Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 25 ottobre 2021  
  Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca Curiosa  
  Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
San Nicola nasce ancora

Un ricordo della nascita di s. Nicola da Patara, vescovo di Myra.
Il luogo: Chiesa di san Salvatore in mustiolo, p.za s. Salvatore a levante della fontana della Naiade nota ai lucchesi come: la Pupporona.
Il termine mustiolo, arcaico, contratto in italiano, deriva dal diminutivo latino: monasteriolum (piccolo monastero). L'edificio è citato in un documento del 1009, quello che ci appare oggi è stato variamente riedificato, notevoli sono, all'esterno i due travi della porta dx della facciata e della porta sud, oggi spesso occultata dai numerosi mezzi della Misericordia.
In particolare ci occupiamo della porta che si apre sul lato sud.
Il trave della porta presenta un interessante altorilievo firmato dal suo autore Biduino eseguito intorno al 1175.
La pregevole opera vuol celebrare l'eccezionale nascita di Nicola a quasi 900 anni dall'avvenimento.
Al centro, guadagna la nostra attenzione un grosso recipiente dal quale emerge un bimbo molto tonico, col capo già contornato da un'aureola di santità, lavato da due donne; ai lati sono presenti varie architetture cittadine esotico-fantastiche che situano la scena in una città lontana. La presenza di numerose campane tra le architetture è segno della cristianità degli abitatori delle case.
Sul recipiente è ben leggibile la scritta: BIDUINUS ME FECIT HOC OPUS.
Sul fondo piano, si leggono parole contratte interpretabili come: SANCTUS NICOLAUS PBR (presbitero) P (posuit).
Nicola nacque a Patara (città della Licia a sud ovest della costa turca) il 15 marzo 270 e morì a Myra il 6 dicembre 343.
Attorno al 300 Nicola è eletto Vescovo di Myra, il santo è rimasto famoso perché sempre attento alle necessità del prossimo e per la profonda generosità,
Si ricorda in particolare la vicenda delle tre doti.
Un signore, caduto in disgrazia, non poteva preparare la dote per le tre giovani figlie, pensò quindi di indurle alla prostituzione. S. Nicola, venuto a conoscenza del grave problema, una notte gettò in casa del mercante un sacchetto contenente monete d'oro. L'uomo riuscì a maritare la prima figlia, il che indusse Nicola a ripetere il gesto, senza che nessuno lo sapesse, gettò un altro sacchetto di monete, anche la seconda figlia poté sposare. Qualche tempo dopo Nicola riuscì a gettare il terzo sacchetto di monete nella finestra ed anche la terza figlia sposò. Questa volta il mercante riuscì a scoprirlo e Nicola lo pregò di non far parola ad alcun dell'accaduto. Al passare degli anni il mercante riconoscente non riuscì a trattenere il segreto.
Dopo la morte, Nicola fu raffigurato con il pastorale nella mano destra e tre sacchetti di monete nella mano sinistra, nella iconografia i sacchetti si sono trasformati in tre sfere d'oro.
Come san Nicola divenne Babbo Natale.
Nei secoli la sua fama si diffuse tra ogni popolo, dall'Europa passò al nuovo mondo, i migranti olandesi estesero il suo culto nella città di New Amsterdam, poi chiamata New York; il suo nome San Nicholaus si abbreviò Santa Claus. Da circa un secolo si è trasformato in Babbo Natale con l'abito rosso orlato di bianco, amico dei bimbi e dispensatore di doni già il 6 dicembre e, ai tempi nostri, anche il giorno di Natale.
Link al video https://youtu.be/WnITi17Ajm0

Lucca Curiosa - inviato in data 23/01/2021 alle ore 11.12.23 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it