Doppio appuntamento dedicato alla mostra Ardinghi-Di Vecchio

Doppio appuntamento dedicato alla mostra Ardinghi-Di Vecchio
Un incontro incentrato sulla figura di Mario Tobino e un concerto di musica da camera con il duo Canino-Ardinghi
Mercoledì 22 gennaio alle 17,30 e alle 21 nell’auditorium de Palazzo delle Esposizioni
Ingresso libero

Lucca, 20 gennaio 2020 – Proseguono con successo di pubblico gli appuntamenti all’auditorium del Palazzo delle Esposizioni della Fondazione BML in piazza S. Martino, che vedono questa settimana un imperdibile doppio evento mercoledì 22 gennaio.
Alle 17,30 un incontro per approfondire la conoscenza di una grande figura del mondo della letteratura contemporanea, lucchese e italiana: “Mario Tobino”, con Isabella Tobino e Marco Vanelli, in collaborazione con il Cineforum Cinit Ezechiele 25,17. A precedere l’incontro, alle 17, ci sarà la possibilità di prendere parte ad una visita guidata, alla scoperta della mostra “Giuseppe Ardinghi e Mari Di Vecchio. L’ambiente artistico del Novecento a Lucca”, ad ingresso libero, al Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca fino al 26 gennaio.

Alle 21 un concerto del pianista Bruno Canino e del violinista Paolo Ardinghi (per info e prenotazioni segreteria@fondazionebmlucca.it), ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, con in programma musiche di Bach, Fauré e Mozart.
Canino, nato a Napoli ha studiato pianoforte e composizione al Conservatorio di Milano, dove poi ha insegnato per 24 anni; e per dieci ha tenuto un corso di musica da camera al Conservatorio di Berna, come solista e pianista da camera ha suonato nelle principali sale da concerto e festivals di tutta Europa, in America, Australia, Giappone, Cina. Da cinqunt’anni suona in duo pianistico con Antonio Ballista e da trenta fa parte del Trio di Milano. Dal 1999 al 2002 è stato direttore della Sezione Musica della Biennale di Venezia, oltre ad aver realizzato numerose incisioni discografiche.
Ardinghi insegna Quartetto e Violino all'Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca dove si è diplomato con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida del padre Antonio Ardinghi. Nella sua carriera ha interpretato più di 20 concerti per violino e orchestra, collaborando con Orchestre Italiane ed Europee sotto la direzione di: Schuster, Soroko , Mazzoli , Severi, Pacciani ed altri. Collabora con grandi pianisti fra i quali Canino e come solista con illustri musicisti, mentre come prima parte di Orchestre da Camera Italiane, si è esibito in tutta l'Italia, Francia, Inghilterra, Germania e Olanda; toccando città come: Londra, Parigi, Anversa, Monaco di Baviera ecc.

Gli appuntamenti sono inseriti fra gli approfondimento legati alla mostra “Giuseppe Ardinghi e Mari Di Vecchio. L’ambiente artistico del Novecento a Lucca”, in corso, ad ingresso libero, al Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca fino al 26 gennaio, realizzata da FBML e Fondazione Lucca Sviluppo in collaborazione con il Polo Museale della Toscana e il Comune di Lucca.

“Giuseppe Ardinghi e Mari Di Vecchio. L’ambiente artistico del Novecento a Lucca”
15 dicembre 2019 – 26 gennaio 2020
Ingresso libero, apertura dal martedì alla domenica, dalle 15,30 alle 19,30.
Indirizzo: Palazzo delle Esposizioni, piazza San Martino, 7 – 55100 Lucca
Il catalogo, Maria Pacini Fazzi Editore, ha i testi di Alessandra Trabucchi, Giovanni Ricci, Elisa Bassetto, Silvia Caponi.
Per informazioni: www.fondazionebmluccaeventi.it; Fb: @palazzoesposizionilucca

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=76616
Stampa Post