Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 9 luglio 2020  
  ...in Toscana Altopascio - Porcari -Capannori - Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2020 Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Lucca Curiosa Mediavalle Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Manifattura tabacchi,la trasparenza e l'interesse pubblico non possono essere messi in discussione.

Manifattura tabacchi: critiche condivisibili, la trasparenza e l'interesse pubblico non possono essere messi in discussione.

Baldini (responsabile enti locali Lega), Manifattura tabacchi: critiche condivisibili, la trasparenza e l'interesse pubblico non possono essere messi in discussione. Il progetto sia portato all'attenzione di tutta la città.

Il progetto di recupero della ex Manifattura Tabacchi fa giustamente discutere la citta', da un lato perche' e' un progetto importante che incide inevitabilmente sul futuro dello sviluppo di Lucca e tocca la vita di tutti i cittadini e della stessa economia locale, dall'altro perche' il rapporto fra Comune e privati, anche quando foriero di sinergie potenzialmente virtuose, non deve mai far venire meno la tutela primaria dell'interesse pubblico.
In quest' ottica quindi sono assolutamente comprensibili e condivisibili le critiche che da più parti - compresi i nostri esponenti della Lega - sono sopraggiunte, in particolare sollecitando una trasparenza del progetto ed una verifica degli aspetti più delicati che non debbono rimanere chiusi nelle segrete stanze dell'Amministrazione Tambellini ma portate alla luce del sole affinche' i lucchesi possano farsi una idea precisa e dettagliata di un intervento che incidera' cosi' profondamente su di un luogo strategico del loro territorio.
Cosi' interviene Massimiliano Baldini, Responsabile Enti Locali della Lega per la Provincia di Lucca. 
Ed effettivamente, concentrando l'attenzione sulla Convenzione e sul Disciplinare di Gestione del progetto, mi risulta che siano ravvisabili non poche criticita' che potrebbero incidere sulla matrice dei rischi.
Infatti, la validità della proposta è soggetta a condizioni tra le quali:
- il preventivo rilascio da parte dell’A.C. dei titoli edilizi aventi ad oggetto gli interventi privati che il proponente – concessionario intende realizzare sui beni che dovrebbero essere trasferiti in conto prezzo;
- l'accoglimento dell'osservazione allo strumento urbanistico presentata dalla società proponente;
- la modifica degli standards urbanistici che impongono l’obbligo del reperimento dei parcheggi;
- la riduzione del 70% degli oneri urbanistici.
Condizioni in merito all’adempimento delle quali non pare che ci sia una corrispondente ed approfondita analisi dell'interesse pubblico.
Anzi, il punto 6 della Convenzione parrebbe prevedere il trasferimento degli immobili in conto prezzo, entro 15 giorni dalla stipula della Convenzione (in altre parole prima vogliono il corrispettivo poi fanno i lavori), in modo irrevocabile, anche in caso di cessazione della Convenzione o revoca della stessa.
E' chiaro che se fosse vero si tratterebbe di condizioni capestro !
Non solo, all'art. 16 c. 2 lett. G, il concedente si obbligherebbe pure a non adottare nuove politiche di mobilità tali da compromettere in maniera significativa l’utilizzo dei parcheggi oggetto della Concessione quale conseguenza, a titolo esemplificativo, della realizzazione di infrastrutture che incentivino l’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto nelle Aree ed attorno alle Aree di cui alla Concessione.
Una condizione che laddove confermata - continua il rappresentante della Lega - da una parte vincolerebbe l’interesse pubblico e dall'altra sarebbe connotata dall'estrema genericità, incidendo sul rischio di domanda che deve far carico al Concessionario.
E' quindi opportuno che l'Amministrazione Comunale apra un dibattito a tutti i livelli, sia nelle Istituzioni che in città, teso a far conoscere tutti i dettagli del progetto ed a far pronunciare liberamente le tante istanze cittadine che possono suggerire correttivi e miglioramenti utili, sempre nella direzione della tutela dell'interesse pubblico.
Il recupero della ex Manifattura Tabacchi a Lucca - conclude Massimiliano Baldini - non può essere decisione di pochi ma deve scaturire da un confronto approfondito in ogni sede opportuna.

Redazione - inviato in data 30/06/2020 alle ore 9.35.12 - Questo post ha 5 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- Ci sono Architetti e architetti - da Anonimo - inviato in data 01/07/2020 alle ore 13.23.32
Vorrei puntualizzare che ci sono Architetti e architetti, non si può generalizzare su tutta la categoria, in quanto non sono tutti professianisti ammanicati come i soliti noti con le tesssere di partito in tasca, i quali ovviamente vanno avanti e lavorano solo grazie alla loro lingua e non grazie alla loro capacità.

Basti pensare che se Lucca è quello che è sotto il punto di vista storico è grazie alla professionalità degli Architetti che hanno progettato seguendo dei criteri costruttivi validi per la distribuzione delle funzioni e degli spazi.

Secondo voi chi cè alla guida dell'Edilizia Pubblica del Comune di Lucca ? Un architetto ? No, un'ingegnere, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Peccato che gli Ordini professionali ed in particolare i rispettivi presidenti, non si espongono per paura di non aggiudicarsi gli appalti, non rimane altro che abolirli adeguandosi a ciò che avviene in tutti i Paesi dell'Unione Europea.


---------------------------------------
- Abbiamo bisogno di spazi per scuole auditorium ecc. - da Anonimo - inviato in data 01/07/2020 alle ore 13.02.46
Abbiamo bisogno di spazi per scuole auditorium ecc. altro che appartamenti privati con passerella sui bastioni, negozi purchessia e piazzette inutili per qualche architetto che deve sfogare la sua creatività, invece che su di una tavolozza da pittore, il viziaccio di certi architetti, su qualche area pubblica.

---------------------------------------
- @BASTA - da Anonimo - inviato in data 01/07/2020 alle ore 10.05.49
...e certo , lasciamogli fare i comodi loro!!!

---------------------------------------
- BASTAAAA!!!!! - da Anonimo - inviato in data 01/07/2020 alle ore 2.01.41
Ma non si può ricominciare a discutere per altri dieci anni!!!

---------------------------------------
- a queste condizioni - da Anonimo - inviato in data 30/06/2020 alle ore 10.45.47
a) o siamo di fronte ad un grande intrallazzo
b) oppure è circonvenzione di incapaci


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it