Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 30 novembre 2020  
  ...in Toscana Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca come la vorrei  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Altopascio, aiuti per attività economiche locali, famiglie e nuove povertà

Altopascio, 25 marzo 2020 - Sospesa la Tari, sia per le attività commerciali che per le utenze private, sospesa anche l’imposta della pubblicità, così come il servizio mensa e il pagamento delle rette di asilo nido e centro anziani diurno. Sono le prime, immediate, misure che l’amministrazione D’Ambrosio ha già adottato per sostenere la comunità di Altopascio. A queste, poi, sono allo studio tutte le risorse disponibili, in parte previste anche con il nuovo decreto previsto per i primi d’aprile, per creare un fondo comunale speciale Covid-19, da utilizzare per rilanciare l’economia locale, sostenere concretamente le categorie economiche che stanno maggiormente subendo l’emergenza Coronavirus e dare una risposta certa alle nuove povertà, siano esse partite Iva, lavoratori in cassa integrazione, autonomi e precari.
“Ci sono una serie di misure che sono già operative - spiega il sindaco, Sara D’Ambrosio -, entrate in funzione da subito, non appena è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale. Da subito, inoltre, abbiamo avviato un confronto proprio con i commercianti, molti dei quali avevano deciso di chiudere come segno di responsabilità e di vicinanza alla comunità, ancor prima che venisse pubblicato il decreto #IoRestoACasa dell’11 marzo scorso. I tempi sono importanti, visto che, nonostante la situazione imporrebbe unità e maturità, ci sono i soliti sciacalli dell’emergenza che aprono la bocca solo per parlare, non avendo alcuna proposta da fare”.

“Con l’ufficio stiamo lavorando anche per il rimborso del trasporto scolastico, che a differenza degli altri servizi non viene pagato mensilmente, ma su base annuale - continua il sindaco -. È sempre più chiaro come l’emergenza sanitaria diventerà, e in alcuni casi è già diventata, emergenza economica: noi faremo tutto quello che è in nostro potere per sostenere il tessuto produttivo ed economico locale e direttamente i cittadini che si troveranno in difficoltà. Ma non solo: oltre agli aiuti economici, siamo già al lavoro per prevedere un grande piano di rilancio del paese, soprattutto del commercio, per attrarre persone ad Altopascio, incentivare gli acquisti in paese, sostenere il turismo e lo scambio. È l’altra faccia della medaglia, che dovrà diventare operativa nel momento in cui l’Italia ripartirà. Stiamo studiando tutte le misure possibili per creare agevolazioni ad hoc e per evitare che la grande maggioranza della gente sia costretta ad abbandonare la partita, a rinchiudersi in se stessa e, nel caso dei commercianti, a chiudere definitivamente i battenti. I sindaci degli 8 mila Comuni italiani, di tutte le parti politiche, stanno chiedendo misure al Governo per essere nelle condizioni di fare il loro lavoro già difficile. Dopo il Cura Italia, serve di sicuro un altro decreto che potremmo chiamare “Cura Città”, come qualcuno l’ha definito, dove tra i vari aiuti siano previste anche misure fiscali dedicate, tali da permettere ai comuni di avere campo libero per sostenere tutte le categorie sociali”.




LE MISURE. È quindi già attiva la sospensione della Tari: una misura che riguarda cittadini e attività commerciali. Il Comune nel momento in cui verrà fatta la rateizzazione del pagamento stabilirà quanto e cosa rateizzare, facendo così slittare alcune rate al 2021. L’amministrazione comunale ha anche intenzione di rivedere le politiche della sosta per quando le attività potranno riaprire al pubblico. Per le famiglie, inoltre, sono già sospesi i pagamenti dei servizi a domanda individuale.

Redazione - inviato in data 25/03/2020 alle ore 16.10.38 -

QUANTO VALE LA TUA OPINIONE ?

Quanto vale il tuo diritto di parola ? FERMATI E RIFLETTICI UN SECONDO...
Quanto vale il tuo diritto di dire a tutti come la pensi e a ribattere e contestare le idee che non condividi ?

Oggi ci sono decine, centinaia di quotidiani on-line che ti forniscono la loro versione dei fatti, la loro visione del mondo.

LA LORO...

...qui puoi aggiungere la tua!

per saperne di più...

se vuoi continuare ad avere un giornale libero su cui puoi scrivere la tua opinione, anche in forma anonima, e leggere quella degli altri puoi farlo aiutando LA VOCE DI LUCCA con una donazione.
Quanto sei disposto a dare per avere questo tuo diritto ?

E’ possibile inviare le donazioni attraverso le seguenti modalità:

– bonifico bancario: intestato a CRISTOFANI COMUNICAZIONE presso Banco di Lucca - Sede , IBAN IT74J0324213700CC1014008372, ricordandovi di segnalare nella causale il vostro indirizzo email

– con conto paypal o altra carta di credito,

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it