Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
venerdì 23 aprile 2021  
  Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Tutti insieme, per progettare una vera e non rinviabile rigenerazione della città

Uniamoci, Amministratori e cittadini, per progettare una vera e non rinviabile rigenerazione della città e del territorio.


Prendiamo atto, e ci dispiace, che il Sindaco Tambellini non ha ritenuto di rispondere alla lettera che noi di Uniti per la Manifattura, unitamente a significative Associazioni culturali e ambientaliste del Territorio (“Custodi della Città per gli Stati Generali sulla Cultura”, “Italia Nostra”, “Lega Ambiente”, “Rete dei Comitati) abbiamo indirizzato a lui e a tutti i componenti del Consiglio Comunale in data 19 dicembre u.s.
Da quella lettera Uniti per la Manifattura riparte per ribadire il proprio impegno per la valorizzazione del bene pubblico della ex Manifattura Tabacchi, per la difesa ecologica e paesaggistica del territorio, per la custodia di tutti i beni pubblici della città e per la valorizzazione e distribuzione del bene casa ai suoi cittadini. E invita l'Amministrazione Comunale ad accantonare il primo e il secondo Piano Coima/Fondazione Cassa di Risparmio perché, com'è stato riconosciuto da un ampio dibattito sviluppatosi tra vasti strati di società civile del nostro Comune, risulterebbero funzionali solo a una speculazione edilizia/immobiliare e penalizzerebbero sia il mantenimento del bene pubblico alla città, sia il valore storico culturale della ex Manifattura per Lucca.


Riteniamo quindi che l'Amministrazione debba aprire un tavolo di confronto e di condivisione di proposte, coinvolgendo le associazioni e i comitati cittadini coinvolti da tempo in uno sviluppo equo, sociale, ecologico, capace di coniugare nella ristrutturazione della ex Manifattura, testimonianza storica, bellezza paesaggistica, bisogni sociali e culturali.


Il dibattito e il coinvolgimento nel progetto ex Manifattura sarebbe un primo passo in un percorso per una visione globale dello sviluppo futuro di Lucca, condiviso da Amministrazione e cittadini.


Per giungere a una visione d'insieme Uniti per la Manifattura ritiene necessario che il Sindaco e l'Amministrazione verifichino e rendano pubblico l'attuale patrimonio cittadino di edifici pubblici e residenziali. La nostra città risulta terza in Toscana per case sfitte, pari a circa il 30% del patrimonio abitativo.


Auspichiamo una pronta disponibilità dell'Amministrazione a un confronto trasparente e partecipativo per tracciare insieme il futuro della città.


Uniti per la Manifattura

Redazione - inviato in data 25/01/2021 alle ore 18.53.43 - Questo post ha 3 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- risposta a - com'è stato riconosciuto - da Anonimo - inviato in data 25/01/2021 alle ore 23.57.55
Se non ci fosse una legge elettorale che concede a chi ha avuto una maggioranza di 3oo voti su un totale di meno di metà della popolazione non sarebbero possibili queste aberrazioni della democrazia.
Lei lo sa che ci sono 55.ooo immobili sfitti o vuoti a Lucca?
Che visione intelligente e lungimirante è quella di costruire ancora alloggi?
A meno che non si tratti di pura speculazione...
espressione di un Partito Democratico solo a parole.




---------------------------------------
- COM'E''STATO RICONOSCIUTO.... - da Anonimo - inviato in data 25/01/2021 alle ore 19.52.26
.....'.....com'è stato riconosciuto da un ampio dibattito sviluppatosi tra vasti strati di società civile del nostro Comune, .....'...

Alla faccia della democrazia! Un bel dibattito, magari ampio e i giochi son fatti!

L'Amministrazione non deve aprire nessun tavolo assembleare. L'Amministrazione deve prendersi le sue responsabilità e decidere. Se siamo ancora in democrazia questo è il suo dovere.

E poi che dovrebbero render noto??? Il patrimonio immobiliare??? Andate a leggervi il catasto!!! Case sfitte?? Certo che ci sono. Chi le tiene sfitte paga delle belle tasse allo stato. Per cui le case sfitte rendono comunque alla collettività.


---------------------------------------
- Distribuzione - da Anonimo - inviato in data 25/01/2021 alle ore 19.40.42
....'.....distribuzione del bene casa ai suoi cittadini....'.... Beh, intanto potreste cominciare a distribuire un po''dell'IMU e delle tasse di bonifica che mi tocca di pagare sulle capanne e sul metato ereditato dal mi''nonno in Brancoleria!!!!

---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it