Dalle canzoni swing alle storie di resistenza al femminile

Dalle canzoni swing alle storie di resistenza al femminile: gli appuntamenti del weekend al Teatro Jenco

In programma: Venerdì 15 “La RadiOrchestra” e la Rai, una storia musicale raccontata attraverso le canzoni dell'età pionieristica della musica popolare italiana, diffusa dalla radio

Sabato 16 “Una donna, la fabbrica e la guerra” spettacolo di Samanta Barontini sulle vicende di una ragazza durante la seconda guerra mondiale



Viareggio, 14 marzo 2019 – Dalle canzoni swing alle storie di resistenza al femminile. Sarà un weekend ricco di eventi quello del Teatro Jenco, che questa settimana presenterà due importanti appuntamenti: venerdì 15 “La RadiOrchestra” e la Rai”, una storia raccontata attraverso le canzoni dell'età pionieristica della musica popolare italiana e sabato 16 “Una donna, la fabbrica e la guerra” spettacolo di Samanta Barontini sulle vicende di una ragazza durante la seconda guerra mondiale (intero 14€, ridotto generico 12€).



Si parte venerdì 15 con uno spettacolo “senza età” che incanta i bambini, fa sognare gli adulti ed entusiasma i meno giovani. “La RadiOrchestra” si dimena con ironia tra i ritmi sincopati dello swing americano e si tuffa nel lirismo retrò della canzone sentimentale con una scaletta che prevede brani famosi dal 1924 al 1954, periodo in cui la Radio non conosceva ancora la concorrenza della televisione. La scaletta musicale è intervallata da momenti teatrali nei quali l'orchestra e il suo istrionico cantante interagiscono con il pubblico, e non solo. Fabrizio Corucci è il leader dell’organico composto da sette musicisti che provengono dal repertorio classico e dal jazz: Ilaria Innocenti al pianoforte , Claudia Rizzitelli al violino, Jacopo Rugiadi al sax e clarinetto, Alessio Bianchi alla tromba, Davide Salvestroni al trombone, Nino Pellegrini al contrabbasso, e Stefano Rapicavoli alla batteria.

È ispirato a una storia realmente accaduta quella di “Una donna, la fabbrica e la guerra” spettacolo di Samanta Barontini in programma sabato 16 marzo. Sul palco, la Barontini sarà affiancata da Veronica Ventavoli e dal Maestro Pietro Castellari al pianoforte.Ivana vive con il fratellino e le sorelle più piccole ad Agliana, un paesino dell’entroterra toscano tra Prato e Pistoia. Ha solo 11 anni quando va a lavorare in fabbrica. È il 1936 e l’Italia, nel giro di pochi anni, sarà travolta dalla Seconda Guerra Mondiale. Proprio durante i primi anni 40, Ivana s’innamora di Giuseppe e la storia del suo primo amore si intreccia alla tragedia della guerra e dei bombardamenti ad opera degli alleati.

La serata è organizzata in collaborazione con l’associazione Casa delle Donne – Centro antiviolenza L’una per l’altra di Viareggio, con il patrocinio del Comune di Viareggio. Parte dell’incasso sarà devoluto al Centro antiviolenza L’Una per l’Altra di Viareggio.



Biglietti: intero 14€, ridotto generico 12€. La biglietteria del teatro è aperta martedì, giovedì e venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.00 e un'ora prima dell'inizio degli spettacoli. Prenotazioni al numero fisso 0584 1972402.



Info: Teatro Jenco, via Euro Menini, 51 | www.teatrojenco.com | mail: info@teatrojenco.com | Prenotazioni al numero tel. 3463038170

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=70681
Stampa Post