Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
venerdì 10 luglio 2020  
  ...in Toscana Altopascio - Porcari -Capannori - Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2020 Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Lucca Curiosa Mediavalle Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
senza polemica

Come scritto il mio vuole essere un interventi pacato che serva alla crescita della nostra città . Si fa sempre un gran parlare di turismo. Lucca è diventata una meta di turismo internazionale e molti vivono di ciò. Questo è innegabile e anche giusto. Con l'emergenza Covid abbiamo assistito ad un crollo del turismo e questo ha messo in luce come la nostra città senza questa fonte di reddito sia in forte crisi. Questo mi porta a due riflessioni:
1. Siamo sicuri che i turisti quando torneranno ( e torneranno sicuramente) apprezzino davvero la nostra città? Ad esempio lo spegnimento dei varchi e quindi l'eliminazione di fatto della ztl come richiesto a gran voce da Ascom servirà ad attirare il turista oppure la mole enorme di traffico in una ztl (cosa impensabile all'estero) lo farà andare via prima? perchè se mentre cammina e costretto a schivare auto moto e furgoni non credo che sia contento.
2 L'aver ridotto la città ad una mangiatoia è un bene perchè tutti possono trovare l'offerta migliore commisurata al proprio portafoglio oppure è un segnale subliminale: Si a Lucca ci siamo stati era bella ma troppo turistica, c'erano barini da tutte le parti con gente all'esterno che mangiava ad ogni ora del giorno, e quindi è un male?
Lucca da che parte sta a quale tipo di turismo vuole rivolgersi? A quello da strapazzo come successo fino ad ora o ad uno selezionato in grado davvero di portare soldi anche in momenti di difficoltà come quello attuale.
Sviluppando un turismo basato ad esempio sulla musica classica, sui prodotti tipici oppure un turismo congressuale sicuramente ne guadagnerebbero sia i commercianti che la città nel suo insieme. é l''ora secondo me di rivedere completamene l'approccio al turista della città. Più manifestazioni diffuse e di classe spalmate nel corso dell'anno e meno maxi eventi che sono un fuoco di paglia. Nel lungo periodo anche i commercianti ne beneficeranno, ne sono sicuro.

Iacopo

Anonimo - inviato in data 23/05/2020 alle ore 14.15.06 - Questo post ha 8 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- MUSEI VIRTUALI - da Anonimo - inviato in data 25/05/2020 alle ore 2.11.14
I musei virtuali servono solo a non fare i musei reali e a dar soldi a chi li progetta. Dopo due anni sono obsoleti (la tecnologia è più veloce dei musei pubblici) e diventano un mucchio di ferraglie da tirar via...a Lucca ne abbiamo già demoliti un paio.


Come mai a Lucca i musei reali non si vogliono fare e tante cose belle da esporre restano in magazzino o vengono distrutte???

Proviamo a rispondere.


---------------------------------------
- Via del Fosso - da Anonimo - inviato in data 24/05/2020 alle ore 14.38.45
Come no, arriverebbero perfino da Parigi per vedere gli artisti di via del Fosso.
Suvvia, pensiamo a cosa è utile per la città e non al proprio orticello.

Volete vendere le vostre opere ? esistono anche i canali online, se non vendete è perchè forse non hanno 'appeal' (per essere gentile...)


---------------------------------------
- Senza polemica - da Anonimo - inviato in data 24/05/2020 alle ore 14.18.22
Lucca- Bisogna puntare su L'arte lucchese, su gli artisti creare iniziative legate al l'Arte in zone poco conosciute via del Fosso,

---------------------------------------
- @Cerchi di ragionare - da Anonimo - inviato in data 24/05/2020 alle ore 12.25.35
Punto 5 - Immobili Pubblici

In 10 anni, Tambellini è riuscito a mantenere chiuso il Palazzo Guinigi, prima che arrivasse Lui, c'era al terzo piano una sezione del museo del fumetto.
Già, museo del Fumetto, una città che vanta di avere una manifestazione internazionale con numeri da capogiro non ha un museo del fumetto come si deve, questo dovrebbe bastare per riflettere sulle capacità di questa giunta.

Ritornando a Palazzo Guinigi, vogliono farci il museo del Volto Santo, virtuale ovvio, perchè quello vero dista a 400 metri, ecco di che cosa sono capaci.

A Pisa hanno Palazzo Blu, girano mostre di rilievo e portano gente in centro, compreso me.
Molto probabilmente i nostri Amministratori Pubblici vanno più volentieri al bar che non in un museo.


---------------------------------------
- @ CERCHI DI RAGIONARE - da Anonimo - inviato in data 24/05/2020 alle ore 10.46.06
molte cose non le condivido ma almeno sono felice di vedere che c'è qualcuno che riesce a ragionare senza offendere e fare battute idiote per evitare il discorso e ipotizza anche linee strategiche sul turismo e commercio lucchese su cui poter discutere. Forse non tutto è perduto. Sicuramente Lei non è Martini...

per la cronaca il post non è mio ma lo condivido in toto


---------------------------------------
- CERCHI DI RAGIONARE - da Anonimo - inviato in data 24/05/2020 alle ore 3.12.06
1. Si parla di ZTL aperta fino al 31 agosto. Per me è poco e andrei diretto al 31 dicembre. Secondo Lei torneranno i turisti prima del 31 agosto? Forse qualche turista...

2. Lei vede quella che definisce '.... mole enorme di traffico....'??? La ZTL è momentaneamente abolita, ma di traffico se ne vede ben poco, come di gente in centro. Si è chiesto come mai? Le rispondo io, i motivi sono due:

A) Si può accedere, ma non si può parcheggiare. Quindi molti vengono comunque a piedi. Da quando la quarantena è finita le strade a parcheggio gratuito fuori le Mura sono piene di automobili quasi come prima di marzo. Le auto parcheggiate sono di chi lavora in centro. Gente che non vuol pagare il parcheggio, ma che non vuole neanche prendere una multa per divieto di sosta. I pochi che accedono accompagnano persone anziane o si fermano per pochissimo e soprattutto sono pochissimi

B) In anni di ZTL fatta male (sono a favore della ZTL, ma a Lucca ZTL ha voluto dire difficile accesso e basta) la stragrande maggioranza dei cittadini ha perso l'abitudine ad andare in centro. Aprire la ZTL non vuol dire certo che la gente ricomincia a fruire quotidianamente del centro..... Entrare in centro interessa a pochi, per cui, anche se spengono le telecamere dei varchi, la città resta deserta


3. L'espressione 'aver ridotto la città a una mangiatoia' è per lo meno impropria. Sembra che ci sia un regista, un dittatore che decide che si devono aprire solo esercizi che distribuiscono cibo. In verità gli imprenditori osservano chi sono i frequentatori del centro e agiscono di conseguenza. Come penso di aver spiegato sopra, i lucchesi non residenti, in centro non vi vanno più. Che senso avrebbe dunque aprire negozi per servire chi non viene più. Se gli imprenditori aprissero negozi del genere fallirebbero in pochi mesi. Dato che, virus a parte, ci sono solo turisti, si aprono attività rivolte ai turisti stessi. La cosa è ovvia e inevitabile. Intendiamoci, un dieci per cento dei turisti è facoltoso e comprerebbe anche cose diverse dal cibo, ma viaggiare costa e per il novanta per cento dei visitatori non c'è altra possibilità che pagare albergo e cibo. Io guadagno 1500 Euro al mese e quando viaggio (le poche volte) vedo che andare in un albergo decente e mangiare costa già tanto.

4. Quello che Lei definisce 'turismo da strapazzo' è fatto dalle persone normali, che non dispongono di alti redditi, che giustamente vogliono vedere i monumenti, ma che non hanno i soldi per fare altro che mangiare un panino o un gelato. Tra le altre cose questo turismo non si può (costituzione alla mano) proibire. Certo, se si mettesse una tassa di accesso al centro pari a 50 Euro a testa il turismo meno ricco (e non da strapazzo) non verrebbe più a Lucca, ma mi permetto di dire che sarebbe anche un provvedimento classista ed ingiusto.

5. Per farLe una pacata contro proposta, io penso che si dovrebbe ripensare tutto il sistema dell'accesso, parcheggio, residenza e funzioni dei grandi immobili pubblici per rilanciare la fruizione quotidiana dei lucchesi più che cercare un ipotetico turismo di qualità che è difficile da materializzare. Si tratterebbe di una sfida difficile ed affascinante, una sfida che per ora la città ha rifuggito.


---------------------------------------
- Chi sono i veri populisti di Lucca - da Anonimo - inviato in data 23/05/2020 alle ore 15.44.18
Concordo. Quando si ragiona come ragionano certuni assecondati da Amministratori ottusi, il risultato è che non è il turismo che deve adattarsi a Lucca ma Lucca al turismo. Che vuol dire fare della città non una realtà con una sua identità a prescindere, ma una cosa fasulla, un articolo da regalo.
Se chiedi a questi signori che ci amministrano perché lo fanno, loro sono capaci di risponderti, non con una visione, un orientamento. No, ti dicono che così vuole la gente.
E poi hanno la faccia tosta di accusare gli altri di essere populisti.


---------------------------------------
- Peccato - da Anonimo - inviato in data 23/05/2020 alle ore 15.06.37
Caro Iacopo,
mi trovi perfettamente d'accordo.
Il centro commerciale è un luogo dove si va, si mangia e si compra distratti e poi si torna a casa senza ricordare un granché.
Lucca vuole diventare un centro commerciale a cielo aperto da molti anni. Che ci riesca o non ci riesca, il visitatore capisce perfettamente cosa gli si richiede.
Vieni, spendi e torna a casa tua. Magari mandaci i tuoi amici a spendere.
Fine.
Una città vissuta e vivibile è molto più bella e attraente per un pubblico diverso.
Un pubblico che sceglie la qualità della vita e cerca un bel posto dove passare tempo e svolgere attività.
Questa non è Lucca fin qui e non lo sarà domani, soprattutto data la smania di guadagno che questa crisi da Covid sta portando.
Peccato.
Solo questo. Peccato.


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it