Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
domenica 20 settembre 2020  
  ...in Toscana Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2020 Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Lucca Curiosa Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
al Teatro dei Rassicurati di Montecarlo in scena “Il berretto a sonagli”

Domenica 2 febbraio 2020, alle ore 16:30, al Teatro dei Rassicurati di Montecarlo si terrà il secondo appuntamento della ventisettesima edizione della rassegna teatrale “Chi è di scena! Montecarlo 2020” organizzata dalla F.I.T.A. Federazione Italiana Teatro Amatori - Comitato Provinciale di Lucca in collaborazione con il Comune di Montecarlo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.
La Cattiva Compagnia metterà in scena “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello, per la regia di Giovanni Fedeli.
Una commedia nata e non scritta come ebbe a dire lo stesso Pirandello. Sono passati cento anni ormai da quando “Il berretto a sonagli” fu messo in scena dalla compagnia di Angelo Musco a Roma, ma resta d’impatto anche a distanza di un secolo, perché i dilemmi dell’uomo rimangono immutati anche oggi.
Siamo nella Sicilia di inizio Novecento, terra bruciata dal sole e da antichi valori, la società costringe gli individui ad apparire rispettabili, obbedendo a precisi codici di comportamento. In realtà tutto è permesso, purché si salvino le apparenze. Ciampa è un umile scrivano al servizio del Cavalier Fiorica e di sua moglie Beatrice, che, tradita e offesa, cede ai suoi sbalzi di umore e, convinta dalla perfida Saracena, convoca il delegato di polizia Spanò per denunciare il marito di adulterio.
Fana, la donna di servizio, cerca di convincere Beatrice a desistere, ma nulla può davanti a tanta determinazione. Il delegato Spanò, chiamato a casa di Beatrice, cerca in tutti i modi di non accettare la denuncia per non dover cogliere in flagrante il Cavaliere con la bella Nina, moglie fedifraga di Ciampa. Beatrice non molla e il delegato cede al volere della donna…
I personaggi de “Il berretto a sonagli” si trovano in situazioni paradossali, in cui tutto sembra perduto, in cui l’uscita dal labirinto del dilemma pare lontana come una fievole lucina. L’unico personaggio deciso di percorrere la propria strada è Beatrice, che marcia a testa bassa verso la meta per tutto lo spettacolo. Ma il suo atteggiamento caparbio e senza dubbi la punirà.
Ciampa, invece, perfetto eroe pirandelliano, è schiacciato da quel berretto a sonagli, quel copricapo della vergogna intriso del suo onore macchiato, ostentato davanti a tutti. Invita Beatrice alla ragione e a dare una giratina allo strumento, d’altronde si sa, le corde son tre: la seria, la civile e la pazza.

Con Giovanni Fedeli, Elisa D’Agostino, Tiziana Rinaldi, Iacopo Bertoni, Daniele Corsetti, Cristiana Traversa, per la regia di Giovanni Fedeli.

Il prossimo appuntamento della rassegna è in programma per domenica 9 febbraio, sempre alle ore 16:30: in scena l’irresistibile e genuina comicità della Compagnia La Combriccola che nel nuovo lavoro, “Mamma mia, questa tennologia!” di Marco Nicolosi, affronta con la solita leggerezza un tema molto attuale, l’uso smodato della tecnologia con il relativo impatto nella vita quotidiana di ciascuno di noi.

Note di servizio
Il biglietto d’ingresso costa € 8,00 (speciale per tesserati F.I.T.A., mediante esibizione di tessera in corso di validità, € 5,00) ed è possibile sottoscrivere l’abbonamento all’intera stagione (13 spettacoli) al costo di € 70,00.
Per informazioni e prenotazioni, si può contattare Rita al numero 320/6320032 o alla casella di posta elettronica fitalucca@gmail.com.
Tutti i programmi delle rassegne teatrali organizzate dalla F.I.T.A. Lucca sono consultabili sul sito www.fita-lucca.it.

Redazione - inviato in data 02/02/2020 alle ore 11.04.36 -

QUANTO VALE LA TUA OPINIONE ?

Quanto vale il tuo diritto di parola ? FERMATI E RIFLETTICI UN SECONDO...
Quanto vale il tuo diritto di dire a tutti come la pensi e a ribattere e contestare le idee che non condividi ?

Oggi ci sono decine, centinaia di quotidiani on-line che ti forniscono la loro versione dei fatti, la loro visione del mondo.

LA LORO...

...qui puoi aggiungere la tua!

per saperne di più...

se vuoi continuare ad avere un giornale libero su cui puoi scrivere la tua opinione, anche in forma anonima, e leggere quella degli altri puoi farlo aiutando LA VOCE DI LUCCA con una donazione.
Quanto sei disposto a dare per avere questo tuo diritto ?

E’ possibile inviare le donazioni attraverso le seguenti modalità:

– bonifico bancario: intestato a CRISTOFANI COMUNICAZIONE presso Banco di Lucca - Sede , IBAN IT74J0324213700CC1014008372, ricordandovi di segnalare nella causale il vostro indirizzo email

– con conto paypal o altra carta di credito,

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it