Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
martedì 19 gennaio 2021  
  ...in Toscana Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca come la vorrei  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Segnalazione su misure di sicurezza antiCovid 19 scuole

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani, valutando il continuo aumento dei contagi rispetto alla prima metà di settembre (25 settembre 1.912; 26 settembre 1869), chiede di incrementare le norme di sicurezza anticovid 19 nelle scuole, dopo aver ricevuto molte segnalazioni in merito alla mancata ottemperanza delle linee guida predisposte dal comitato tecnico del ministero dell’istruzione.
In particolare, sono emerse le seguenti criticità:
1) Violazione persistente del patto di corresponsabilità, per mancata rilevazione della temperatura corporea da parte dei genitori e di frequenti assembramenti davanti agli istituti;

2) Violazione delle norme tese all’aerazione periodica dei locali, sia per presenza negli edifici scolastici di infissi non apribili, sigillati, chiusi o semi-chiusi, sia per l’assenza di dispositivi di aereazione e/o purificazione dell’area con adeguati filtri;

3) Violazione delle norme tese al distanziamento, in particolare per ciò che concerne l’utilizzazione di banchi tradizionali occupati ancor oggi anche da due studenti senza il rispetto della distanza minima di un metro, supponendo che il mero uso permanente della mascherina possa risolvere le carenze in termini di arredo scolastico

4) Violazione delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, in relazione alle mascherine utilizzate, alla segnaletica ed alle altre misure anticovid che non sempre risultano essere conformi alla restante normativa posta a tutela della salute dei lavoratori

E’ preoccupante il dato relativo agli studenti e personale scolastico positivi, che, secondo le rilevazioni statistiche, ha già superato le 435 unità. Sono giunte, inoltre, le prime segnalazioni -ancor oggi anonime – circa i primi esposti da parte di genitori nei confronti dei docenti, considerati responsabili di eventuali pregiudizi arrecati agli alunni.

Al fine di tutelare la posizione dell’insegnante, si invitano tutti i docenti a segnalare ogni anomalia ai dirigenti scolastici ed al responsabile per la sicurezza sui luoghi di lavoro, rammentando che la mancata segnalazione può essere valutata ai fini della determinazione delle responsabilità.

Rileviamo, poi, la difficoltà, specie nel sud Italia, di ricevere e indossare i dispositivi di protezione individuale (DPI) durante la lezione nelle condizioni di mancanza di spazi adeguati e a mantenere il distanziamento come regolamentato, soprattutto nel caso di alunni di età compresa tra i 10 e i 16 anni.

Ancor oggi paiono assenti o quantomeno carenti le linee guida per i docenti di sostegno e per gli alunni assistiti, soprattutto in relazione alla mancata considerazione della peculiarità dei singoli casi che talvolta rende notevolmente difficile l’attuazione di misure anticovid.

Il CNDDU ritiene esecrabile e ingiustificabile, in considerazione dell’impossibilità di prevenire forme di contagio con gli strumenti messi a disposizione e l’imprevedibilità degli adolescenti presenti nelle aule, attribuire responsabilità penali a carico degli insegnanti e dei dirigenti, nel caso in cui qualcosa “vada storto”, eventualità, nelle presenti condizioni, tutt’altro che remota.

prof. Romano Pesavento
presidente CNDDU
prof. Alessio Parente
Segretario generale CNDDU

Redazione - inviato in data 27/09/2020 alle ore 10.23.59 - Questo post ha 1 commenti

QUANTO VALE LA TUA OPINIONE ?

Quanto vale il tuo diritto di parola ? FERMATI E RIFLETTICI UN SECONDO...
Quanto vale il tuo diritto di dire a tutti come la pensi e a ribattere e contestare le idee che non condividi ?

Oggi ci sono decine, centinaia di quotidiani on-line che ti forniscono la loro versione dei fatti, la loro visione del mondo.

LA LORO...

...qui puoi aggiungere la tua!

per saperne di più...

se vuoi continuare ad avere un giornale libero su cui puoi scrivere la tua opinione, anche in forma anonima, e leggere quella degli altri puoi farlo aiutando LA VOCE DI LUCCA con una donazione.
Quanto sei disposto a dare per avere questo tuo diritto ?

E’ possibile inviare le donazioni attraverso le seguenti modalità:

– bonifico bancario: intestato a CRISTOFANI COMUNICAZIONE presso Banco di Lucca - Sede , IBAN IT74J0324213700CC1014008372, ricordandovi di segnalare nella causale il vostro indirizzo email

– con conto paypal o altra carta di credito,

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- Ma - da Anonimo - inviato in data 27/09/2020 alle ore 12.15.46
E poi e l ora di finirla con queste mamme a far salotto all ingresso delle scuole.e ora di provvedere

---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it