Emergenza sanitaria: stop a Cosap e Tari, comune mette in campo misure concrete

Emergenza sanitaria: stop a Cosap e Tari, comune mette in campo misure concrete per le imprese

Stop a Cosap (canone occupazione spazi e aree pubbliche) e Tari a Pietrasanta. Dopo la sospensione delle rette e dei servizi individuali di asili e nidi cittadini, la giunta comunale di Alberto Stefano Giovannetti, riunita in video conferenza, ha varato un altro provvedimento che permette al sistema di attività commerciali per decreto di respirare in questa fase di grande emergenza sanitaria ed economica. Cosap e Tari sono tributi di competenza comunale ed è su queste voci che l’amministrazione può operare direttamente.



“La ratio è quella – spiega il sindaco Giovannetti – di prendere tempo in attesa di misure più pesanti da parte del governo centrale su tasse e tributi. Come ente comunale siamo intervenuti su quelli che sono tributi di competenza: la Cosap e la Tari. Per quanto riguarda la Cosap le imprese saranno esentate dal pagamento del canone per i mesi di marzo ed aprile, con la possibilità di allungare questa esenzione alla durata dell’emergenza ovviamente. Questa azione passerà dall’approvazione del consiglio comunale. Solo questa misura vale tra i 100 – 120 mila euro. – spiega il primo cittadino – Per quanto riguarda la Tari abbiamo fatto quello che è possibile fare in questo momento posticipando la rata di aprile a settembre. Abbiamo spostato le lancette dell’orologio di molti mesi in avanti per avere un periodo di tempo più lungo per capire quale spazio di manovra avremo anche alla luce delle prossime misure statali. Sono misure concrete ed immediate che mettiamo in campo per aiutare le imprese della nostra città”.



Per informazioni www.comune.pietrasanta.lu.it e pagina www.facebook.com/comunedi.pietrasanta?fref=ts

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=78351
Stampa Post