Home
 
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
giovedì 26 maggio 2022  
  Altopascio e Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Capannori - Porcari Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport Venti di guerra a oriente VERSILIA  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Qualcuno metterà in funzione un sistema di identificazione personale..

“Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza, calcoli il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei” (Apocalisse 13:16-18)

MARCHIO, dal greco “CHARAGMA” significa “una stampa”, “un’impressione”, “qualcosa che si cisella, scolpisce”.

Questo è probabilmente uno dei versetti più citati della Bibbia, e forse uno dei meno capiti e attorno al quale circolano molte leggende. Esso descrive un’azione specifica che accadrà in un momento specifico. Almeno questo è chiaro. Per quanto riguarda il tempo e l’azione di per sé, beh, è tutta un’altra storia.

Ciò che il verso dice in sostanza è che ad un certo punto, qualcuno metterà in funzione un sistema di identificazione personale, senza il quale tutti quelli che non lo possederanno saranno esclusi da qualsiasi transazione commerciale: non potranno comprare cibo e altri articoli, non potranno vendere prodotti, qualsiasi cosa possa essere. Non ci vuole una laurea per capire che per tutto questo ci vorrà un sistema computerizzato: nessun altro meccanismo potrà servire per metterlo in effetto, almeno fino a questo momento. E proprio ora, per la prima volta nella storia dell’umanità, questo sistema non solo è possibile ma anche attuabile e inconsciamente proposto dai suoi proponenti.
Certamente, un sistema così nuovo e rivoluzionario dovrebbe sembrare invitante e utile ai suoi utenti. Anche se le procedure e le tecnologie costituiranno l’aspetto esteriore del Marchio, dobbiamo osservare principalmente ciò che risiede dietro questo progetto, cioè l’aspetto spirituale di questo evento.
Quando questo Marchio sarà imposto a tutta la popolazione mondiale, ci saranno diverse attitudini. È chiaro che alcuni di quelli che prenderanno il Marchio capiranno in qualche modo il significato delle loro azioni. Altri lo prenderanno perché, avendo rifiutato ripetutamente l’evangelo, non sapranno riconoscere la fossa in cui stanno cadendo; altri ancora, per paura di carestie e persecuzioni. Comunque, quando arriverà il momento, la gente avrà solo due alternative: prendere il Marchio o morire (a parte quelli che si nasconderanno in un tentativo di disperata illusione, per molti versi molto improbabile).

A quel punto, comunque, prendere il Marchio sarà la scelta peggiore perché, anche se renderà possibile la vita sulla terra, escluderà dalla Vita Eterna e cio’ senza remissione.

Molteplici sono le occasioni che potrebbereo fomentare l’utilizzo del Marchio: o un crollo finanziario o l’affermarsi di una nuova guerra mondiale o qualche altro evento globale che scuoterà le fondamenta dell’attuale mondo finanziario e commerciale.
Tecnologicamente avanzata, la scienza del Marchio potrebbe svilupparsi piuttosto velocemente. Importanti scoperte scientifiche hanno spinto la tecnologia della sicurezza personale (e del monitoraggio) a livelli incredibili, che hanno piuttosto bisogno di una standardizzazione generale dei vari sistemi già in uso. Esistono tanti sistemi già in funzione.

Il 2 Marzo 1999, è stata rilasciata una patente all’invenzione di un sistema che potrebbe benissimo essere il precursore del MARCHIO:

Metodo di verifica di identità nelle transazioni finanziarie

Un metodo viene presentato per facilitare le vendite nelle transazioni elettroniche. Un codice a barre o un disegno particolare viene tatuato sulla pelle di una persona. Prima che una transazione finanziaria possa avere luogo, il tatuaggio viene scannerizzato e le sue caratteristiche sono paragonate alle caratteristiche di altri tatuaggi registrati su un database, per identificare l’identità del portatore. Una volta verificata, il venditore puo’ essere autorizzato ad addebitare il conto bancario del compratore e trasferire la cifra dovuta al proprio conto e la transazione è fatta.

Incredibile, vero? Sembra proprio di leggere il versetto biblico.

Ma molto di piu’ sta succedendo nel mondo hi tech nel quale viviamo.

Il CHIP sotto pelle (il marchio della Bestia 666) – Un sistema d’identificazione e di controllo mondiale , Telecomando Celebrale ?

Il microchip è un mini congegno elettronico, che per il nostro caso misura 7mm di lunghezza e 07mm di larghezza, circa la dimensione di un quarto di un granello di riso.
Può contenere fino a 250.000 dati, sia in entrata che in uscita, registrati, cioe’ puo’ trasmettere e ricevere dati e/o ordini…
E’ munito di antenna, con la quale, attraverso satellite, può localizzare qualsiasi persona o animale che lo portasse a tre metri dal luogo esatto in cui si trovano. E’ un mezzo di controllo efficientissimo.
I dati vengono letti con lo scanner, come quelli in uso nei supermercati, e vengono inviati al grande computer che tutto controlla. Contiene una batteria al litio, ricaricabile.
Questa batteria si ricarica con fluttuazioni di temperatura. E’ inoltre munito di un “trasponder” che è un sistema di immagazzinamento e lettura di informazioni (in un micro-chip), la cui lettura si fa mediante onde come quelle di un controllo remoto.
E con tutto questo ?
Il Dr. Carl Sanders è stato il direttore del progetto per lo sviluppo del micro-chip. Ingegnere elettronico dal 1968, conosce i micro-chip fin dall’inizio. Egli ha diretto un gruppo di cento fra i migliori scienziati del mondo, in uno studio che è costato un milione e mezzo di dollari.
L’oggetto di questo studio era determinare il punto più appropriato per inserire il micro-chip all’interno del corpo umano, così da poter captare al massimo i cambiamenti di temperatura, perché la batteria al litium si ricarica automaticamente con le fluttuazioni di temperatura.

Trovarono che il punto più adeguato si trovava proprio sotto i capelli della FRONTE UMANA E SOTTO IL DORSO DELLA MANO DESTRA, esattamente come descritto nell’Apocalisse (Bibbia).

La severissima organizzazione “Food and drug Administration” (FDA), che supervisiona il mercato dell’alimentazione e della sanità in America, ha approvato, con estremo clamore di tutti, la sperimentazione del primo chip neurale per esseri umani. Come riportato nel Newyork Times la sperimentazione verrà eseguita su 5 persone con problemi di paralisi molto gravi.
Gli impianti saranno creati dalla multinazionale Cyberkinetics Inc, che realizzerà dei chip che consentiranno la connessione tra cervello umano e dispositivi elettronici esterni.
Il loro scopo, anche se estremamente fantascentifico, è quello di interagire con un computer esterno ed imparare a dare ordini a quest’ultimo con il pensiero, cosa fattibile secondo gli ingegneri della Cyberkinetics.
L’impianto, chiamato da loro “Brain Gate (porta celebrale)“, è sostanzialmente composto da un’array di circa un centinaio di elettrodi che riuscirebbe a monitorare un gran numero di neuroni.
Per inserirli viene praticato un forellino, di appena 1 millesimo di mm di diametro, nella scatola cranica al disopra dell’orecchio, dove viene poi inserito un sensore di 2 mm che va a diretto contatto con la parte della corteccia celebrale che controlla il movimento, dopo di ché verrà inserito l’array a non più di 1 mm di profondità.
L’impianto verrà poi attivato e preleverà numerose informazioni provenienti dalla corteccia cerebrale che saranno elaborate da un sistema computerizzato sofisticatissimo. In questo modo i pazienti useranno tale sistema come mezzo di comunicazione tra loro e dei rudimentali dispositivi che si trovano nell’ambiente esterno.

Come mai nessuno pensa di chiedersi a cosa mirano i “costruttori” dei chips ?
ma e’ semplice: avere il completo controllo della mente umana !
perche’ una volta che il chip e’ impiantato, i comandi non usciranno soltanto dalla mente al chip ed al fisico od agli strumenti esterni al corpo, ma e sopra tutto verranno ricevuti (info) dal chip perche’ trasmessi dalla mente del Grande Fratello, attraverso la rete di satelliti in orbita geostazionaria, per condizionare gli esseri umani alla volontà del Grande Fratello…….

Tassazione senza permesso…, blocco delle attivita’ emozionali…, lavoro forzato…, acquisto forzato dei prodotti venduti dalle multinazionali consorziate al Grande Fratello, ordini occulti, ecc.
Evviva……la dittatura del controllo di tutto e tutti avanza sempre piu’ spacciata come necessaria utilita’ per l’uomo….ma come avra’ fatto l’uomo a sopravvivere per milioni di anni senza il chip…..????

CHIPS e RIFD
Sempre più spesso negli ultimi anni le parole chip o RFID (la sigla significa Radio Frequency Identification Devices) stanno entrando prepotentemente nelle nostre vite, spesso passando dal buco della serratura, contenute nell’ambito di progetti ed iniziative apparentemente innocue e finalizzate a migliorare la qualità della nostra vita.
La questione risulta comunque ancora sconosciuta ai più e viene spesso relegata nel novero degli argomenti di natura fantascientifica trattati dai “complottisti”, nonostante questi piccolissimi oggetti super tecnologici siano oramai ovunque e negli ultimi anni ci sia stata una vera e propria invasione, riguardo alla quale non siamo stati informati, costringendoci di fatto a subire l’imposizione di qualcosa che non conosciamo.
Il chip RFID è sostanzialmente una tecnologia utilizzata per l’identificazione di oggetti, animali o persone attraverso la radiofrequenza, basata sulla capacità di memorizzare e accedere a distanza a dati usando dispositivi elettronici detti TAG.
Si tratta di un sistema di lettura “senza fili”che è costituito da un microchip contenente dati (tra cui un numero univoco universale scritto nel silicio), e da un lettore, una o più antenne per inviare il segnale di lettura e ricevere le risposte, e uno o più Tag RFID.
I chip RFID si dividono in attivi o passivi, i primi sono dotati di minuscole batterie che li rendono energeticamente autonomi, …
… i secondi non possiedono fonti di energia proprie e vengono attivati attraverso un lettore di RFID che dona loro energia. Naturalmente, nonostante si tratti di una tecnologia in continua evoluzione gli RFID attivi sono più costosi ed “ingombranti” rispetto a quelli passivi, ma si prestano ad un maggior ventaglio di utilizzazioni.
Un RFID passivo tradizionale è grande meno della metà di un francobollo ed ha lo stesso spessore di un foglio di carta. I modelli tecnologicamente più avanzati hanno però già raggiunto dimensioni estremamente più piccole, arrivando alla grandezza di un granello di sabbia ed è già possibile inserirli all’interno dell’inchiostro utilizzato per stampare, riducendoli in questo modo alla grandezza di un puntino di sospensione e rendendoli di fatto praticamente invisibili.
Anche le dimensioni ed i costi degli RFID attivi stanno comunque riducendosi progressivamente, attraverso l’utilizzo di batterie sempre più microscopiche ed economiche.
Nessun cittadino conosce la portata dell’invasione di questi dispositivi, dal momento che la diffusione degli RFID sta avvenendo sottotraccia e proprio per questa ragione nessuno si domanda se possano essere pericolosi per l’uomo o per gli animali. L’unica cosa certa è che l’industria degli RFID sogna di installare tali lettori praticamente in qualsiasi oggetto di questo pianeta, a partire da tutti i prodotti commerciali che giornalmente acquistiamo all’interno dei supermercati, dalle lattine di coca cola ai rossetti, dai prodotti di abbigliamento a quelli per la pulizia della casa. Dopo essere già riuscita a diffonderli in una svariata serie di strumenti di uso comune, basti pensare ai bancomat, alle carte di credito ed alla tecnologia telepass.
Il tutto con l’aiuto dei media (Radio, TV, Giornali) che sono deputati ad enfatizzare i presunti benefici dell’operazione, sottacendo completamente i rischi sia nell’ambito della privacy, sia per quanto riguarda la salute dei cittadini.
L’applicazione della tecnologia RFID non si limita oltretutto all’ambito commerciale (spazio all’interno del quale è stata presentata come innocuo strumento di gestione dei magazzini) ma abbraccia ed abbraccerà molti altri campi come quello sanitario e quello militare. Oltre al ministero della Difesa statunitense sono molte le multinazionali che a vario titolo si sono fino ad oggi manifestate interessate all’uso della tecnologia RFID, fra esse si possono annoverare colossi quali IBM, Wal – Mart, Tesco, Gilette, Procter & Gamble, Metro, Benetton e molti altri.
In molti ospedali Usa, ai malati di Alzheimer è stato impiantato un microchip, perchè “così non si perdano quando vagano senza una meta”. Alla TV si vedono scene commoventi di bambini che hanno trovato il proprio cagnolino smarrito, grazie all’impianto RFid, ma non si parla mai dei casi in cui gli animali sono morti a causa di questi impianti, oppure sono rimasti paralizzati.
Secondo alcuni esperti l’impianto sottocutaneo di un RFID, tramite la semplice iniezione, agli animali e come sta già succedendo in alcune nazioni, anche nell’uomo, provoca il cancro, non ci sono ancora dati certi, ma nel dubbio non è meglio fare una seria sperimentazione ?&[#]8232;&[#]8232;
In Europa alcuni ricercatori hanno confermato che la radiazione elettromagnetica (nota come energia EMF) emessa dai lettori RFID (e anche dai cellulari), causa danni al DNA umano.
Lo studio “Reflex”, finanziato dall’Unione Europea, e che è durato ben 4 anni, ha scoperto che “le cellule esposte alle EMF hanno mostrato un significativo aumento delle rotture del DNA sia al singolo che al duplice filamento”.&[#]8232;”Il danneggiamento resterebbe in eredità alla generazione successiva di cellule”.
Vista l’attuale invasione di lettori RFID, è molto difficile evitarli.

Ma le carte con microchip sono già milioni, Visa, Mastercard, American Express le hanno già lanciate sul mercato e in Italia anche Poste Italiane, ha il suo progetto in atto: Postepay Postemobile, che pubblicizza i pagamenti veloci.
Non è il caso di informarsi e stare attenti ?
Dai nostri vicini di casa in Francia, sono già stati presentati nel 2003, i “Chip sottopelle per pagamenti veloci”, secondo la propaganda di chi vuole piazzarli sul mercato “il grande vantaggio di un RFID di questo tipo è nella sicurezza, perché se una card o un altro oggetto per pagamenti dotati di RFID può essere perduto, VeriChip si trova invece sempre e comunque con il suo legittimo proprietario”. Invece secondo l’associazione per la privacy nell’era digitale, EPIC quando una carta di credito viene rubata, tutto quello che uno deve fare è chiamare l’azienda che l’ha rilasciata. In questo caso se qualcosa va storto invece che alla banca ti chiedono di rivolgerti ad un chirurgo.
Non ha senso passare da una carta, controllata dall’individuo, ad un chip che non può essere controllato”.
Il punto è che oggi è già stato ampiamente dimostrato quanto una carta di credito con chip sia tutt’altro che sicura. Tutte le carte di credito con Rfid possono essere clonate come quelle vecchie. Tutti i dati contenuti negli Rfid di carte di credito, passaporti e carte d’identità possono essere letti anche a distanza utilizzando lettori con antenne amplificate, e a quel punto clonare non è un problema.

Ed è interessante focalizzare l’attenzione sul bombardamento mediatico che stiamo subendo riguardo al digitale terrestre.
L’operazione viene presentata come una nuova opportunità, ma in realtà si rivela una vera imposizione, dal momento che nessuno può rifiutarla !
L’uso crescente di RFID necessita di un maggiore e crescente uso della banda UBF-UHF, a questo scopo negli Stati Uniti, ma come ben possiamo vedere anche in Italia, si sta attuando un progetto per l’abbandono delle frequenze UHF-VHF entro il 2009, e stiamo riscontrando giorno dopo giorno come le regioni man mano stiano passando al digitale terrestre, tanto pubblicizzato da alcuni mesi. Tutto questo perchè i chip Rfid, funzionano con la banda UHF e VHF, fino ad oggi sovraccarica di segnali televisivi che interferirebbero con un uso massiccio della tecnologia RFID.

In Germania è stata creata un’alternativa al RFID da applicare sotto la pelle. Le tecnologie che si muovono nel campo dell’identificazione hanno ideato lo Skinplex, il quale può essere utilizzato allo stesso modo del RFID e di Bluetooth – con la differenza che il segnale viene trasmesso dalla pelle umana.
Come il RFID, Skinplex utilizza un unico identificatore che agisce mediante un segnale elettromagnetico che passa da un microchip ad un lettore. La differenza sta proprio nel fatto che il segnale viene trasmesso attraverso la pelle della persona. Esso funziona anche ad una distanza di 50 cm ed è stato concepito soprattutto per l’apertura e la chiusura delle automobili. Il proprietario del veicolo sarebbe l’unico possessore del codice per bloccare e sbloccare l’allarme e questo lo garantirebbe da eventuali furti.
Considerato che il mercato della RFID è destinato ad avere cifre d’affari milionarie nel 2010, l’idea di mantenere i costi bassi potrebbe tentare a sfruttare lo Skinplex. Alcuni ospedali sembrano interessati ad impiantare tecnologia RFID allo staff ospedaliero e ai pazienti, aprendo così un enorme mercato per i chip RFID e gli identificatori Skinplex. Comunque, la Microsoft ha appena congeniato un sistema per registrare sulla propria pelle i biglietti del bus o di altri mezzi di trasporto. Allo stesso modo l’IBM qualche anno fa aveva ideato il sistema per scambiarsi i dati della carta di credito tramite una semplice stretta di mano.

Meditate fratelli, meditate.

La tecnologia per un Marchio della Bestia è praticamente in dirittura di arrivo, la politica è più lenta ma si conformerà velocemente al Nuovo Mondo Tecnologico, instaurando un Nuovo Ordine Mondiale.

L’ecumenismo della Chiesa Cattolica sta già scardinando la flebile opposizione di gran parte dei Protestanti ed anche di molti Evangelici, della Chiesa Ortodossa e della Chiesa Anglicana. Le basi per una Nuova Religione Mondiale sono poste.

La Grande Tribolazione è più vicina di quello che credete.

Ma Gloria a Dio…poichè allora è prossimo anche il Ritorno di Gesù. Amen.

Anonimo - inviato in data 19/06/2021 alle ore 0.38.12 - Questo post ha 9 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
         
COMMENTI
- L'umanita' di oggi e di tipo rettiliana animica o di tipo calcolatorio. - da Anonimo - inviato in data 31/01/2022 alle ore 21.48.59
Ormai siamo alla conclusione ciclica dell'umanita', nel De Generatione et Corruptione lo stagirita Aristotele affermava che ogni generazione e' peggiore della precedente originata da quel motore immobile che e' il nulla. Se infatti studiamo i dipinti preistorici delle grotte paleolitiche di Lascaux, le pitture rupestri di Jabbaren, od anche la ceramica greca protogeometrica greca le raffigurazione degli uomini o donne degli albori sono incredibilmente filiformi, prive della corporalita' che ha l'umanita' odierna. Ma non e' solo una questione di spessore, c'e' pure una diversa fisiognomica, i volti inpressi nelle ceramice antiche erano associabili a teste le cui forme sono riconducibili alla natura dei volatili, pertanto completamente differenti dai volti che oggi si vedono circolare, e che sono oltretutto necrotici, a causa dell'uso delle mascherine che ostacolano la corretta ossigenazione.
Si puo' pertanto ipotizzare che il verbo o la parola come la cimatica insegna mise l'impronta materiale alla sottilissima prima umanita', e che poi l'evoluzione del tempo modifico' da infinito in sempre piu' saturnico quindi in momento, similmente come accade nella differenza di durata tra un pane cotto lentamente a legna ed uno a cottura istantanea nel forno a microonde.


---------------------------------------
- .. - da Anonimo - inviato in data 21/06/2021 alle ore 4.52.36
vi siete svegliati troppo tardi, la fine è iniziata molto tempo fà..buttate alcool, sigarette e social network..camminate x strada e regalate un sorriso a tutti, che non costa niente..parlate guardandovi negli occhi, non coprendovi il volto..non serve di certo quella roba a salvarvi..anzi!

---------------------------------------
- Mah speriamo - da Anonimo - inviato in data 21/06/2021 alle ore 0.21.46
Speriamo perché rappresenti il fallimento del genere umano..... meno male che c'erano i comunisti perché con i complottisti a forza di ciaffate date a due a due ti levavin sonno fino a che un diventavano dispari!!! Salutami i cippe occhio che ti controllano.....smettila da retta, sei talmente intollerante verso gli altri che fai veramente schifo!!!

---------------------------------------
- Microchip sottopelle rileva Covid prima dei sintomi: come funziona - da Anonimo - inviato in data 20/06/2021 alle ore 23.44.15
Microchip sottopelle rileva Covid prima dei sintomi: come funziona

Un microchip che una volta inserito sotto la pelle è in grado di rivelare se il paziente svilupperà i sintomi del Covid-19. L'invenzione, ideata dagli scienziati del Pentagono, è stato svelata domenica sera a '60 Minutes''sulla Cbs. Il colonnello in pensione Matt Hepburn, ex medico militare specializzato in malattie infettive che ha guidato la risposta del Defence Advanced Research Project Agency (DARPA) alla pandemia, ha mostrato la tecnologia nel corso del programma. 'È un sensore che si mette sotto la pelle e che ci dice quali sono le reazioni chimiche in corso. Funziona come una spia di controllo di un motore e quel segnale significa che domani avrai i sintomi', ha spiegato Hepburn.





L’ispirazione per il microchip deriva dalla lotta per bloccare la diffusione del coronavirus a bordo della USS Theodore Roosevelt, dove 1.271 membri dell’equipaggio sono risultati positivi. 'Se i marinai avessero saputo della loro positività si sarebbero sottoposti ad esami sul posto con un prelievo di sangue', ha sottolineando, spiegando che con questa tecnologia 'possiamo avere informazioni sulla positività in 3-5 minuti, fermando l’infezione sul nascere”.

Ma c’è di più. Oltre al microchip rilevatore del coronavirus, Hepburn ha detto che il suo team ha anche sperimentato un filtro che, se posizionato su una macchina per dialisi, è in grado di rimuovere il virus dal sangue. “Si fa passare il sangue attraverso il filtro e questo elimina il virus', ha spiegato. Il filtro è stato utilizzato per curare la moglie di un militare positiva al Covid, ricoverata in terapia intensiva con insufficienza d’organo e shock settico. Dopo pochi giorni la donna si è ripresa completamente. Per questo il trattamento è stato ora approvato dalla FDA per l'uso di emergenza ed è stato utilizzato per curare quasi 300 pazienti.

ADNKRONOS


---------------------------------------
- tecnologia - da Anonimo - inviato in data 20/06/2021 alle ore 23.39.03
Migliaia di svedesi e tedeschi si sono fatti impiantare microchip futuristici sotto la pelle della mano. Una tecnologia utilizzata per adesso per attività quotidiane come l'accesso allo smartphone, l'apertura della porta d'ingresso di casa o l'attivazione di un allarme.

L'azienda che produce i microchip, grandi come un chicco di riso e impiantati tramite una siringa, sta ora lavorando per diffondere la tecnologia in altre parti d'Europa.

Eric Larsen, che guida Biohax Italia, è in attesa dell'approvazione delle autorità sanitarie e del Ministero della Salute. Prevede di poter impiantare i chip sottocutanei in circa 2.500 soggetti a Milano e Roma nei primi sei-otto mesi.


ADVERTISING

Combattere lo spreco alimentare con un microchip
Anche senza la certificazione del Ministero della Salute, Biohax Italia è già riuscita a inserire questi chip in alcune centinaia di persone con l'aiuto di un centro medico.

'È un passo verso il futuro. È una cosa estremamente futuristica ed è già realtà. Questa tecnologia è nata per aiutarci, per darci piccoli 'superpoteri'', le parole di Larsen a Euronews.

Ma la pandemia di Covid-19 potrebbe creare qualche apprensione in più tra la popolazione, agggiunge Larsen. L'opinione pubblica ha infatti mostrato preoccupazioni per le app che servono alla ricerca di contatti introdotte o allo studio dei governi.

'Stiamo notando che molte persone in Italia non sono contente della funzionalità GPS o di altre opzioni che possano tracciare i nostri movimenti. E questo potrebbe essere per noi dannoso, nonostante non tracciamo i movimenti e non abbiamo GPS all'interno. Penso che molte persone però non ne siano consapevoli'.


Eliminare il portafogli
Il progettista svedese di soluzioni IT, Martin Lewin, utilizza i due microchip impiantanti sotto la pelle della mano per accedere al computer, impostare l'allarme dell'ufficio e aprire il suo profilo LinkedIn.

Secondo lui, l'utilizzo di questi microchip come alternativa ai pagamenti in contanti o con carta di credito dovrebbe essere il vero punto di svolta della tecnologia.

'Si tratta semplicemente di eliminare il bisogno di portarsi dietro il portafogli, il portachiavi, tutti questi elementi scollegati che creano solo rischi: se li perdiamo, perdiamo la nostra identità', dice l'ex body piercer Jowan Österlund della start-up Biohax International.

La pandemia di Covid-19 porterà alla sorveglianza di massa in Europa?
Covid-19: app per il tracciamento e privacy, in Russia i dubbi delle ong
'Se perdiamo le chiavi, non entriamo in casa. In alcuni Paesi, se le trova qualcun altro, può praticamente rivendicare la tua abitazione'.

In Svezia, i microchip possono essere utilizzati come biglietto del treno. Lewin spera che presto sarà in grado di poterci effettuare anche dei pagamenti.

'Spero diventi una funzione di base', afferma. 'Non vedo l'ora di creare un ecosistema in cui il chip sia in grado di fornire tutti i tipi di accesso. Dove è possibile portare con noi la nostra identità in maniera semplice'.

Ma la tecnologia non è decollata così rapidamente come si aspettavano i progettisti.

'Ci è voluto più tempo di quanto pensassi e sperassi. Mi hanno impiantato il chip tre anni fa, e sembra che ci vorrà un altro anno prima che possa funzionare per effettuare acquisti'.

Larsen indica che in Italia Biohax sta parlando con Vodafone e Paypal per tentare di sbloccare questa funzionalità. Anche un'azienda del Regno Unito, BioTeq, sta lavorando per creare pagamenti contactless tramite i microchip impiantati.

Steven Northam, direttore dell'azienda britannica BioTeq, indica che questo sarà il 'punto di svolta per l'adozione 'di massa'', dato che l'azienda riceve quotidianamente richieste di informazioni sugli 'impianti di pagamento'.

Non tutto però va sempre come sperato. L'operatore ferroviario svedese SJ rende noto di essere sul punto di terminare la sperimentazione dei microchip dopo un 'piccolo aumento' negli ultimi due anni. Il numero totale di utenti è ora di 3mila persone. Un portavoce dell'azienda di trasporti dice a Euronews che, pur mantenendo la tecnologia disponibile, si muoveranno ora in 'un'altra direzione'.

La gente è apprensiva
I microchip utilizzano le comunicazioni near field (NFC) e l'identificazione a radiofrequenza (RFID) per comunicare con un sistema. Sono onde radio lette a stretto contatto.

'È essenzialmente la stessa tecnologia che si trova nel telefono o nella carta di debito quando li si tiene vicino a un sensore', spiega il dottor Rob van Eijk, direttore generale per l'Europa del Future of Privacy Forum.

Pone gli stessi noti problemi di protezione dei dati, compresa la possibilità che qualcuno possa captare il segnale.


Euronews/Ric Wasserman
'È simile all'ascolto di un microfono direzionale, si può captare anche il segnale RFID', ha spiegato Eijk, che ha lavorato per l'autorità olandese per la protezione dei dati.

In teoria, potrebbe essere 'usato per far risaltare un individuo in mezzo ad una folla, se sei l'unico a indossare un biochip e tutti gli altri non lo indossano', ha aggiunto.

Si porrebbero ulteriori complicazioni a livello di privacy se le versioni future di questi chip dovessero accedere a dati sanitari o altre informazioni, ha sottolineato Eijk.

'Le uniche informazioni che si hanno sugli impianti vengono dalla cultura pop hollywoodiana - tra congegni in dotazione ad Arnold Schwarzenegger, polonio del KGB o dispositivi di tracciamento di massa. La gente quindi è apprensiva', ritiene Österlund.

Ma molti dei suoi clienti useranno gli impianti sottocutanei semplicemente per lanciare i propri account LinkedIn così da condividere più rapidamente il proprio profilo per esempio dopo una riunione di lavoro. La spesa è di circa 150 euro.



---------------------------------------
- IL POST UMANO E''ALLE PORTE - da Anonimo - inviato in data 20/06/2021 alle ore 22.41.38
Entro la fine di questo secolo l'umanità dovrà decidere se restare tale, oppure se passare ad un nuovo livello evolutivo che chiameremo post umano. L'idea della post umanità prevede che tutti avranno connessioni neurali e per conseguenza non esisterà più l'individuo, ma solo una somma di individui interconnessi. Il comunismo, sconfitto alla fine del XX secolo, trionferà come rivoluzione tecnologica nel XXI.

---------------------------------------
- Oddio - da Anonimo - inviato in data 20/06/2021 alle ore 16.19.50
Meno male che ci sei te !!! Il cip è l'uccellino niccapo mi omo!!! Po magari sei uno di quelli che ammazza i bimbetti, affama i collaboratori, umilia le donne o le altre persone, divide le popolazioni in bianchi (buoni) e neri (cattivi). Il duo motto è: io sono oo e voi non siete un cxxo!!! O di quelli ignoranti che non seguono nessuna regola o fila che dir di voglia perché loro pagano o hanno pagato e gli altri no.... e il problema è il green pass..... speriamo che non tu sia armato perché sei pericoloso come quello di Srdea......

---------------------------------------
- @superstizione - da Anonimo - inviato in data 20/06/2021 alle ore 12.29.27
prima o poi lo capirai, ma sarà troppo tardi!

fra poco se non hai il green pass non potrai entrare nei negozi e acquistare, farti curare in ospedale ecc...

poi diranno che il green pass è complicato e sarà più agevole avere chip nella mano destra, ma non c'è differenza, il green pass è già come se fosse un chip!


---------------------------------------
- La superstizione è sempre di moda. - da Anonimo - inviato in data 19/06/2021 alle ore 20.23.38
Santi numi... che pena mi fate.
Resta da capire quale demoniaco emblema sia attribuibile ad un vaccino o ad un passaporto sanitario, ma è evidente che la superstizione unita alla stupidità umana ancora riesce ad affascinare qualche povero spostato.


---------------------------------------
Gli altri post della sezione : Società

Benvenuti a Lucca..... incuria

Su viale Europa l'erba ormai è talmente alta da rendere impo.......
Anonimo - inviato in data 25/05/2022 alle ore 10.20.26 (Ricevuto 2 commenti)

LETTERA SOCIALE

Questa è una mia lettera spero la pubblichiate do il consens.......
Redazione - inviato in data 24/05/2022 alle ore 18.50.42 (Ricevuto 1 commenti)

le assemblee territoriali aperte della CGIL

La condizione che stiamo attraversando è straordinaria: pandemia, guerra, nuovo paradigma digitale, .......
Redazione - inviato in data 23/05/2022 alle ore 10.45.41 (Ricevuto 1 commenti)

PROGETTO ANZIANI donazione di attrezza ..

Il Rotary Club Lucca ha inserito tra i services dell’annata,.......
Redazione - inviato in data 22/05/2022 alle ore 11.00.13

Vivere il Web in sicurezza s’impara a ..

Una piattaforma di e-learning e un kit distribuito in oltre .......
Redazione - inviato in data 21/05/2022 alle ore 13.50.23

“UNA MARCIA IN PIÙ” 
SUCCESSO PE ..

LUCCA, 21 maggio 2022 - Oltre trecento persone a “Una marcia.......
Redazione - inviato in data 21/05/2022 alle ore 13.46.01

Disabilità e dopo di noi: l'impegno de ..

Disabilità e dopo di noi: l'impegno della Fondazione per la .......
Redazione - inviato in data 18/05/2022 alle ore 10.17.56

Videoclip di sensibilizzazione a Lucca

L’associazione Echo in occasione del 17 maggio In occasio.......
Redazione - inviato in data 17/05/2022 alle ore 17.11.19

Si conclude la missione delle Miserico ..

Si conclude la missione delle Misericordie toscane in Moldav.......
Redazione - inviato in data 13/05/2022 alle ore 16.25.51

Sconnessi in Salute a scuola!

Sconnessi in Salute a scuola! Presentato oggi a Lucca il pro.......
Redazione - inviato in data 13/05/2022 alle ore 16.11.10

“LUCCA EDUCA2”: incontro gratuito per genitori

SOCIAL, VIDEOGIOCHI E BENESSERE DIGITALE IN ADOLESCENZA Incontro in San Micheletto con lo ps.......
Redazione - inviato in data 12/05/2022 alle ore 10.34.26

COMUNICATO CGIL CISL FIADEL SISTEMA AMBIENTE

Le organizzazioni sindacali CGIL CISL e Fiadel di Sistema Ambiente prendono le distanze dal comun.......
Redazione - inviato in data 06/05/2022 alle ore 8.50.46

UN FINE SETTIMANA DEDICATO A PADRE REM ..

Sabato 7 e domenica 8 a San Pietro a Vico e San Cassiano a V.......
Redazione - inviato in data 05/05/2022 alle ore 19.14.41

Giornata mondiale della Croce Rossa

Giornata mondiale della Croce Rossa, i volontari di Lucca do.......
Redazione - inviato in data 03/05/2022 alle ore 19.57.30

Ritorna leggibile l'iscrizione sotto a ..

Ritorna leggibile l'iscrizione sotto al monumento a Maria Lu.......
Redazione - inviato in data 30/04/2022 alle ore 12.59.21 (Ricevuto 3 commenti)

NUOVI CORSI DI FORMAZIONE DI CISL

IN VISTA DEI CONCORSI PUBBLICI A LUCCA MASSA E PISTOIA A seguito del nuovo DL. n.80/2021 sul.......
Redazione - inviato in data 30/04/2022 alle ore 12.27.48

PRIMO MAGGIO 2022. LE PRIORITA' PER CI ..

Oggi più che mai, ma anche ogni giorno la parola di Cisl Tos.......
Redazione - inviato in data 30/04/2022 alle ore 12.25.29

Vertenza Lactalis – Alival: I risultati del primo step del tavolo ..

'La migliore notizia è che di fronte alla vertenza Alival di Ponte Buggianese - l'Azienda ha anche u.......
Redazione - inviato in data 29/04/2022 alle ore 19.40.18

Pialli (Fisascat Cisl) su situazione O ..

A rischio l’imbottigliamento dell’olio a Lucca. A dar.......
Redazione - inviato in data 29/04/2022 alle ore 15.56.01

OGGI SI CELEBRA LA GIORNATA DEI MORTI SUL LAVORO

OGGI SI CELEBRA LA GIORNATA DEI MORTI SUL LAVORO CON: - Nei primi tre mesi del 2022 un increm.......
Redazione - inviato in data 28/04/2022 alle ore 19.16.44

Nuovi stalli per la sosta ai dipendent ..

Giada Bellandi (Fisascat Cisl): 'Una vittoria a metà: esclus.......
Redazione - inviato in data 28/04/2022 alle ore 18.50.29 (Ricevuto 1 commenti)

ALLARME PER I LAVORATORI ALIVAL

AMEDEO SABATO (Fai Cisl Toscana Nord): 'Una storia purtroppo.......
Redazione - inviato in data 28/04/2022 alle ore 18.47.34 (Ricevuto 1 commenti)

Ucraina, a Leopoli anche un volontario ..

Lucca, 26 aprile - C’è anche un po’ di Lucca nel terzo convo.......
Redazione - inviato in data 26/04/2022 alle ore 22.26.40

POESIA IN MOVIMENTO ALL’UNIDEL

Mercoledì (27 aprile), alle ore 16, all’oratorio Giovanni Pa.......
Redazione - inviato in data 25/04/2022 alle ore 19.22.40 (Ricevuto 1 commenti)

L’ebbrezza totalitaria

Le parole di Fratel Arturo Paoli in una videointervista ined.......
Redazione - inviato in data 25/04/2022 alle ore 11.22.46

Anche la lettera ZETA la Metton fuorilegge?

Già diventata 'peggio della svastica' che il Battaglione ucraino anti Putin sta, sdoganando.. Ora c.......
Anonimo - inviato in data 24/04/2022 alle ore 20.33.20

Giornata internazionale della madre Te ..

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diri.......
Redazione - inviato in data 22/04/2022 alle ore 8.40.16

'NON CHIAMATELI 'SCEMI DI GUERRA'.

'NON CHIAMATELI 'SCEMI DI GUERRA'. Ce n'era uno quasi.......
Anonimo - inviato in data 17/04/2022 alle ore 11.38.15 (Ricevuto 1 commenti)

17/04/2022 La Renza e la Pasqua, che credeva potesse rendere ...
15/04/2022 CORSI CISL LUCCA PER PREPARARSI AI PROSSIMI CONCO...
12/04/2022 Elezioni RSU: la Cgil sbanca nelle scuole con il 4...
11/04/2022 Una performance liberamente ispirata a Maria Elett...
09/04/2022 Festeggiamenti per i 30 anni della Fidapa BWP Ital...
08/04/2022 Un tulipano per il Parkinson
06/04/2022 la Giornata Mondiale della Salute 2022
05/04/2022 INCONTRO SUI I DIRITTI DELLE DONNE E IL CIF DI LUC...
04/04/2022 SAN GINESE: COLDIRETTI LUCCA, SFIDA E’ GARANTIRE F...
04/04/2022 Sanità Toscana, “Mancano 5mila infermieri
(Ricevuto 2 commenti)
03/04/2022 Cisl Fp Toscana in difesa di infermieri ed Oss osp...
(Ricevuto 2 commenti)
02/04/2022 Lucca: mancano infermieri e operatori sanitari osp...
(Ricevuto 2 commenti)
01/04/2022 la Giornata mondiale della consapevolezza dell'aut...
27/03/2022 QUASI 10.000 EURO DI FARMACI PER L'UCRAINA GRAZIE ...
26/03/2022 DONNE: UNA IMPRESA SU TRE E’ ROSA IN LUCCHESIA
26/03/2022 FILT Cgil e FIT Cisl licenziamento ingiustificato ...
(Ricevuto 2 commenti)
23/03/2022 Accreditamento badanti provincia di Lucca, informa...
(Ricevuto 1 commenti)
20/03/2022 Giornata internazionale della sindrome di down 202...
18/03/2022 Ucraina, la Croce Rossa di Lucca cerca volontari t...
18/03/2022 Domani è la festa del Papà. Ma i padri non hanno m...
14/03/2022 Convegno:“Disturbi del comportamento alimentare. C...
08/03/2022 Filctem Cgil: aggressione verbale ad una dipendent...
08/03/2022 Per un 8 Marzo 365 giorni all'Anno
07/03/2022 8 marzo, crescono le adesioni femminili all'Avis
06/03/2022 8 marzo: non solo mimose alle Chiavi d’Oro
(Ricevuto 1 commenti)
06/03/2022 8 MARZO
03/03/2022 Ucraina, pronto a partire il primo convoglio di ai...
02/03/2022 Ucraina, le Misericordie strumento della generosit...
28/02/2022 Donazione di sangue, al via la campagna di sensibi...
27/02/2022 Il giorno 27 febbraio è mancato il  Maestro Gaetan...
26/02/2022 1 marzo. Iniziative per la Giornata internazionale...
24/02/2022 CONGRESSO CISL CONFERMATI I SEGRETARI LUCCA MASSA ...
22/02/2022 Congresso Cisl Toscana Nord. 'Esserci per cambiare...
22/02/2022 Un pozzo ricorderà Maria Pia Bertolucci in una ter...
22/02/2022 aggiornamenti dal tavolo di trattativi per la cris...
22/02/2022 'RITORNO ALLA VITA' è un evento collettivo aperto,...
21/02/2022 CORSO GRATUITO PER OPERATORI UNITA’ DI STRADA
19/02/2022 Terzo incontro dei martedì missionari di Spazio Sp...
18/02/2022 Rapporto povertà Caritas, Acli: “Toscana non più i...
10/02/2022 Latte San Ginese Tavolo di crisi in Regione
10/02/2022 FLAI – Cgil, FAI – Cisl e UILA – UIL sulla crisi d...
09/02/2022 Green pass. Dipendenti delle Poste della provincia...
(Ricevuto 10 commenti)
07/02/2022 Iniziative per la Giornata per la sicurezza in ret ...
04/02/2022 Vertenza Caplac Gruppo Arborea
04/02/2022 IMT E FONDAZIONE
(Ricevuto 3 commenti)
04/02/2022 Agricoltura, in Toscana lavoro sempre più femminil ...
04/02/2022 A proposito di Drusilla
(Ricevuto 3 commenti)
04/02/2022 Presidio San Luca e territorio Campo di Marte a ri ...
03/02/2022 La Giornata internazionale contro il cancro
01/02/2022 Latte San Ginese, lettere di licenziamento collett ...
(Ricevuto 5 commenti)
24/01/2022 per grandi e piccini
(Ricevuto 4 commenti)
13/01/2022 Sangue, l'appello ai donatori di Avis Toscana: 'Ch ...
01/01/2022 Buon 2022
(Ricevuto 1 commenti)
01/01/2022 Buon 2022
(Ricevuto 1 commenti)
31/12/2021 Nuovo defibrillatore a S. Anna
(Ricevuto 2 commenti)
30/12/2021 A gennaio un nuovo corso online per diventare volo ...
29/12/2021 Medici di Medicina Generale della provincia di Lu ...
(Ricevuto 3 commenti)
19/12/2021 la XXVI Giornata internazionale della solidarieta'
18/12/2021 Appalto dei servizi di apertura al pubblico
(Ricevuto 2 commenti)
17/12/2021 UN NUOVO CENTRO DI ASCOLTO CARITAS A SAN PIETRO A ...
17/12/2021 Cgil Lucca: manifestazione di Roma 16-12
12/12/2021 CISL. GIANNECCHINI NUOVO SEGRETARIO PENSIONATI
09/12/2021 Nursing Up, rinnovo contratti: gli infermieri imba ...
09/12/2021 CONCLUSO IL 2° CONGRESSO DEL SINDACATO LAVORATORI ...
08/12/2021 Giornata internazionale dei diritti umani 2021
06/12/2021 NICOLA DA SAN MARTINO CONFERMATO PER LA TERZA VOLT ...
04/12/2021 OPEN DAY. SCUOLA DELL’INFANZIA G. Giusti – G. Roda ...
03/12/2021 CGIL Lucca: elezione Segretario Generale FILCAMS
25/11/2021 No alla Violenza: dalla parte delle Donne!
24/11/2021 Servizi di pulizia presso pdv Pam Panorama
22/11/2021 Cgil Lucca: Manifestazione del 25 novembre contro ...
20/11/2021 Una luce per l’AFghanistan
17/11/2021 E''nata l'associazione BLU LUDOVICA
15/11/2021 Domani mozione per la bigenitorialità
(Ricevuto 1 commenti)
15/11/2021 Dedicato agli 'ultimi', gli 'invisibili'
09/11/2021 Comunicato stampa unitario Cgil, Cisl e Uil
09/11/2021 La Chiesa comincia a risarcire vittime dei preti p ...
(Ricevuto 2 commenti)
09/11/2021 Cgil Lucca: atti vandalici ai fondi di viale S. Co ...
(Ricevuto 2 commenti)
08/11/2021 NO VAX: Analisi
(Ricevuto 7 commenti)
07/11/2021 Delusione e rabbia per gli ambulanti di Arti e Mes ...
(Ricevuto 2 commenti)
03/11/2021 Sangue, il primo giorno dei 35 volontari di serviz ...
30/10/2021 CORSI GRATUITI DI FORMAZIONE SPECIALIZZATA PER ASS ...
26/10/2021 Amedeo Sabato confermato alla guida Fai Cisl Tosca ...
21/10/2021 SPI-Cgil: inaugurazione nuova sede a Capannori 26/ ...
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it