Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
lunedì 23 maggio 2022  
  Altopascio e Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Capannori - Porcari Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport Venti di guerra a oriente VERSILIA  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
La Folgore Segromigno piange la scomparsa del fondatore e superpresidente Alfredo Chelini

Giannini “Una grandissima perdita per la grande famiglia giallorossa e per tutto lo sport lucchese”

La notizia è arrivata nel pomeriggio di giovedì ed ha scosso tutta la Folgore Segromigno, società che da 50 anni opera nel calcio dilettantistico e giovanile. All’età di 85 anni è scomparsa la figura storica della società, il presidentissimo Alfredo Chelini, dal 1962, anno della fondazione, ai vertici di questa importante squadra che ha visto giocare nelle sue varie formazioni migliaia di ragazzi della zona e non solo.

Chelini incarnava il vero spirito che dovrebbero avere tutti i dirigenti calcistici : mai una protesta, mai una discussione, se qualche volta ha alzato la voce, lo ha fatto quando qualcuno dei suoi tesserati non aveva rispettato gli avversari o gli arbitri. A lui non interessavano i risultati, era contento quando vedeva genitori e ragazzi sereni e soddisfatti dell’attività della sua creatura , la Folgore.

“Tutti noi della Folgore Segromigno ci stringiamo intorno alla famiglia di Alfredo, alla moglie Renza e ai figli Amerigo e Stefano- dice il presidente Graziano Giannini che da poco aveva ereditato la carica di presidente, con Alfredo che restava comunque il numero 1- in questo tristissimo momento.

Ultimamente aveva un po' diradato la sua presenza al campo, ma la Folgore Segromigno, se esiste, è solamente grazie al suo impegno e alla sua qualità dirigenziale, anche per l’organizzazione della Sagra della Zuppa alla Frantoiana che ogni anno si svolgeva accanto al campo e richiamava tante persone e il cui ricavato serviva a finanziare la squadra e non solo.

Siamo tutti affranti- conclude Giannini- e posso solo dire che tutti quelli che con me hanno pianto in questo giorno Alfredo continueranno il suo impegno come eredità morale. Alfredo ci ha insegnato i valori dello sport, ci ha insegnato che con i ragazzi non si specula e che non bisogna per forza vincere per essere felici. Continueremo a lavorare per onorare la sua memoria, di un grandissimo uomo di sport che merita di essere ricordato ai massimi livelli sportivi”.

Redazione - inviato in data 09/12/2021 alle ore 20.08.26 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
 
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it