“Puccini and the Others” al Musikverein

“Puccini and the Others” al Musikverein: ecco la lettera dell’Istituto Italiano di Cultura a Vienna indirizzata al Sindaco di Lucca
“Grande promozione e celebrazione della città di Lucca e delle sue eccellenze culturali”


“Il grande concerto Puccini and the others great opera gala in Vienna ha costituito non solo un omaggio a Giacomo Puccini, ma anche un importante momento di celebrazione delle eccellenze musicali viennesi. Nonché una promozione e celebrazione della città di Lucca e delle sue eccellenze culturali (…) mi congratulo con Lei per il grande spessore artistico di questa straordinaria Associazione lucchese”. Questo è soltanto un piccolo estratto della lettera redatta dalla direttrice dell’Istituto italiano di cultura a Vienna, dott.ssa Clara Bencivenga Trillmich, indirizzata al Sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e alle altre autorità cittadine per segnalare il grandioso successo artistico e promozionale del concerto del 19 dicembre scorso, al Musikverein di Vienna.
Una missiva - la terza in tre anni consecutivi - che riempie di soddisfazione: “Ringraziamo a nome del nostro Festival l'Ambasciata d'Italia e l'Istituto Italiano di Cultura di Vienna - commenta Andrea Colombini - le cui parole ci riempiono di orgoglio e di gioia. E ci danno agio di iniziare una nuova battaglia per Puccini e per Lucca. Noi oggi siamo davvero orgogliosi: noi che facciamo grande cultura e promozione del territorio senza costare un euro, noi che nemmeno veniamo coinvolti nel calendario degli eventi del Comune di Lucca - e poco ci importa vista la nostra promozione - noi che costiamo un terzo di ciò che costano gli altri produttori di cultura e produciamo non solo otto volte quello che gli altri fanno, ma lo facciamo senza soldi pubblici mentre gli altri costano eccome alle tasche di tutti i lucchesi”.

Il Presidente e Direttore artistico dell’unico Festival permanente su Giacomo Puccini prosegue così: “Noi produciamo cultura gratis per tutti i lucchesi ed i residenti della Provincia di Lucca, noi promuoviamo Puccini e Lucca nel mondo da soli e soli. Questi siamo noi”.

Poi ecco l’annuncio di nuove entusiasmanti iniziative, perché il Festival non si ferma mai: “La settimana prossima - ricorda Colombini - come per altro già annunciato, lanceremo il nostro programma dei Puccini Days 2016 e lo proporremo pubblicamente a Lucca ed agli enti che governano Lucca, con 11 mesi di anticipo per renderlo davvero un’esperienza di promozione turistica vera. Inoltre invitiamo tutto il pubblico lucchese e non al grande evento di domenica 6 marzo, per il dodicesimo anniversario del Festival”.

L’evento si terrà alle 16,30 nella chiesa di San Giovanni (a Lucca), dove il Festival è nato ed opera ininterrottamente, producendo più di 4300 concerti, con l’Orchestra Filarmonica di Lucca diretta da Colombini e la presenza di quasi 30 solisti del Festival. Su un grande maxischermo, nel frattempo, verranno proiettati gli auguri registrati da tutti i grandi artisti che hanno collaborato e collaborano con il Festival da 12 anni per rendere Puccini e Lucca un binomio di grande promozione del territorio nel mondo, una promozione che non costa un soldo pubblico ai lucchesi e alla lucchesità.

Questo post ha 2 commenti

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=48026
Stampa Post