Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 15 aprile 2021  
  Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Emergenza COVID19 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Satira Società Spettacolo Sport Stravaganze VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
No ringhiere sulle Mura: oltre mille firme in tre giorni per le petizione di SìAmoLucca

Studiando gli atti chiesti al Comune, la lista civica rivela che il perimetro dei parapetti esterni interessati dall'installazione di nuove balaustre puo' arrivare intorno ai tre chilometri. E propone l'istituzione di un albo di cittadini volontari (i Custodi delle Mura) per predisporre controlli ed evitare un intervento invasivo

Oltre mille firme in 3 giorni per la petizione lanciata dalla lista civica SìAmoLucca per dire no alle nuove ringhiere sulle Mura, che vede come ideatore e primo firmatario l'ex candidato sindaco Remo Santini, attuale capogruppo in consiglio comunale del movimento. A fare il punto della situazione nel corso di una conferenza stampa sono stati (insieme a Santini) i consiglieri comunali Serena Borselli e Alessandro Di Vito oltre che il segretario politico di SìAmoLucca, Roberta betti e l'esponente del direttivo Lorenzo Natali. All'iniziativa ha preso parte anche il senatore di Forza Italia Massimo Mallegni. 'In alcuni e circoscritti punti sì a qualche misura di sicurezza, ma no all'estensione delle balaustre su gran parte del perimetro dei parapetti interni, circa tre chilometri - ha spiegato Santini - così come si evince dal progetto definitivo del Comune, che però deve ancora avere l'approvazione della Conferenza dei servizi. In alcuni casi le ringhiere riteniamo che possano diventare più pericolose della situazione attuale. Chiederemo a breve un incontro la la Soprintendenza, e invitiamo i cittadini a firmare ancora la petizione on line'. In alternativa SìAmoLucca propone, oltre ad un potenziamento dei controlli della Polizia Municipale, la creazione di un albo di cittadini volontari per i controlli quotidiani sul monumento, i Custodi delle Mura, sulla scorta di esperienze fatte in altri Comuni, dove l'aiuto di persone iscritte in un apposito elenco viene utilizzato per svolgere vari servizi'. Per la lista civica, il comportamento scorretto di pochi non può pregiudicare l'immagine del monumento e ingabbiarlo tutto, attraverso una politica dell'amministrazione Tambellini che sembra essere piu' realista del re dopo l'inchiesta aperta dalla Procura per la caduta del bimbo francese. 'Tra le proposte per il piano sicurezza ci sono poi ringhiere perfino su alcune porte come quelle di S.Donato e S.Maria, oltre che balaustre su gran parte delle salite - ha spiegato Santini a nome di SìAmoLucca - . Così proprio non va, il progetto deve essere assolutamente migliorato per evitare di stravolgere le Mura. Tra l'altro l'amministrazione Tambellini ha presentato solo alcuni sparuti dettagli, e siamo noi oggi a divulgare i contenuti più precisi: come si fa a non illustrare compiutamente alla cittadinanza un intervento così significativo?'

Ecco gli interventi zona per zona, estratti dalle relazioni del Comune che la lista civica ha ottenuto grazie ad un accesso agli atti

Cortina tra il Baluardo San Donato e San Paolino: per quanto riguarda il terrapieno interno sarà posata in opera una balaustra metallica continua sul ciglio superiore, dal raccordo dalla “Rampa di via del Pallone” alla casermetta di San Donato.
Baluardo di San Donato – Baluardo di Santa Croce: balaustra metallica sul ciglio superiore, dal raccordo con il parapetto della “Rampa del Baluardo di San Donato”, fino a “Porta san Donato”, per proseguire poi dalla stessa fino alla casermetta di “Santa Croce”. La distanza tra il filare interno degli alberi e il ciglio del terrapieno varia nei due settori, prima e dopo “Porta San Donato”, nel primo è a ridosso del filare, nel secondo è circa 2 ml, pertanto sarà inserita una balaustra modulare sullo stesso sfilo degli alberi nel primo
tratto e una balaustra continua esterna sul secondo. Sarà necessario montare delle ringhiere sul parapetto del portico soprastante “Porta San Donato” e della rampa,
baluardo santa croce- piattaforma di san frediano Per quanto riguarda il terrapieno interno sarà posata in opera la balaustra metallica sul ciglio superiore, dalla casermetta del baluardo di “Santa Croce” fino al raccordo con il parapetto della “Discesa di Sant’Agostino”, e dalla stessa fino al parapetto soprastante la “Sortita di San Frediano”. Nel primo tratto lato “Santa Croce” la distanza tra gli alberi e il ciglio del terrapieno non consente l’inserimento di una balaustra continua, pertanto sarà inserita una balaustra modulare sullo stesso sfilo degli alberi. Nel secondo tratto lato “San Frediano” .
Cortina tra la Piattaforma di San Frediano e Baluardo di San Martino)
Per quanto riguarda il terrapieno interno dal raccordo con la “Salita di San Frediano” fino all’innesto della “Salita di Santa Maria” la distanza tra gli alberi e il ciglio del terrapieno non consente l’inserimento di una balaustra continua, pertanto sarà inserita una balaustra modulare sullo stesso sfilo degli alberi, che si svilupperà anche lungo la suddetta
“Salita”. Nel settore successivo, dalla porta fino alla “Casermetta di San Martino” lo spazio disponibile aumenta fino a 2,50 ml pertanto potrà essere installata una balaustra continua superiore del terrapieno. La balaustra sarà estesa anche sulle tre rampe sopra descritte. Sarà necessario montare delle ringhiere semplici sul parapetto del portico soprastante la “porta di Santa Maria”
Cortina tra Baluardo di San Martino e Baluardo di San Pietro.
Per quanto riguarda il terrapieno interno sarà posata in opera la balaustra metallica continua sul ciglio superiore del terrapieno, dalla rampa del “San Martino” fino al parapetto di Porta San Jacopo, per procedere poi subito dopo fino quasi alla “Casermetta San Pietro”.
Cortina tra (Baluardo di San Pietro e Baluardo di San Salvatore
Per quanto riguarda il terrapieno interno la ridotta pendenza raccordata con l’ampio spazio sistemato a prato alla base permettono di non porre in opera nessun dispositivo anti-caduta sullo sviluppo del terrapieno fino alla “Piattaforma della Casa del Boia”, che, oggetto di recente restauro, è già dotata di parapetti a norma. Saranno invece necessarie
balaustre metalliche per proteggere i raccordi laterali della “Salita di San Salvatore” in corrispondenza degli accessi ai sotterranei del baluardo.
Cortina tra Baluardo di San Salvatore – Baluardo della “Libertà.
Per quanto riguarda il terrapieno interno sarà posata in opera la balaustra metallica continua sul ciglio superiore, per tutta la lunghezza, dal raccordo con il parapetto della “Salita di San Salvatore”, fino alla “Porta Tamviaria”, con la sola esclusione del tratto corrispondente al “coronamento” di “Porta Elisa”, dove è però prevista la messa a norma delle ali laterali del parapetto esistente in muratura con una ringhiera di circa 40 cm. Le balaustre saranno estese anche alle “gradonate”
Cortina tra Baluardo della Libertà – Baluardo di San Regolo.
Per quanto riguarda il terrapieno interno sarà posata in opera la balaustra metallica continua sul ciglio superiore del terrapieno, ad una distanza di 2,50 ml dal filare degli alberi, dal parapetto soprastante l’ingresso della “Porta Tramviaria” alla casermetta di San Regolo. Così come sulla salita San Regolo
Cortina tra Baluardo di San Regolo – Baluardo di San Colombano
. Sul parapetto esterno non sono previsti interventi. Per quanto riguarda il terrapieno interno sarà posata in opera la balaustra metallica sul ciglio superiore, dal raccordo con il parapetto della “Salita dell’Orto Botanico”, fino all’edificio soprastante la “Sortita del San Colombano”.
Baluardo di San Colombano – Baluardo di Santa Maria.
Per quanto riguarda il terrapieno interno sarà posata in opera la balaustra metallica sul ciglio superiore, dal raccordo con il parapetto della “Salita di San Colombano”, fino a “Porta San Pietro” e, a seguire, dalla Porta fino alla “Salita di Santa Maria”.
Baluardo di Santa Maria – Baluardo di San Paolino
Sarà posata in opera la balaustra metallica sul ciglio superiore, dal raccordo con il parapetto della “Salita di Santa Maria”, fino alla “Salita di Piazza Cittadella”. La distanza tra il filare interno degli alberi e il ciglio del terrapieno non consente l’inserimento di una balaustra continua, pertanto sarà inserita una balaustra modulare suddivisa in settori sullo stesso filo degli alberi. La stessa balaustra sarà installata anche sul bordo esterno delle rampe Messa in sicurezza dei terrapieni. La protezione anticaduta dei terrapieni interni sarà realizzata con “balaustre modulari” dal disegno semplice, con diagonali, tipologia peraltro già utilizzata nelle balaustre esistenti sulle mura e sui baluardi.


link per firmare la petizione
https://www.change.org/p/comune-di-lucca-no-alla-ringhiere-sulle-mura-di-lucca?utm_source=share_petition&utm_medium=custom_url&recruited_by_id=62861b50-71d9-11eb-bf65-21aeed468a7f

Redazione - inviato in data 22/02/2021 alle ore 15.47.26 - Questo post ha 5 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- PRECISAZIONE - da Anonimo - inviato in data 23/02/2021 alle ore 16.53.38
L'associazione che credo tutt'ora esista e che controlla anche il maltrattamento degli animali, se non è stata cancellata ha la possibilità di elevare multe a chi non ottempera alle disposizioni dello Stato, regione, Comune e pure Provincia che non esiste!!!


---------------------------------------
- LOTTIAMO FIERE - da Anonimo - inviato in data 23/02/2021 alle ore 2.48.45
Lottiamo fiere contro le ringhiere!! Questo il motto del comitato femminile contro le ringhiere. Il comitato chiede la riduzione delle ringhiere da 3 Km a 3 m e naturalmente le ringhiere rosa!

---------------------------------------
- IDEE BISLACCHE - da Anonimo - inviato in data 23/02/2021 alle ore 1.09.34
Custodi delle Mura??? Ma se uno di questi ipotetici custodi andasse a dire ad un tizio che fosse salito sul parapetto di scendere, il tizio potrebbe tranquillamente mandarlo a spigare senza alcuna conseguenza.

---------------------------------------
- MA LA GIUNTA LO SA? - da Anonimo - inviato in data 22/02/2021 alle ore 16.44.35
IL tambellini sicuramente no, tanto non conta nulla.

---------------------------------------
- non ho l'età - da Anonimo - inviato in data 22/02/2021 alle ore 15.57.45
purtroppo e anche la salute non me lo consente. Mi ricordo che vi era un'associazione che prima dell'avvento del sindaco eletto Dal 25 PER CENTO DEI CITTADINI FACEVA PROPRIO QUESTO: CONTROLLAVA E INOLTRE ERA RICONOSCIUTA DALLA STATO.
Vado spesso a fare una passeggiatina o un giro in bicicletta sulle mura, ma ahimè sono molto sfortunata e non vedo mai un vigile o qualcuno delle forze dell'ordine. Se passano, passano in auto e non si fermano!!!!
Gianna Traverso Coli


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it