Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 21 gennaio 2021  
  ...in Toscana Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca come la vorrei  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Presidente Giani: subiamo il Covid ma la burocrazia NO!

Stupisce la decisione di passare la Lombardia a zona arancione e la Toscana no, quando pressoché tutti i parametri di quest’ultima sono migliori dell’altra.

Scopri poi che la motivazione è data da una norma burocratica stabilita dal Governo per cui per scalare da rosso ad arancione debbono passare 14 giorni di parametri in discesa, propedeutici alla fascia più bassa.

Per la Lombardia erano passati i 14 giorni per la Toscana no, i 14 giorni scadono oggi 28 novembre, essendo la zona rossa scattata il 14 stesso mese.

Perché la zona arancione della Toscana dovrebbe scattare dal 3 dicembre e non dal 29 novembre?

Per una regola burocratica sempre decisa dal Ministro Speranza, per cui il Comitato Ministeriale che deve decidere il passaggio si riunisce una volta per settimana e la prossima appunto è il 3 dicembre.

La decisione poi deve essere pubblicata sulla Gazzetta ufficiale e quindi entrare in vigore il 4 o il 5 dicembre.

Presidente Giani, qui non si tratta di ignorare i parametri stabiliti dagli esperti per collocare le regioni in una delle tre fasce, ma di usare il buonsenso per la loro applicazione e non la burocrazia vetero-comunista di Speranza.

Se la Toscana ha parametri migliori della Lombardia e della Calabria non può essere scavalcata perché al 27 novembre manca un giorno di dati o peggio ancora ritardare di riaprire negozi essenziali perché il Comitato si riunisce il 3 dicembre, anche se i 14 giorni di dati in discesa, scadono il 29 novembre.

Presidente Giani, giusto essere ossequienti alle disposizioni stabilite per contenere la Pandemia, ma non accetti supinamente stupide regole burocratiche ministeriali.

Pretenda che il Comitato Ministeriale, che deve decidere, si riunisca subito!

Il fatto che migliaia e migliaia di attività economiche Toscane continuino a soffrire, danni ingenti rimanendo illegittimamente in zona rossa, anche per un solo giorno in più, perché chi deve decidere si riunisce una volta per settimana, è inaccettabile.

Per finire: Bar e Ristoranti sono due dei settori che stanno pagando più di tutti questa Pandemia, al di là del colore delle zone, se non vogliamo distruggere queste attività occorre riaprire almeno mezza giornata fino alle 18 le loro attività in presenza, confermando tutte le regole stringenti già previste sui distanziamenti, sul numero delle persone da ammette per tavolo, sulla sanificazione degli ambienti.

In Discoteca gli assembramenti sono inevitabili, ma la presenza ad un Bar o a un Ristorante è gestibile, in sicurezza, con il rispetto delle norme: basta volerlo.



Francesco Colucci, Riformisti x Italia Viva

Redazione - inviato in data 28/11/2020 alle ore 10.08.39 - Questo post ha 3 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- @una barzelletta - da Anonimo - inviato in data 30/11/2020 alle ore 3.53.21
Saggio. Però, come dici, la gente si è rotta le palle e vuole uscire.

---------------------------------------
- @commercianti - da Anonimo - inviato in data 29/11/2020 alle ore 17.08.06
ma questi commercianti, baristi, ristoratori ecc... stanno volentieri chiusi...vuol dire che i soldi ce l'hanno...

perchè se decidessero TUTTI INSIEME di stare aperti, vorrei vedere chi li fermerebbe...


---------------------------------------
- UNA BARZELLETTA - da Anonimo - inviato in data 29/11/2020 alle ore 2.03.18
Premessa, io sono uno che scrive sempre che non andrebbe chiuso tutto e che in primavera è stato un errore chiuder tutto. Però queste regioni che, come particelle impazzite, passano, da un mese all'altro, dal voler le chiusure al voler le aperture sono veramente penose. I cosiddetti 'governatori' (a governà le bestie li manderei!!) hanno fiutato i sondaggi e capito che la gente si è rotta le palle e vuole uscire...allora tutti aperturisti!! Penso che il governo dovrebbe fregarsene delle boiate delle regioni. Per ora ci vuole di far lavorare la gente (e non di chiuderla in casa), ma anche di fare attenzione agli assembramenti. Ci vuole cervello.

---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it