Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 1 marzo 2021  
  Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto & dintorni Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Com’eravamo

Massimo Gramellini - corriere.it

ravamo usciti di casa ai primi di maggio, pieni di rimorso per i focolai negli ospedali e nelle case di riposo, in primis il Pio Albergo Trivulzio trasformato in una trappola per anziani.

E ci avevano garantito: mai più.

Quasi sei mesi dopo, nell’Albergo sempre meno pio si contano di nuovo decine di positivi, mentre il reparto cardiologia del Sacco di Milano dovrà essere disinfestato a causa di un ingorgo di contagi che coinvolge medici e infermieri.

Allora, ricorderete, ci spiegarono che ad averci sigillato tra le mura domestiche, con danni irreparabili per il portafogli e la psiche di molti, era stata la necessità di non ingolfare gli scarni reparti di terapia intensiva.

Ci avevano detto: mai più.

Adesso ci informano che il secondo lockdown potrebbe scattare proprio perché di terapie intensive, rispetto a quelle promesse, ne mancano almeno duemila.

In primavera si ragionava sulla riapertura autunnale delle scuole, raccomandando di potenziare i trasporti per non creare focolai a quattro ruote.

Ebbene, l’altro ieri la società che si occupa degli autobus romani ha pubblicato il bando per potenziare la sua flotta. Ma non potevano farlo a maggio, quel bando? No, non potevano. Altrimenti sarebbero stati svedesi.

E sorvolo sullo scandalo dei vaccini dell’influenza introvabili e delle code sovietiche per un tampone. Se ci richiuderemo in casa, non sarà solo perché il Covid è cattivo e noi indisciplinati, ma perché chi ci governa e amministra si è dimostrato incapace di farlo.

https://www.corriere.it/caffe-gramellini/20_ottobre_23/com-eravamo-1b518270-149f-11eb-945d-f4469a203703.shtml?refresh_ce

Redazione - inviato in data 23/10/2020 alle ore 11.17.15 - Questo post ha 4 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- @wuhan e la quarantena - da Anonimo - inviato in data 26/10/2020 alle ore 20.10.59
Oh sì i nazisti avrebbero fatto ancora meglio, cooptando tutti gli scienziati del regime pena la morte fino a creare dei test che danno il responso in 5 secondi netti. Poi sarebbero andati casa per casa imponendo tali test rapidi a tutti, e avrebbero fucilato ogni infetto.

Se si calpesta ogni forma di libertà si può ottenere qualunque cosa. Per quello io ho scelto filosoficamente il nichilismo radicale: la libertà dell'individuo sarà sempre, per definizione, un ostacolo alla realizzazione di opere di qualunque tipo.

Libertà e bieca efficienza sono nemici per natura. O ci si schiera con una o con l'altra. Io mi sono schierato con la libertà. E le do il diritto di far naufragare qualunque impresa che richieda l'ipotetica obbedienza di tutti ad uno scopo comune. Da lì ho rinunciato a qualunque scopo comune. E da lì, ho rinunciato a qualunque scopo. Vivo solo per mettere alla prova quanto so fare a meno di qualunque cosa non sia ottenibile in modo adiabatico, ossia senza permutazioni intermedie.

Chiamo progresso solo ciò che mi aiuta in ciò. Internet rende la cultura fruibile gratis quindi per me è progresso. La medicina ci emancipa dagli acciacchi quindi è progresso. La cultura (arte, scienza) ci rende migliori con la sola (piccolissima) fatica di renderci disponibili ad apprenderla quindi è progresso.

Il resto per me è solo consumismo. Rispondo a tali offerte capitalistiche dividendo il mio tempo tra cultura, sesso e aria aperta. Tutte cose ottenibili gratis, senza nessuno sforzo, e senza dovermi imporre su nessuno, né dover contare sulla collaborazione di qualcuno.

Se uno è disposto a calpestare la libertà può ottenere tutto. Ma è meglio che muoia tutta la razza umana (cosa che comunque non avverrebbe nemmeno se il covid lo prendessero tutti) piuttosto che considerare di rinunciare alla libertà.


---------------------------------------
- @Rispondo all'articolo e al commento sotto il mio - da Anonimo - inviato in data 26/10/2020 alle ore 18.49.26
a Wuan hanno messo in quarantena 60 milioni di persone.

---------------------------------------
- Rispondo all'articolo e al commento sotto il mio - da Anonimo - inviato in data 26/10/2020 alle ore 18.02.19
Infatti. Possiamo essere sicuramente imperfetti ma non è colpa nostra se il covid ci sta invadendo. Né del governo. Ma è metafisicamente impossibile arginare un contagio con questa densità di popolazione. Arrendiamoci, sopportiamolo e facciamo più attenzione possibile. Arriverà il vaccino.

---------------------------------------
- IL SISTEMA ITALIANO E''ALLO SFASCIO, MA... - da Anonimo - inviato in data 24/10/2020 alle ore 0.59.26
....Ma non mi pare che nel resto dell'emisfero Nord le cose vadano bene. Cina a parte. Lì tutto a posto.

---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it