Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
sabato 28 novembre 2020  
  ...in Toscana Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca come la vorrei  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Gli antichi arredi di Ristori sono stati messi in sicurezza dagli ex gestori del locale

Gli antichi arredi di Ristori sono stati messi in sicurezza dagli ex gestori del locale dal momento che non sono tutelati dalla Soprintendenza

In merito ad alcune notizie apparse sugli organi di stampa sulla chiusura di “Ristori Essenza del Gusto” in via Fillungo, i gestori, tutti piccoli imprenditori locali (Le Bontà, Podere Micheli, Planet Cafè) precisano che, a seguito della cessazione dell’attività e dello smantellamento del locale a causa della grave crisi economica causata dall’emergenza Covid-19, gli antichi arredi sono stati trasferiti e messi in sicurezza solo dopo aver interpellato la Soprintendenza la quale, con risposta scritta, ha comunicato che su quegli arredi non sussisteva alcun vincolo. “Purtroppo il locale – dichiarano i gestori - non ha retto alla grave crisi di questi mesi. Nonostante stiamo combattendo duramente per mantenere in vita le nostre attività, tutte legate al territorio e fortemente inserite nel tessuto cittadino, abbiamo, con molta amarezza, dovuto arrenderci e chiudere quello che effettivamente era un piccolo gioiello storico di lucchesità nel cuore di Fillungo. Essendo i legittimi proprietari degli arredi, che abbiamo tutelato e valorizzato fin dall’apertura del locale mantenendone intatte le caratteristiche così come espresso dall’antica proprietaria Giovanna Colombini, abbiamo interpellato la Soprintendenza per capire chi li avesse tutelati dopo la chiusura del locale. Non essendoci alcun vincolo da parte della Soprintendenza, visto il loro valore storico e artistico non ce la siamo sentita di abbandonarli in un fondo sfitto, alla mercé di non si sa chi. Ecco perché – concludono i gestori - abbiamo provveduto a smontarli e a metterli in sicurezza. Siamo piccoli imprenditori di Lucca, dove le nostre attività sono nate e cresciute. Stiamo combattendo una dura lotta e non permetteremo, finché ne avremo la forza, di arrivare allo sfascio di ciò che ci rappresenta e che rappresenta Lucca.”

                                          Le Bontà, Podere Micheli, Planet Café

------------

Redazione - inviato in data 04/06/2020 alle ore 19.36.58 - Questo post ha 3 commenti

QUANTO VALE LA TUA OPINIONE ?

Quanto vale il tuo diritto di parola ? FERMATI E RIFLETTICI UN SECONDO...
Quanto vale il tuo diritto di dire a tutti come la pensi e a ribattere e contestare le idee che non condividi ?

Oggi ci sono decine, centinaia di quotidiani on-line che ti forniscono la loro versione dei fatti, la loro visione del mondo.

LA LORO...

...qui puoi aggiungere la tua!

per saperne di più...

se vuoi continuare ad avere un giornale libero su cui puoi scrivere la tua opinione, anche in forma anonima, e leggere quella degli altri puoi farlo aiutando LA VOCE DI LUCCA con una donazione.
Quanto sei disposto a dare per avere questo tuo diritto ?

E’ possibile inviare le donazioni attraverso le seguenti modalità:

– bonifico bancario: intestato a CRISTOFANI COMUNICAZIONE presso Banco di Lucca - Sede , IBAN IT74J0324213700CC1014008372, ricordandovi di segnalare nella causale il vostro indirizzo email

– con conto paypal o altra carta di credito,

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- Se volevate fare qualcosa di buono.. - da Anonimo - inviato in data 06/06/2020 alle ore 12.10.14
Non occorreva smontarli per metterli al sicuro, magari per poi finire in qualche altro fondo o al mercatino dell'usato.
Bastava fare le foto ed una relazione tecnica da sottoporre alla commissione paesaggistica del Comune chiedendo l'inserimento nel catalogo degli arredi storici.
Lasciando tutto l'arredo al suo posto, e dando comunicazione alla proprietà dell'avvenuta richiesta in modo da bloccare qualsiasi deturpazione.


---------------------------------------
- TROPPO PICCOLO - da Anonimo - inviato in data 05/06/2020 alle ore 2.50.26
Quel tipo di attività necessitava di maggior spazio e tavoli per consumare. Idea buona, locale sbagliato. In piedi si beve un caffè o poco più. Questa attività la lasciamo alle frotte di lucchesi da cappuccino e brioscia (o come dicono loro cappuccino e 'pezzo'....ma pezzo di che??...). I pochi amatori di prodotti più ricercati necessitano di tavoli, divani, libri, riviste, giornali.....socializzazione...o anche solitudine, ma rilassata, da divanetto.

---------------------------------------
- Direi che non fa una grinza - da Anonimo - inviato in data 05/06/2020 alle ore 0.21.29
Denoto un certo savoir fare...via fillungo caput mondi

---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it