Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 22 aprile 2021  
  Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
torino docet

Avete visto che cosa ci attende per il 4 dicembre? ressa per gli acquisti come a torino
e poi dopo befana tutto chiuso di nuovo per aumento vertiginoso dei casi. bene bene avanti così con la massima miopia bottegaia. poi la gente non ha soldi! mah

Anonimo - inviato in data 30/11/2020 alle ore 13.55.53 - Questo post ha 8 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- ...sono d’accordo... - da Anonimo - inviato in data 03/12/2020 alle ore 8.12.48
....spero che tu invecchi e quando lo sarai non so se sarai contento di rischiare di lasciarci le penne per colpa altrui. Bella riconoscenza per gli anziani e per tutti quelli giovani che ci hanno lasciato la pelle. Vergognatevi e studiate prima di parlare negazionisti del cavolo

---------------------------------------
- @ultimo commento - da Anonimo - inviato in data 02/12/2020 alle ore 23.32.53
Mi sa che ti è sfuggito un pezzo di ciò che ho scritto! Ho specificato di proteggere gli anziani, ho perfino ammesso che per non mettere in pericolo i miei parenti meno giovani, non li vedo da mesi! Ho scritto chiaro e tondo che incontrare persone anziane e farlo senza mascherina vuol dire metterli in pericolo! Hai frainteso le mie parole, se mi rispondi come hai fatto. Io intendevo che nel mentre che proteggiamo gli anziani, ai non-anziani dovrebbe essere permesso continuare con la loro vita.

---------------------------------------
- ...sono d’accordo... - da Anonimo - inviato in data 02/12/2020 alle ore 20.50.10
....spero che tu invecchi e quando lo sarai non so se sarai contento di rischiare di lasciarci le penne per colpa altrui. Bella riconoscenza per gli anziani e per tutti quelli giovani che ci hanno lasciato la pelle. Vergognatevi e studiate prima di parlare negazionisti del cavolo

---------------------------------------
- Sono d'accordo con TENTATO OMICIDIO - da Anonimo - inviato in data 01/12/2020 alle ore 18.05.19
Capisco lo sdegno e la preoccupazione ma cerchiamo di moderare l'ira. Ci scanniamo riguardo ad un virus tale che per morire per colpa sua, o eri già con un piede nella fossa, o sei stato proprio sfortunato, e comunque parliamo di un pugno di persone. Il Covid non è più di questo. Per me è qualcosa di incomprensibile quello che il Governo ci ha fatto per colpa di un male di questa portata. Vasto, ma relativamente poco letale.

Bastava dire che se andavamo a trovare i nostri anziani e lo facevamo senza mascherina, correvamo serio rischio di ammazzarli (che quello purtroppo è vero). Per me sarebbe stato sufficiente a scuotere le coscienze.

Ma fermare 60 milioni di persone a cui il Covid fa meno danni di una scorreggia? Lo trovo sbilanciato e poco pratico. Se ai giovani e ai sani il Covid non fa nulla, nulla è anche quanto esso dovrebbe influire sulla mia libertà. Per precauzione la mascherina la uso, e i miei parenti più anziani non li vedo da Natale scorso. Però dai mettersi a colorare l'Italia tipo bambino coi pennarelli, giocare al toto-lockdown e a quali nuove regole scopriremo appena svegli, o arrivare a dare degli assassini a chi va per negozi, qui si esagera.


---------------------------------------
- TENTATO OMICIDIO - da Anonimo - inviato in data 01/12/2020 alle ore 1.09.27
Quale sarebbe il tentato omicidio? Far aprire i negozi? Aprire i negozi? Andare ai negozi? Mettersi in coda ai negozi? Per cosa comminerebbe la pena di vent'anni di galera? Le ricordo che il 95 per cento di chi viene individuato come positivo (e i veri positivi sono molti di più) non ha sintomi, o ha sintomi leggerissimi, o infine ha i sintomi di una normale influenza. Forse, seguendo il suo ragionamento, si dovrebbe dare vent'anni di galera a chi vende alcolici (che provocano la cirrosi) o a chi se li beve; oppure a chi vende le merendine (che provocano diabete e colesterolo alto), o a chi se le mangia..........per non parlare di chi vende le sigarette... Tutta roba che ammazza più del virus. E di vent'anni di galera per chi supera il limite di velocità cosa mi dice?? In fondo anche quella è una forma di tentato omicidio.

---------------------------------------
- Ma... - da Anonimo - inviato in data 30/11/2020 alle ore 22.18.02
Altro che multine che poi poi nessuno o solo i citrulli pagano.
In certi casi, dipendesse da me, metterei il tentato omicidio ed anche l'omicidio.
Ai negazionisti dopo vent'anni di galera gli passerebbe lo zurlo.
Papale papale.


---------------------------------------
- Lo avevano detto - da Anonimo - inviato in data 30/11/2020 alle ore 19.09.07
Si vocifera che un informatore segreto lo avesse già detto mesi fa: il Governo avrebbe rivelato dati che giustificavano le riaperture sotto Natale, poi passata Befana avrebbe detto la gente aveva esagerato e occorreva tornare al lockdown, e che quest'ultimo sarebbe continuato ad oltranza con mille scuse, per motivare la gente a vaccinarsi. Speriamo fosse sensazionalismo.

---------------------------------------
- Toh.. - da Anonimo - inviato in data 30/11/2020 alle ore 17.00.57
Questa è la risposta a chi, pochi giorni fa, a fronte degli assembramenti avvenuti a Napoli in seguito al decesso di Maradona, affermava che questo accade solo a Napoli perché ' i napoletani sono fatti così'. Non è la latitudine che determina il tasso di maleducazione.
Ortica


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it