Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 21 gennaio 2021  
  ...in Toscana Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca come la vorrei  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
SPI-CGIL Lucca mancanza di vaccini antinfluenzali

La denuncia dei medici di famiglia versiliesi delle modalità con cui hanno dovuto far fronte alla mancanza di vaccini antinfluenzali, cioè il dover scegliere chi proteggere dall’influenza, desta un sentimento di delusione e rabbia, e non è ammissibile farla passare in silenzio.
Pensavamo che questa prassi ingiusta, inumana e pericolosa del selezionare le persone cui tutelare la salute fosse terminata decenni orsono, e non possiamo in tal proposito non evidenziare l’assurdità dello stato delle cose, che costringe i dottori a lavorare in queste modalità drammatiche. Lo SPI-CGIL della provincia di Lucca vuole pertanto esprimere la propria solidarietà ai medici, così duramente impegnati su questo come su altri delicati e gravi fronti dell’emergenza sanitaria in atto.
La campagna governativa di informazione e sensibilizzazione, portata avanti con l’utilizzo di svariati mezzi di informazione, aveva annunciato a suo tempo una vaccinazione teoricamente di massa, con ASL e Regione che avevano promesso alla Versilia 45.000 dosi, numero molto superiore a quello degli scorsi anni. Ci chiediamo quindi, non senza amarezza, quali siano stati i ritardi o le mancanze che hanno determinato questa situazione, in cui la campagna di richiamo alla vaccinazione ha nella realtà colpevolmente concorso al sopraggiungere di questi problemi, deviando così dal sacrosanto “Diritto alla salute” fermamente enunciato nella nostra Costituzione.
Adesso oltre alla denuncia occorrono i fatti: le varie istituzioni, Governo, Regione e ASL, sono chiamate a risolvere questa vicenda, e devono dare risposte immediate e sicure.
Infine come SPI-CGIL dobbiamo assolutamente tornare a riflettere sul terribile fatto che questa fase, così delicata e pericolosa, dalla quale deriva anche l’attuale corsa al vaccino contro l’influenza, vede gli anziani colpiti duramente, in questo caso specifico anche nella loro più intima e profonda dignità.

Roberto Cortopassi

Segretario Generale
SPI-Provincia di Lucca

Redazione - inviato in data 27/11/2020 alle ore 15.01.45 - Questo post ha 2 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- CI PENSA IL TAMBELLINI - da Anonimo - inviato in data 29/11/2020 alle ore 17.08.32
vaccini subito a chi vota la mammini e il raspini.

---------------------------------------
- oh Cortopassi - da Anonimo - inviato in data 27/11/2020 alle ore 22.10.49
ma non l'hai ancora capito che è tutto voluto, stabilito...

il loro obiettivo è quello che l'epidemia faccia più morti possibile, vedi cure da protocollo che fanno intubare la gente.....intanto chi può accedere a cure giuste vedi Berlusconi a 80 anni, guarisce in 2 settimane!!!

il tutto per imporre vaccini fatti in 6 mesi.....anzi forse meno perchè sono già in produzione....

quelli si che poi avranno conseguenze per vecchi e giovani!


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it