senza polemica

Come scritto il mio vuole essere un interventi pacato che serva alla crescita della nostra città . Si fa sempre un gran parlare di turismo. Lucca è diventata una meta di turismo internazionale e molti vivono di ciò. Questo è innegabile e anche giusto. Con l'emergenza Covid abbiamo assistito ad un crollo del turismo e questo ha messo in luce come la nostra città senza questa fonte di reddito sia in forte crisi. Questo mi porta a due riflessioni:
1. Siamo sicuri che i turisti quando torneranno ( e torneranno sicuramente) apprezzino davvero la nostra città? Ad esempio lo spegnimento dei varchi e quindi l'eliminazione di fatto della ztl come richiesto a gran voce da Ascom servirà ad attirare il turista oppure la mole enorme di traffico in una ztl (cosa impensabile all'estero) lo farà andare via prima? perchè se mentre cammina e costretto a schivare auto moto e furgoni non credo che sia contento.
2 L'aver ridotto la città ad una mangiatoia è un bene perchè tutti possono trovare l'offerta migliore commisurata al proprio portafoglio oppure è un segnale subliminale: Si a Lucca ci siamo stati era bella ma troppo turistica, c'erano barini da tutte le parti con gente all'esterno che mangiava ad ogni ora del giorno, e quindi è un male?
Lucca da che parte sta a quale tipo di turismo vuole rivolgersi? A quello da strapazzo come successo fino ad ora o ad uno selezionato in grado davvero di portare soldi anche in momenti di difficoltà come quello attuale.
Sviluppando un turismo basato ad esempio sulla musica classica, sui prodotti tipici oppure un turismo congressuale sicuramente ne guadagnerebbero sia i commercianti che la città nel suo insieme. é l''ora secondo me di rivedere completamene l'approccio al turista della città. Più manifestazioni diffuse e di classe spalmate nel corso dell'anno e meno maxi eventi che sono un fuoco di paglia. Nel lungo periodo anche i commercianti ne beneficeranno, ne sono sicuro.

Iacopo

Questo post ha 8 commenti

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=79498
Stampa Post