Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
mercoledì 1 dicembre 2021  
  Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca Comics 2021 Lucca Curiosa  
  Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Poesia Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
I lavoratori di Lucca Riscossioni replicano ai vertici aziendali

RISPOSTA DEI DIPENDENTI DI LUCCA RISCOSSIONI E SERVIZI AI VERTICI AZIENDALI

A seguito delle dichiarazioni dei vertici aziendali di Lucca Riscossioni e Servizi, apparse su alcuni quotidiani locali, si rende necessario da parte dei lavoratori effettuare alcune importanti precisazioni, allo scopo di fornire una rappresentazione veritiera e completa dei fatti.

'In primo luogo, lo stato di agitazione -di cui la direzione della società era stata regolarmente informata a mezzo mail da parte delle RSA ed RSU- non ha niente a che vedere con il premio di produzione, per il quale era stato già a suo tempo sottoscritto un accordo, e che non rientra nelle motivazioni di questa presa di posizione'.

'Le questioni che il CdA e la direzione dell’azienda definiscono “oggettivamente meno sostanziali”, come l’importo del buono pasto, il riconoscimento ai dipendenti ex Gesam di permessi a suo tempo concessi dall’azienda di provenienza, e l’introduzione dello smart working come elemento strutturale - sottolineano i dipendenti - , rientrano nel quadro più ampio di una contrattazione di secondo livello, per la quale da mesi si aspettano invano delle risposte concrete ed un tavolo di trattative mai organizzato'.

'Risposte del resto mai pervenute anche per richieste più sostanziali, quali la definizione chiara di ruoli e mansioni per tutto il personale; il rispetto delle normative vigenti in materia di sicurezza dei lavoratori per i locali della sede di S. Anna; il tempestivo adeguamento dell’organico alle necessità aziendali (la campagna di “stabilizzazione”, per la quale presumiamo che i vertici intendano il reclutamento di nuovo personale attraverso procedure di selezione pubblica, ci risulta ben lungi dall’essere in dirittura d’arrivo).

Quello che i lavoratori chiedono - conclude la nota dei lavoratori stessi - è quindi un concreto ed effettivo confronto tra le parti, nel rispetto di una dialettica sindacale fin qui poco valorizzata, al fine di giungere finalmente alla risoluzione di temi che ormai da troppo tempo attendono risposta'.

Redazione - inviato in data 07/07/2021 alle ore 16.36.41 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it