Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
martedì 18 gennaio 2022  
  Altopascio e Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Capannori - Porcari Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa Lucca Comics 2021  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Villa Basilica Poesia Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport VERSILIA Vita nei Comuni  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Giorgio si, Giorgio no

Da mesi compaiono segnali sui mass media locali di una possibile discesa in campo, di Giorgio Del Ghingaro, per Sindaco di Lucca, nelle elezioni del 2022.


Italia Viva ha valutato interessante la notizia e nel caso fosse vera, la giudica una cosa molto positiva, per la città di Lucca.

Una candidatura Del Ghingaro è autorevole, competitiva per la vittoria.

Un Sindaco che ha dimostrato a Capannori e Viareggio di essere capace, fantasioso, risolutivo, per i molti problemi di quei Comuni.

Sarebbe una candidatura che contrasterebbe l’assurda volontà del PD locale di imporre assessori della poco apprezzata Giunta Tambellini, che ha fatto il deserto attorno a sé, nella società civile lucchese.

Del Ghingaro sarebbe una candidatura civica, non di stretta osservanza PD, bensì di un centro aperto a sinistra, che può trovare consensi anche nella area liberale, non populista, e nei movimenti spontanei sorti in dissenso con le scelte della Giunta Tambellini o in liste civiche che si stanno preparando da mesi, per concorrere alle elezioni comunali di Lucca.

Una Candidatura certamente molto competitiva per sbarrare la strada a quella parte della destra lucchese, sovranista, populista e anche, nella parte di Barsanti, con assurde venature nostalgiche.

Il PD lucchese, con il suo ciarliero segretario di centro città, si è scagliato improvvidamente contro la possibilità di discesa in campo di Del Ghingaro.

Lo stesso Tambellini ha adombrato vetuste questioni di appartenenza territoriale.

Un PD strabico: da un lato, invoca l’unità di tutti i partiti di centro sinistra, impossibile con le modeste candidature di continuità imposte, dall’altro sembra contrastare l’eventuale candidatura Del Ghingaro, che potrebbe, questa sì, compattare tutto il centro-sinistra e allargarsi anche all’area liberale di centro, per essere vincente.



Riformisti per Lucca Viva

Redazione - inviato in data 23/10/2021 alle ore 19.00.34 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it