Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
venerdì 28 febbraio 2020  
  ...in Toscana Altopascio - Porcari -Capannori - Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Mediavalle Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Il Parco delle Apuane approva la graduatoria dei progetti di recupero

Il Parco delle Apuane approva la graduatoria dei progetti di recupero del patrimonio storico-culturale: oltre 160.000 mila euro di interventi

Massa, 14 Febbraio 2020

Con determinazione dirigenziale n. 8 del 5 febbraio 2020 il Parco delle Alpi Apuane ha deliberato la concessione di contributi finalizzati ad interventi materiali sul patrimonio storico-culturale presente nell’area protetta.

Due i filoni di intervento previsti dall’avviso pubblico approvato dal Parco lo scorso novembre. Il primo riguardava “interventi materiali sul patrimonio storico-culturale con esclusione della sentieristica” a cui erano destinate l’85% della risorsa totale (90.000 euro). Il secondo “interventi materiali sul patrimonio storico-culturale limitatamente alla sentieristica” a cui era destinato il restante 15% (22.500 euro).



Tra gli interventi sul patrimonio, maggiormente premiati quelli di recupero di manufatti lungo la Linea Gotica, in coerenza con l’impegno complessivo da parte del Parco volto alla valorizzazione delle testimonianze dell’ultimo conflitto mondiale sulle Apuane. Un progetto questo, che negli ultimi mesi ha visto la realizzazione di diversi recuperi tra trincee, sentieri e altri manufatti. In questa tipologia di interventi, 24.000 sono stati assegnati alla Comunione dei Beni comuni di Levigliani per il progetto “La Linea Gotica nello Stazzemese: turismo, sostenibilità, memoria”; 22.500 all’associazione “La Filiera della Castagna” per il recupero ponte mediceo loc. Pomezzana, fontana Carraia di Stazzema e fontana Pomezzana; 18.000 al CAI sezione Carrara per il progetto di recupero del tracciato storico della “Via dei Tedeschi” nella Valle di Vinca; 16.500 all’associazione Linea Gotica Garfagnana per secondo intervento di recupero fortificazioni Linea Gotica Grottorotondo; infine 9.000 al comune di Fivizzano per il progetto “Il Castellaccio di Aiola, tra storia e geositi”.



Tra gli “Interventi materiali sul patrimonio storico-culturale limitatamente alla sentieristica”, tre i progetti finanziati con 7500 euro ciascuno: Strada delle Volte (o “Voltoline”); valorizzazione e messa in sicurezza dell’itinerario di visita dell’Orto botanico “Pellegrini-Ansaldi” al Pian della Fioba e messa in sicurezza e ripristino della percorribilità del sentiero 32, ultimo tratto del Sentiero della Libertà, che dal paese di Antona conduce ad Azzano di Seravezza interrotto da una frana.

Complessivamente, il Parco ha destinato a questi progetti quasi 113 mila euro che, insieme al cofinanziamento dei proponenti, raggiunge un valore di investimento di oltre 160 mila euro.

Particolarmente beneficiato è stato il comune di Stazzema con 78.000 euro di risorse destinate al proprio territorio, in linea con altri e precedenti interventi di valorizzazione, così da smentire il suo sindaco che lamenta l’inesistenza del Parco nella promozione del Comune.

Redazione - inviato in data 14/02/2020 alle ore 14.26.59 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it