Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
martedì 28 settembre 2021  
  Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca Curiosa  
  Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Una biblioteca non è un 'lusso' ma una necessità vitale ....

Paolo Bolpagni direttore della Fondazione Ragghianti

“Una biblioteca non è un 'lusso' ma una necessità vitale, una priorità, sempre e comunque”

In merito alla paventata e al momento scongiurata prossima chiusura della Biblioteca Statale di Lucca, si è espresso anche il direttore della Fondazione Ragghianti Paolo Bolpagni: «Già da tempo, anche tramite i racconti della direttrice, l'amica Monica Maria Angeli, ero al corrente delle gravi difficoltà e carenze d'organico della Biblioteca Statale di Lucca, una realtà culturale che conserva beni preziosissimi e che offre un insostituibile servizio agli studiosi, agli studenti e a tutta la cittadinanza. Qualche giorno fa, appresa la notizia della prossima chiusura di questa importantissima istituzione, sono stato assalito da un misto di sconforto e di rabbia. Ho immediatamente sottoscritto la lodevole petizione promossa dall'Associazione Amici del Machiavelli ed espresso alla collega Angeli tutta la mia solidarietà, personale e istituzionale, nonché la disponibilità a compiere ogni azione che, per quanto nelle mie facoltà, potesse essere utile per scongiurare la chiusura della nostra Biblioteca Statale. Occorreva uno sforzo corale della città, per farsi sentire con forza nelle sedi opportune, e mi pare che ci sia stata. Ho letto di privati che, con grande generosità, hanno offerto un sostegno anche economico, ma è anzitutto lo Stato a dover rispondere in maniera veloce e concreta. Una biblioteca - e parlo anche da direttore di una Fondazione che ne gestisce una, specializzata in storia dell'arte, che conta oltre ottantamila volumi - non è un 'lusso', bensì una necessità vitale, una priorità, sempre e comunque. Ieri (il 21 gennaio) ho saputo di un diretto e deciso intervento promesso dal MiBACT. Mi auguro vivamente che esso avvenga in tempi rapidi, e che alle rassicurazioni e promesse seguano i fatti».


Redazione - inviato in data 22/01/2021 alle ore 15.48.49 - Questo post ha 8 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- @ma - da Anonimo - inviato in data 24/01/2021 alle ore 18.11.39
Probabilmente hai vissuto sempre col cxxo coperto..... e papà ti ha aperto il bar!!! Disoccupato con figli piccoli e moglie in un fallimento di ditta altrui e nessun stipendio..... andiamo a lavorare dove di trova, coop di scarico e carico merci abbiamo sbarcato il lunario.... non aspettavo il panieri e scrivevo sui social!!! Move il cxxo Se hai fame!!! Il resto è politica e il commento è politica e della bassa estrazione non siete credibili!!! Lavorano tutti i bar solo in vagabondi sono a casa a scrivere cxxate fui social

---------------------------------------
- Ma - da Anonimo - inviato in data 24/01/2021 alle ore 1.25.33
A pancia piena si parla bene e viene anche voglia di un buon libro.
Ma probabilmente vivo in un altro mondo


---------------------------------------
- MA IR TAMBELLINI LO SA CHE CI SONO I LIBRI? - da Anonimo - inviato in data 23/01/2021 alle ore 16.38.07
La laurea l'ha presa sul postalmarket.

---------------------------------------
- @ma - da Anonimo - inviato in data 23/01/2021 alle ore 14.57.00
Ci sono tanti campi agricoli incolti, se vuole .... Se vuole aiutare i figli, ci sono molte persone che pur avendo titoli ed esperienza non si è preoccupata di non fare il 'lavoro dei sogni ' ma si è rimboccata le maniche ed ha caricato camion di pacchettini e ne già scaricati altrettanti, i nostri padri e nonni si sono levati il pane di bocca x la cultura, noi ce lo leviamo per gli spritz .... Non è la solita cosa..... Ed infatti andiamo a rotoli con e senza virus..... L'uomo saggio cerca soluzioni che gli permettono di vivere onestamente, il resto confida nel terno al lotto!!!

---------------------------------------
- Ma - da Anonimo - inviato in data 23/01/2021 alle ore 13.05.12
Bene ora gli dico di portare i figli in biblioteca cosi lotranquillizzo

---------------------------------------
- SE IL SUO AMICO BARMAN... - da Anonimo - inviato in data 23/01/2021 alle ore 4.04.11
...non riceve aiuti, ciò non dipende dalle biblioteche, che sono servizi essenziali, ma dai soldi che gli statalisti sprecano in redditi ai fannulloni (o lavoratori al nero), acquisto di Autostrade, sovvenzioni ad Alitalia, acquisto ILVA, Quota 100, ecc. Queste cosine costano centinaia di milioni, migliaia di milioni. Una biblioteca costa un millesimo degli sprechi di stato.

---------------------------------------
- Al momento - da Anonimo - inviato in data 22/01/2021 alle ore 23.38.22
Al momento della dipartita del barman e dei suoi fans beoni, non ci resterà altro che una pozza mista di vomito ed urina insieme ad alcune bottiglie vuote..... e l'oblio li coprirà. Pensa te Dante, Manzoni, Sciascia, Pirandello, che cxxo avete scritto a fa??? La necessità è bere, fortissimamente bere, e movida, e scrive cxxate sui social, ai posteri si lasci un po di cocaina con uno spritz!!!

---------------------------------------
- Ma - da Anonimo - inviato in data 22/01/2021 alle ore 20.01.14
Io sono piu preoccupato per il mio amico barman che e rimasto senza lavoro con due figli.ora come ora la biblioteca puo aspettare

---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it