Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
venerdì 7 agosto 2020  
  ...in Toscana Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2020 Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca come la vorrei Lucca Curiosa Mediavalle Necrologi Pescia - Valdinievole Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Che cos’è lo stato di emergenza e perché il governo vuole prorogarlo al 31 ottobre

Il governo intende prorogare lo stato di emergenza fino al prossimo 31 ottobre, dopo averlo dichiarato per 6 mesi lo scorso 31 gennaio. Un prolungamento di 3 mesi, quindi, che ha scatenato le polemiche da parte dell’opposizione. Ma che cos’è lo stato di emergenza? E quali sono le conseguenze pratiche che questo comporta per i cittadini? Facciamo chiarezza.

Il governo vuole prorogare lo stato di emergenza fino al prossimo 31 ottobre. Questo era stato dichiarato lo scorso 31 gennaio, per 6 mesi, per far fronte alla pandemia di coronavirus, che si stava espandendo al di fuori della Cina. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, aveva spiegato che si trattasse di una misura precauzionale che il governo aveva deciso di attivare in seguito a quanto dichiarato dall'Organizzazione mondiale della sanità, che aveva proclamato l'emergenza a livello globale. Ora l'esecutivo intende prolungarla per tre mesi. Ma che cos'è lo stato di emergenza a livello pratico? Cosa comporta a livello di decisioni politiche e di conseguenze concrete per i cittadini?

Lo stato di emergenza è un provvedimento definito dalla legge 225 del 1992 sulla Protezione civile e delega al governo dei poteri normalmente attribuiti agli enti locali. In questo modo si permette all'esecutivo di intervenire in modo tempestivo, straordinario e coordinato a livello nazionale. Lo stato di emergenza può essere dichiarato di fronte a diverse situazioni: ad esempio per rischio sismico, vulcanico, meteo-idro, ambientale e infine, come accaduto a gennaio, sanitario.

Che cos'è lo stato di emergenza

È la Protezione Civile a spiegare quando scatta lo stato di emergenza: 'In Italia gli eventi calamitosi sono classificati in base ad estensione, intensità e capacità di risposta del sistema di protezione civile. Per le emergenze di rilievo nazionale che devono essere, con immediatezza d'intervento, fronteggiate con mezzi e poteri straordinari, il Consiglio dei Ministri delibera lo stato di emergenza, su proposta del Presidente del Consiglio, acquisita l’intesa della regione interessata. Lo stato di emergenza può essere dichiarato al verificarsi o nell’imminenza di calamità naturali o eventi connessi all'attività dell'uomo in Italia. Può essere dichiarato anche in caso di gravi eventi all’estero nei quali la protezione civile italiana partecipa direttamente.  Il Codice della Protezione Civile (Decreto legislativo n. 1 del 2 gennaio 2018), ridefinisce la durata dello stato di emergenza di rilievo nazionale, portandola a un massimo di 12 mesi, prorogabile di ulteriori 12 mesi', si legge nel sito.

Perché il governo vuole la proroga dello stato di emergenza
Giuseppe Conte è intervenuto in Senato per spiegare perché il governo intende prorogarlo. 'Un avvenimento come la pandemia non è un fatto puntuale, ma un processo in continua evoluzione che seppur in maniera contenuta, non ha completamente esaurito i suoi effetti. Se ci assumessimo la responsibilità di non prorogare lo stato di emergenza, le 38 ordinanze adottate smetterebbero di avere effetto, così come i conseguenti provvedimenti attuativi', ha detto. Per precisare che lo stato di emergenza non sia sinonimo di pieni poteri, come accusa l'opposizione: 'La proroga non incide sul potere del governo e del presidente del Consiglio di emanare decreti. Lo stato di emergenza è il presupposto di fatto, ma non la fonte di legittimazione formale. Qualora il Cdm decidesse di prorogare lo stato di emergenza, non per questo il presidente del Consiglio sarebbe autorizzato a emanare Dpcm. Il potere del presidente del Consiglio dei ministri non deriva dallo stato di emergenza, né quindi si protrarrebbe con una proroga, ma si radica nella normativa di rango primario'.

Annalisa Giraldi - www.fanpage.it

https://www.fanpage.it/politica/che-cose-lo-stato-di-emergenza-e-perche-il-governo-vuole-prorogarlo-al-31-ottobre/

Redazione - inviato in data 02/08/2020 alle ore 10.55.25 - Questo post ha 1 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- Non vogliono che sappiamo le motivazioni del lockdown - da Anonimo - inviato in data 02/08/2020 alle ore 20.10.34
DISINFORMAZIONE.IT
Non vogliono che sappiamo le motivazioni del lockdown

Una sentenza del Tar aveva posto l’obbligo di divulgare i pareri del comitato tecnico scientifico alla base del sequestro di milioni di italiani rinchiusi contro la loro volontà in casa per mesi.
In pratica il Governo aveva imboscato i verbali del comitato mettendoli sotto il cappello di “segreti di Stato”, ma alcuni avvocati della Fondazione Einaudi hanno chiesto l’accesso agli atti, visto che sia i Dpcm che le misure restrittive si basano proprio sulle valutazioni prese dal gruppo di esperti.
Richiesta questa più che lecita e legittima e infatti il Tar ha accolto il ricorso.

Ma il governo di golpisti che sta complottando contro l’Italia può permettere ai sudditi di conoscere le vere motivazioni delle decisioni prese? Ovviamente no, e infatti chiede al Consiglio di Stato di secretarli definitivamente, di metterci sopra una pietra tombale.
Il macigno è stato messo il 31 luglio e la decisione l’hanno presa con decreto cautelare monocratico in attesa della valutazione del collegio convocato per il 10 settembre prossimo. D’altronde devono avere un po’ di tempo per correggere, cancellare e alleggerire il malloppo, o no?
Lo ripeto: stiamo parlando dei documenti tecnico-scientifici usati dal fantoccio Conte per emanare i Dpcm e devastare il paese.

Un governo privo di trasparenza che fa mettere il sigillo “Top Secret” su simili documenti significa che ha tantissime cose da nascondere. Un simile comportamento non fa altro che alimentare quelle teorie che vedrebbero il governo colluso nella distruzione sistematica del Paese.


Chi ci perde in tutto questo è come sempre la libertà di informazione e quelle decine di migliaia di morti e dei loro parenti che attendono ancora giustizia, attendono di sapere cos’è realmente successo in Italia.


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it