Assemblea delle imprese balneari a Viareggio

Approvato un documento all’unanimità per le amministrazioni

E’ stata un’assemblea affollata quella si è tenuta oggi a Viareggio all’Hotel Astor fra le imprese balneari della Versilia. Il futuro della categoria è stato al centro dei vari interventi che hanno portato all’approvazione unanime del documento illustrato dal coordinatore nazionale della Cna Cristiano Tomei.
Nell’ordine del giorno si chiede a tutti i Comuni della Versilia l’approvazione amministrativa della estensione a 15 anni delle concessioni demaniali e l’esclusione delle attuali imprese da aste e procedure comparative e dalla Direttiva Servizi.
“Per il sistema balneare esistente prima dell’entrata in vigore della Bolkestein – conferma Tomei – è necessario garantire certezza di continuità di impresa e la non applicabilità della direttiva servizi. A loro andrà garantito il legittimo affidamento dopo il 2033”.
In pratica, la Cna auspica che si arrivi presto alla omogeneità nella estensione a 15 anni in tutto il territorio versiliese.
“Va tenuto conto che alcuni Comuni hanno già provveduto, come quello di Viareggio, – ha continuato – e che oggi sono arrivate notizie positive anche da Camaiore. E’ comunque necessario che la categoria rimanga compatta per arrivare alla definitiva esclusione di queste imprese dalla Direttiva Bolkestein”.
 
 Lucca, 26 settembre 2019

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=74514
Stampa Post