proprio Barsotti vuole chiudere una strada di collegamento necessaria per far vivere il centro storico ???

Riflettete, riflettete... le soluzioni ci sono!


---------------------------------------
- i fossi dell'Arte non si Faranno- - da Anonimo - inviato in data 18/01/2020 alle ore 12.39.29
Lucca- Peccato per i Fossi dell'Arte -sostengo con un bel Si-

---------------------------------------
- I fossi dell'arte Lucca non si faranno - da Anonimo - inviato in data 17/01/2020 alle ore 23.59.11
Lucca Speriamo che si trovi un accordo per la bellissima iniziativa culturale e artistica iFossi dell'arte svoltasi da Aprile a Settembre 2019 con sei appuntamentiVia del Fosso deve vivere non morire .Sono per il Si

---------------------------------------
- i fossi dell'Arte non si Faranno- - da Anonimo - inviato in data 17/01/2020 alle ore 22.12.56
Lucca- Io dico Si ,per i Fossi dell'Arte è stata una bella iniziativa di promozione per la zona, vedere tanta gente , artisti ,pittori, musicisti, poeti, sfilata di moda, Performance,

---------------------------------------
- Fossi dell'Arte SI - da Anonimo - inviato in data 17/01/2020 alle ore 19.28.50
E''semplicemente vergognoso che un'iniziativa così bella venga boicottata con delle motivazioni tanto puerili da far riflettere sullo stato di salute mentale dei nostri amministratori. Ci sarà modo di tornare a parlare di come un tratto di strada del centro storico a detta di tutti trascurata e bisognosa di rilancio sia diventata motivo di attrazione per cittadini e turisti. Basti solo dire che l'incontro tra espositori e passanti è quanto di più civile ci possa essere per un rapporto con l'arte che non sia sempre calato dall'alto e dove esposizione di opere e contesto si integrano. E questo tanto più in quanto questa Amministrazione comunale e il suo Sindaco si definiscono progressisti. Se ci sono degli ostacoli burocratici il Comune deve impegnarsi a rimuoverli e sostenere queste iniziative. Altrimenti nasce il legittimo sospetto che i nostri illuminati amministratori illuminati non siano oppure che sono oggetto di pressioni da ambienti e corporazioni che hanno messo le mani sulla città. In una sua recente lettera aperta il Sindaco Tambellini invita il suo partito a stare dalla parte dei più deboli:
'Dobbiamo tornare a essere il partito del lavoro e dei lavoratori, dai dipendenti ai precari, dai liberi professionisti agli sfruttati e ai sottopagati. Il partito che si batte per la dignità del lavoro e per una giusta remunerazione; il partito che rappresenta chi si sente escluso, chi fa

più fatica, chi ha meno diritti, chi ha paura e per questo si sente insicuro, solo, povero”. Dopo di che fa? Chiude quest'esperimento virtuoso ma con meno forza contrattuale e - pensate un po'- se ne va, come fa da anni, a braccetto con personaggi usi a muoversi nei
meandri del potere come il promoter D'Alessandro che dice di essere, e pare che se ne vanti, un arrogante. E in effetti il paragone col Summer festival non ci sta proprio. Pensate che quando fanno i concerti sugli spalti si chiude la città, volano gli elicotteri - pieni ovviamente di poveri e esclusi - si chiudono le scuole che neanche sotto le bombe a Beirut.

Pare che per I Fossi dell'Arte, prescindendo da quanto detto sopra a proposito di altri eventi che bloccano l'intera città, il problema sia proprio questo, l'interruzione che provocano al traffico. Mi sembrano eloquenti in questo senso le parole contenute nel post qui inviato da
chi ha promosso e organizzato questa manifestazione ' ...è stata data la scusa per un eventuale disagio generato dal blocco del traffico, lo stesso (il traffico) è ogni giorno la continua causa di problemi legati sia alla disgregazione del manto stradale che delle possibili

rotture agli argini del centenario fosso che attraversa questa bellissima città. E''quasi un paradosso che venga reso possibile il transito quotidiano nel tratto di Via del fosso tra il n.129 ed il 177 e non un evento che possa giovare alla riqualificazione di quel tratto in quanto quella stessa via è stata abbandonata da artigiani, negozianti, e altri ancora per il problema causato dallo stesso traffico.
C'è da augurarsi che i nostri amministratori ritrovino un po''di pudore senza addurre cavilli sui quali in altre occasioni hanno abbondantemente soprasseduto.


---------------------------------------
- ecco il problema !! - da Anonimo - inviato in data 17/01/2020 alle ore 17.19.16
....recapitare la comunicazione al sindaco Alessandro Tambellini, che anch'egli partecipò a tale evento tagliando il famoso nastro.'

Il nastro quando l'ha tagliato una volta mica lo puoi ritagliare anche l'anno dopo!!! sta male.

Pare sia l'unica attività che ha il sindaco: ha consumato tre paia di forbici nel suo mandato e 5 km di nastro. E ho detto tutto


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it