Cineforum Ezechiele a Lucca del 22 e 23 ottobre

La programmazione di Ezechiele a Lucca di questa settimana prevede in prima visione assoluta Il mostro di St. Pauli, ultima opera firmata tedesco di origine turca Fatih Akin, in programma martedì 22 ottobre alle ore 21.00 al cinema Astra.
Inoltre mercoledì 23 ottobre alle 21.00 presso l'Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca in Piazza San Martino, si conclude il ciclo Cinema&Graphic Novels con il film La vera storia di Jack lo squartatore, diretto nel 2001 da Albert e Allen Hughes con protagonisti Johnny Depp e Heather Graham e tratto dal romanzo a fumetti From Hell di Alan Moore e Eddie Campbell.




Martedì 22 ottobre 2019 ore 21.00
Cinema Astra – Prime visioni
IL MOSTRO DI ST. PAULI
di Fatih Akin – Germania, 2019 – 115’ con Jonas Dassler, Marc Hosemann
Che Fatih Akin non sia un regista dalle lievi sfumature è cosa nota. E Il mostro di St. Pauli non rappresenta certo un’eccezione. E’ la storia vera di Fritz Honka, uno dei serial killer più feroci della storia recente tedesca, che nel 1975 fu arrestato ad Amburgo, nel quartiere a luci rosse di St. Pauli dove viveva, dopo che nel suo appartamento andato in fiamme erano stati ritrovati pezzi di cadavere in decomposizione, è messa in scena in ambienti ammuffiti e marci, con colori saturi e volti tumefatti e deformi. Come se dallo schermo stesso uscisse il fetore degli ambienti.
Quel che emerge dal film non è solo il ritratto di una figura problematica, ma l’affresco di una comunità ai margini della società, priva di regole e di attaccamento alla vita. Un gruppo di persone mostruose fuori e dentro, che disprezzano qualsiasi cosa e sembrano attendere la morte come una liberazione. (Francesco Ruzzier, Cineforum)

Mercoledì 23 ottobre 2019 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Graphic Novel & Cinema
FROM HELL (LA VERA STORIA DI JACK LO SQUARTATORE)
di Albert e Allen Hughes – Usa, 2001 – 137’ con Johnny Depp, Heather Graham, Robbie Coltrane
Londra, 1888: nelle strade del quartiere di Whitechapel, Jack lo Squartatore si aggira di notte uccidendo e sventrando le prostitute. Sulle sue tracce, oltre all’intera polizia londinese, c’è l’ispettore Frederick George Abberline l’unico che capisce subito che i delitti sono preceduti da una meticolosa e scrupolosa messa in scena. George osservando la scena del delitto si rende conto che l’assassino ha un incredibile sangue freddo. Il poliziotto, intuitivo e visionario, cerca di ricostruire il profilo di Jack anche grazie all’aiuto della prostituta Mary Kelly.
Partendo dalla solida base dei disegni di Eddie Campbell per la graphic novel del ’99 di Allan Moore, gli Hughes sono riusciti a cogliere con robusta efferatezza l’immaginario di un’epoca mobile e torbida, che prelude alla nostra e, sotto certi aspetti, la rappresenta: Londra, il cuore della rivoluzione industriale, nel 1888.

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=74966
Stampa Post