La Crociera del Nautico

Sono sbarcati gli studenti del Nautico Artiglio dopo ben otto giorni di navigazione a bordo della Msc Grandiosa alla volta del Mediterraneo occidentale. Un’esperienza davvero unica per gli alunni delle classi quinte dell’Istituto tecnico cittadino impegnati nella gita di fine corso. Un viaggio iniziato a Civitavecchia per poi raggiungere Palermo e visitare i monumenti principali della città siciliana. Dopo aver navigato tutta la notte il colosso della Msc ha raggiunto il porto de La Valletta a Malta per poi ripartire ed attraccare, dopo 24 ore in mare, a Barcellona. Nei giorni seguenti gli studenti dell’Artiglio hanno potuto ammirare anche le città di Marsiglia e Genova per poi tornare a Civitavecchia. Cultura, mare e divertimento, ma non solo: infatti è stata l’occasione anche per partecipare ad alcuni workshop a bordo tra cui quelli sulla sicurezza e le problematiche relative all’inquinamento e di riflesso anche alle soluzioni adottate dalle navi moderne. «A partire dal 1 gennaio 2020 – ha spiegato il comandante in seconda - per azzerare l'impatto ambientale tutta la flotta, MSC Crociere è “carbon neutral”, ovvero a impatto zero di Co2. Le tecnologie navali odierne, infatti, producono inevitabilmente emissioni di CO2 e MSC si impegna a ridurre queste e altre emissioni man mano che la tecnologia avanza con l'obiettivo finale di zero emissioni. Investiamo e lavoriamo con cantieri navali e istituti di ricerca per raggiungere questo obiettivo, ma nel frattempo compenseremo tutte le emissioni di CO2 della nostra flotta. In particolare – continua - MSC Crociere intende sviluppare un portafoglio di compensazione delle emissioni di carbonio che incorpori anche progetti per la protezione e il ripristino degli habitat oceanici e costieri assorbendo allo stesso tempo sempre più CO2. MSC Crociere collaborerà con i principali e più quotati trader di carbon credits per compensare le emissioni di CO2 e investirà in progetti che forniscano benefici per la comunità, proteggendo l’ambiente e supportando gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Tutte le nuove navi di MSC Crociere – sottolinea - sono dotate di impianti di alimentazione a terra, una caratteristica che consente alle navi da crociera di ridurre a zero le proprie emissioni in qualsiasi porto che supporti questa tecnologia». Infine gli studenti appartenenti ai corsi capitani e costruttori, guidati dal professore Andrea Costantino, hanno avuto l’opportunità di visitare la plancia e di assistere ad una spiegazione molto dettagliata effettuata dal personale di bordo. Gli alunni del corso macchinisti con il loro professore Roberto Repola hanno invece visitato la sala macchine. Insomma un’esperienza davvero importante per questi ragazzi che hanno scelto la vita di mare.
Eleonora Prayer

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=76955
Stampa Post