Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
sabato 19 settembre 2020  
  ...in Toscana Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2020 Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Lucca Curiosa Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Porcari saluta Arcangelo Vendrame, l’ultimo dei Padri Cavanis rimasto in paese.


Il commiato del sindaco Fornaciari: “Grazie per averci educato e istruito”
Un pezzo di storia del paese che se ne va, direzione Roma. Così si può definire Padre Arcangelo Vendrame, 91enne dei Padri Cavanis, da 30 anni a Porcari ma in procinto, per volontà dei superiori, di spostarsi nella Capitale.
A salutare Padre Arcangelo, a nome non solo dell’amministrazione ma di tutto il paese, è il sindaco Leonardo Fornaciari. “È inutile - dice il primo cittadino - che io ora qui racconti una storia che tutti conosciamo perché a Porcari non serve raccontarla basta dire una unica parola: Cavanis. Dicendo Cavanis si scoperchia un mondo fatto dalle vite dei migliaia di ragazze e ragazzi che lì hanno studiato, si sono formati, sono diventati grandi. Padre Arcangelo è stato uno degli educatori. Uno dei baluardi di questa istituzione che tanto ha dato a Porcari e non solo. Nato 91 anni fa a Silea ha trascorso a Porcari 30 anni ed è l'ultimo dei Padri Cavanis ancora presente a Porcari”.
“Chi di noi ha studiato lì e lo ha conosciuto - ricorda Fornaciari - non può non ricordare la sua calma, la sua flemma, i suoi insegnamenti. Sempre disponibile e quando si arrabbiava non gli riusciva nemmeno bene, perché la rabbia non è proprio nelle sue corde. Non posso dimenticare le estati delle scuole medie passate con lui e con gli amici nelle case di montagna dei Padri e le camminate nel bosco dove Padre Arcangelo, gran camminatore, ci sfiancava. E noi, durante le soste, mettevamo dei sassi nel suo zaino per farlo rallentare. Lui poi se ne accorgeva ma non si arrabbiava. Scaricava i sassi e avanti, il cammino continuava. Proprio come ora”.
Il sindaco Fornaciari ha portato il saluto di Porcari a padre Arcangelo nella giornata di oggi (4 luglio) consegnandogli un ricordo da parte della comunità: “Grazie - è il saluto del sindaco - per essere stato con noi tutti questi anni, per averci voluto bene, per averci educato ed istruito. Di averci, ancora una volta, fatto apprezzare l'importanza dei Padri Cavanis. Ti auguriamo un bel futuro con la consapevolezza che tutta Porcari ti è grata, non ti dimentica e ti porterà nel cuore”.

Redazione - inviato in data 05/07/2020 alle ore 13.13.17 -

QUANTO VALE LA TUA OPINIONE ?

Quanto vale il tuo diritto di parola ? FERMATI E RIFLETTICI UN SECONDO...
Quanto vale il tuo diritto di dire a tutti come la pensi e a ribattere e contestare le idee che non condividi ?

Oggi ci sono decine, centinaia di quotidiani on-line che ti forniscono la loro versione dei fatti, la loro visione del mondo.

LA LORO...

...qui puoi aggiungere la tua!

per saperne di più...

se vuoi continuare ad avere un giornale libero su cui puoi scrivere la tua opinione, anche in forma anonima, e leggere quella degli altri puoi farlo aiutando LA VOCE DI LUCCA con una donazione.
Quanto sei disposto a dare per avere questo tuo diritto ?

E’ possibile inviare le donazioni attraverso le seguenti modalità:

– bonifico bancario: intestato a CRISTOFANI COMUNICAZIONE presso Banco di Lucca - Sede , IBAN IT74J0324213700CC1014008372, ricordandovi di segnalare nella causale il vostro indirizzo email

– con conto paypal o altra carta di credito,

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it