Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 3 agosto 2020  
  ...in Toscana Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2020 Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Lucca Curiosa Mediavalle Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Alberto Veronesi candidato nelle liste PD

Alberto Veronesi candidato nelle liste PD per le elezioni regionali nel collegio Lucca - Versilia

Alberto Veronesi, direttore d’orchestra e del festival pucciniano di Torre del Lago, è candidato nelle liste del Pd nel collegio di Lucca-Versilia per le prossime elezioni regionali della Toscana, in programma per il 20 e 21 settembre.



Il Maestro, figlio di quell’Umberto Veronesi che ha legato il suo nome all’Istituto Italiano Tumori e di Sultana Razon, una ragazza ebrea sopravvissuta agli orrori del lager nazista di Bergen Belsen, è milanese di nascita ma lucchese di adozione e dichiara: “Non esiste altra città dove io avrei voluto candidarmi. Lucca è da sempre la mia seconda casa: mio padre Umberto decise di trascorrere qui i suoi momenti liberi qui, ed è qui che io sono cresciuto con mia madre ed i miei fratelli.”



Oltre all’infanzia trascorsa con la famiglia a scoprire le bellezze architettoniche, culturali e paesaggistiche della provincia, per il Maestro Veronesi Lucca è, soprattutto, un nome: Puccini. “E’ Lucca che mi ha permesso di innamorarmi della musica, che mi ha offerto l’opportunità di diventare un musicista. Tutto quello che ho fatto, è nato qui, a Lucca.”



La candidatura di Veronesi è quasi un ringraziamento alla città che tanto gli ha offerto. Da 1998, poi, il Maestro dirige il Festival Puccini di Torre del Lago e conosce personalmente le potenzialità del luogo e anche i cambiamenti necessari. “Intendo rendere una parte di quel che mi è stato regalato in termini di storia, di educazione e di cultura non solo musicale. Questa provincia tanto ha da dare non solo al mondo della musica, ma a tutto quello della cultura ed è necessario accordare tutti gli strumenti che Lucca possiede: il grande pubblico della Versilia, la grande tradizione del Teatro del Giglio. Bisogna lavorare in sintonia per affermare il ruolo di Lucca come capitale della musica, della cultura, del turismo. Io metto a disposizione: la mia esperienza internazionale, le mie conoscenze e il mio amore per Lucca, la Garfagnana, la Media Valle e la Versilia.”


Redazione - inviato in data 01/08/2020 alle ore 20.13.06 - Questo post ha 2 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- Oggi - da Anonimo - inviato in data 02/08/2020 alle ore 15.35.23
Italia viva/Colucci dice che non è più candidato. Chi ha ragione?

---------------------------------------
- ma guarda che strano !!! - da Anonimo - inviato in data 02/08/2020 alle ore 8.02.12
Bene, adesso lasciasse, se viene eletto, il posto al festival pucciniano altrimenti e''evidente che canti e suoni su quel palco solo se sei iscritto al partito.
e se pure non fosse cosi''sarebbe naturale pensarlo.


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it