Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
sabato 4 dicembre 2021  
  Altopascio Porcari Capannori Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca Comics 2021 Lucca Curiosa  
  Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Valdinievole - Villa Basilica Poesia Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
BASKET LUCCHESE “TROFEO CARLO LOVARI” anno 2021

Tra pochi giorni – grazie al rinnovato impegno di alcuni appassionati di basket – si terrà lo storico “Trofeo Carlo Lovari”, indimenticato e sfortunato cestista nato proprio a Lucca.
Durante questo importante avvenimento, oltre al lato agonistico, sportivo e, naturalmente, di attrazione collettiva, la parte “storica” addiviene ad una sorta di – se pur giusta e riconosciuta – “commemorazione”, se pur validissima e, da me apprezzata, sorta di riflessioni verso il basket locale, investimenti economici e, non per ultima, assoluta dimenticanza politica sportiva locale, sono da me inevitabilmente ragionati.
Mi spiego meglio, presupponendo che, questa mia non vuole essere una critica a 360 gradi verso il “mondo sportivo, politico, istituzionale, bancario o quant’altro”, della nostra Città ma, bensì, una presa d’atto di un modus di “mortificare” in qualche misura uno Sport come la Pallacanestro che, nella città di Lucca ha trovato nel tempo, oltre che la propria nascita anno 1919 (dati di una ricerca scolastica del Liceo Scientifico Vallisneri coordinata dalla Prof. Patrizia Pecchia), anche avvenimenti importanti, traguardi impensati e tesori immensi, del tutto ignorati e, purtroppo, anche artatamente dimenticati.
Mi riferisco ad esempio, al Museo Internazionale del Basket di Giorgio Chimenti – ora ad Udine -, alla scelta di non avvalersi più della pluricampionessa Lidia Gorlin nello staff del Basket Femminile Le Mura – già Campione D’Italia, nello scarso interesse verso Società Maschili di Pallacanestro – che in un recente passato hanno partecipato a Campionati di primissimo piano-, di Istituzioni Sportive Coni e Fip, oramai ininfluenti su ogni decisione politica-sportiva locale….e molto altro ancora.
Insomma, per me, con qualche anno di praticantato sportivo, ogni qualvolta si avvicina il Trofeo Lovari, non riesco a non essere critico e, passatemi lo sfogo “quasi disgustato” da atteggiamenti, anche recenti, di politici, Presidenti di Società, Istituzioni verso un movimento – quello Lucchese – che, si meriterebbe molto di più di quello che, ai miei occhi ad oggi, riesce in qualche modo ad “elemosinare”.
Tempi cambiati, lockdown ancora parzialmente in atto, momenti di particolare difficoltà per eventuali sponsor….altro ancora????
Non lo so …ma sento di dovere affermare che Lucca – non è la sola ovviamente città- dove “fare Sport”, e nello specifico il Basket molto complesso e quasi impossibile.
A tale proposito, chi avrebbe dato “due soldi” all’impresa che il Basket Femminile Le Mura diventasse Campione d’Italia, chi con onestà avrebbe mai pensato che, con pochissime risorse, budget miserrimi e quasi nessuna consapevolezza reale, un team femminile addivenisse ad orgoglio –per me- dell’intero movimento cestistico locale?? Impensabile..ma avveratosi.
E, ancor più al contrario di quanto sopra espresso, come dimenticarsi di chi come Vincenzo Buchignani, Mirko Diamanti, Giuseppe Piazza e Lidia Gorlin erano parte integrante di una vera “rivoluzione” manageriale che, in molte regioni del nostro Paese-in modo consapevole- ancora ad oggi, sono veri e proprie “leggende” della buona gestione sportiva ed umana.
Ecco la Lucca sportiva, non solo nel basket, poco attenta, disillusa, mortificante e mortificata, assente e spesso arrogante e “colma” di personalismi.
La Lucca, in questo senso, tutto ed il contrario di tutto.
Ancor più, almeno per il mio sindacabilissimo pensiero, ogni qual volta si “raccatta” il passato, come in questo caso il Trofeo Carlo Lovari, in me, oltre al piacere, si innescano motivi di delusione, di scontentezza e di non appagamento rivolto ad uno Sport come la Pallacanestro – specificatamente quella Lucchese- che negli anni ha veramente donato molto e raccolto poche e sudate briciole di consenso sia economico che morale.
Uno semplice sfogo….un sussulto di rimpianto e di sogni infranti?? Probabilmente. Per come la interpreta la mia mente – di bassa media intelligenza – la reale e consolidata realtà.
Da sempre, nella citta di Lucca…e forse anche a ragione, “ben altro” esiste prima della Pallacanestro…SEMPRE.
Chiudo il mio ermetico ma, auspico, compreso ragionamento, senza enfasi o qualsivoglia minimo riferimento a chicchessia ma: “dimenticare il nostro passato, mortificare la storia, non ricordare” equivale al non sapere vivere.
In bocca al lupo e….come si usa dire “attendiamo tempi migliori”
Gianluca Mascagni

Redazione - inviato in data 08/09/2021 alle ore 17.24.11 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it